Forum lavoro a Cape Town/2

Questa è la seconda pagina del Forum Lavoro.
I commenti sono chiusi – per lasciare un commento vai al Forum lavoro/3

 

270 Commenti

  1. samuele says:

    Ciao a tutti mi chiamo Samuele,
    mi sono appena iscritto a questo forum che mi son letto e straletto piu’ volte perche’ mi fa sognare e mi fa credere che il mio sogno puo’ diventare realta’.
    Ora passo alla domanda secca, senza giri di parole:
    la possibilita’ che qualche italiano in sud africa cerchi qualcuno per lavorare esiste??
    Come e’ possibile cercare lavoro da qua ( italia ) un lavoro in sudafrica?
    Vi prego chinque possa aiutarmi in qualsiasi modo anche attraverso volontariati me lo dica.
    Grazie
    Samuele

    • Ciao Samuele, benvenuto sul sito. Senza giri di parole, come dici tu: questo sito si limita ad offrire le risorse per fare la ricerca del lavoro, sta a te usare queste risorse come punto di partenza.
      Per esempio comincia subito a fare la tua ricerca, compila una lista di italiani o di ditte italiane che operano a Cape Town e che pensi possano avere lavoro per uno con la tua esperienza e comincia a contattarle, che sia via email o telefono cerca di ottenere un contatto diretto con la persona responsabile… se c’è da fare un colloquio preliminare di lavoro a distanza puoi sempre suggerire di usare Skype.
      Forza, datti da fare, se non ti aiuti tu non ti aiuterà nessuno!

    • lucy says:

      Ciao Samuele,
      prova anche sul sito “just landed”, scartabellando un po’ puoi trovare qualcosa. A me hanno anche risposto in breve tempo abituata in Italia dove neppure per un no non ti considerano…. In bocca al lupo!!

  2. Alessandra says:

    Ciao a tutti!
    Io e la mia famiglia siamo stati in South Africa più volte e ci siamo innamorati della gente e del posto!
    Per questo motivo ci piacerebbe aprire una filiale della nostra azienda di famiglia a Johannesburg o Cape town. Su internet ho letto che proprio in queste due città sono presenti alcune comunità Italo-Sudafricane… ci piacerebbe entrare in contatto con queste comunità per avere un appoggio, ma non riesco a trovare i contatti!! Inoltre è davvero difficile riuscire ad ottenere le informazioni necessarie ad aprire un attività. Ho contattato più volte il consolato Sudafricano di Milano, ma con scarsi risultati. Ovviamente aprire un attività in un paese così diverso non è facile dato che non conosciamo nè le leggi nè le usanze…can u help us somehow?

    Grazie in anticipo

    Alessandra

    • Ciao Alessandra, benvenuta sul sito.
      Se volete aprire una filiale della vostra azienda in Sudafrica ti consiglio senz’altro di contattare l’Istituto per il Commercio Estero, o ICE, che ha una sede a Johannesburg.
      Per prendere contatti direttamente con membri della comunità italiana, troverai sul sito del Consolato di Cape Town una lista di associazioni italiane, potresti per esempio cominciare da lì (alcune sono associazioni molto piccole, altre più attive). Sul sito di Johannesburg la lista non è pubblicata ma potresti provare a chiederla tramite email.
      Se i clienti della vostra azienda saranno italiani, ti segnalo che la comunità italiana a Johannesburg è senz’altro molto più numerosa di quella di Cape Town.

      • Alessandra says:

        Grazie mille per le preziose informazioni!!
        Mi attivo subito per cercare di capirne di più!!

  3. Eligio Arturi says:

    Salve

    Organizzo viaggi in Africa del Sud dal 1986, non solamente Sud Africa ma Namibia, Botswana, Zimbabwe e Mozambico, oltre a molti altri paesi africani e non.
    Innamorarsi del Sud Africa e’ facile, clima, gente, natura, spazi, ecc. portano noi, abituati al caos delle citta’ e del pessimo clime, vivo a Milano, a pensare subito ad un’alternativa di vita in quel paese.

    Dopo vari anni di viaggi e dopo aver conosciuto la mia futura moglie, nel 1997 insieme ad altri 4 amici abbiamo comprato una proprieta’ a circa 40 km d Cape Town sulla garden Route in localita’ Gordons Bay con l’idea di farne una Guest House e darci qualche anno di cuscinetto per organizzare le cose mandare i costi a zero e trasferirsi almeno nell’inverno europeo, visto che i nostri lavori ce lo permettevano a quei tempi, ora non sarebbe possibile.

    La proprieta’ e’ stata completamente ristrutturata per arrivare ad avere 5 camere con bagno, uno spazio ristorante e assaggio di vini visto che Stellenbosh e’ a circa 15 km, una dependance per collaboratori, stalle, cavalli, ecc.
    Il socio incaricato del tutto dopo 2 anni di permanenza in loco si innamora e la futura mmoglie non ne vuole sapere di vivere in Sud Africa ( ironia della sorte !) e rientrano entrambi in Italia lasciando la Guest House in mano ad una coppia di locali bianchi che la usano in parte per ristorante in parte come guest house creando qualche problema.
    In breve dopo un paio di anni troviamo una famiglia che la vuole affittare e cosi’ accantoniamo momentanemanete il progetto Guest House e la affittiamo togliendoci un problema che gestito a 10.000 km di distanza non e’ semplice, pur avendo collaboratori e commercialista in loco.

    La casa e’ da 5 anni affittata a questa famiglia che ne fa buona manutenzione e manda a zero i costi ma l’idea di tornare al vecchio progetto con ristorante italiano, assaggio di vini, camere in affitto, ecc. e’ ancora vivo e nell’arco di pochi mesi vorremmo definire se riprendere il vecchio progetto o vendere il tutto ho deciso quindi di scrivere sul Tuo blog che ho trovato da poco per vedere se si trova qualche italiano volenteroso con un minimo da investire che voglia entare in societa’ e ripartire

    La casa puo’ essere vista su:

    http://www.italy-motorcycle-rental.com/SAguesthouse/

    grazie per lo spazio e la cortesia

    Eligio Arturi

    • RuggTo says:

      E’ ancora in vendita la casa?
      L’idea di gestirla in che modo si svilupperebbe?
      E’ richiesta una garanzia? Partecipazione?
      Che tipo di rapporto dovrebbe esserci?
      La mia email e’ eroyka60@yahoo.com
      Aspetto tua comunicazione.

      Saluti

      Ruggero

    • FABRIZIO says:

      SALVE, ABBIAMO APPENA LETTO IL VS ANNUNCIO.
      VORREMMO SAPERE SE E’ ANCORA VALIDO E RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI.
      NOI STIAMO CERCANDO DI TRASFERIRCI A CAPE TOWN. ABBIAMO DEI PARENTI CHE VIVONO LA E LA COSA POTREBBE INTERESSARCI.
      VOLETE VENDERE LA PROPRIETA’ O CERCATE SOLO UNA GESTIONE?
      VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI ALLA NS EMAIL COSI’ DA RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI SE POTETE GRAZIE.

      francescaefabrizio chiocciola alice.it

      FABRIZIO

    • Matteo e Valentina says:

      Ciao, io e mia moglie ci siamo innamorati del Sud Africa nel nostro viaggio di nozze “on the road” a Maggio di quest’anno. Siamo seriamente intenzionati ad andare a vivere in Sud Africa.
      Volevamo inizialmente aprire una nostra attività in un altra zona sempre della Western Province, ma tra burocrazia e costi è veramente difficilè.
      Ho un mio compagno di rugby sud africano che ci sta dando una mano per trovare un lavoro serio in loco.
      Anche se l’idea di gestire una guest house mi piacerebbe un sacco e poi la Gordon’s Bay è formidabile.
      Io e mia moglie abbiamo 27 anni stiamo lavorando qua in Italia io lavoro da commerciale e mia moglie lavora come amministrativa.
      Ho studiato turismo per cui parlo due lingue (spagnolo ed inglese) correntemente più francese e tedesco scolastico.
      Se possiamo essere interessanti per voi questo è la mia mail: matteo.ponti chiocciola gmail.com

      GOEIE DAG !

  4. Sim says:

    Ciao .. che sito fantastico . ho trovato un lavoro in Sud Africa .. questo sito è la BIBBIA!!!

  5. paolo rossi says:

    sono stufo di stare in un paese che non mi gratifica più.sono un cuoco di 48 anni vorrei trasferirmi contattatemi

    • Eligio Arturi says:

      Ciao Paolo

      Dove vivi in Italia ?
      Io sono quello che ha inviato il messaggio della casa a Cape Town, parliamone !!!!
      Mi puoi scrivere a home@mototouring.com

      Grazie

      Eligio

  6. Macs says:

    Ciao a tutti,

    possiamo metterci in contatto ?
    Ho necessità di effettuare un market test dato che l’estate è in arrivo tra un pò.
    Ho sviluppato un concept ” made in italy ” che vorrei testare in riva al mare… e mi sembra il luogo ideale.
    Se il tutto è vincente come credo, si può replicare…da cosa nasce cosa, sempre !
    Se qualche italiano è interessato e conosce bene la costa e i luoghi, mi può contattare via skype qui : massimo_giorgi1

    Un Saluto a tutti
    Max

  7. Maddalena says:

    ciao a tutti!
    Complimenti per il sito, davvero molto utile.
    sono una studentessa di Medicina e Chirurgia, a breve inizierò l’ultimo anno di corso universitario. cerco informazioni sulle possibilità e modalità di accesso alle scuole di specializzazione post lauream a CP, in particolare, mi iteressa l’ambito ostetrico e ginecologico.
    purtroppo, nel sito dell’università di CT non sono riuscita a trovare le info che cerco.. qiundi mi rivolgo a voi!
    ringrazio da subito chi sappia darmi qualche indicazione utile o conosca medici italiani che abbiano avuto la mia stessa idea e con cui mi possa mettere in contatto!

    • Prova questi link
      – lista delle specializzazioni: http://www.uct.ac.za/students/degrees/health/postgraduate/
      – dipartimento di ginecologia e ostetricia: http://www.health.uct.ac.za/departments/obsgyn/about/
      Su questa seconda pagina troverai anche un link alla pagina dei contatti con l’indirizzo email della segretaria del dipartimento.

      • Fabrizio says:

        Ciao, mi intrometto. Intanto complimenti a tutti.
        Sono un medico oculista specializzato in Italia da 6 anni. Con la mia famiglia (mia moglie e 2 bimbe piccole) stiamo pensando di cambiare aria a di trasferirci all’estero e CT sembra essere il giusto compromesso tra le nostre aspettative ed esigenze.
        Volevo chiedere, prima di inziare a cercare un lavoro o una fellowship, o non so ancora, se la mia laurea e la mia specialità sono validi in sud afric. Devo fare l’equipollenza dei titoli? o, addirittura, devo rifare tutto da capo come negli Stati uniti?

        Qulacuno sa a chi rivolgermi per un eventuale lavoro?

        Grazie mille per l’aiuto.
        Fabrizio

        • Ciao Fabrizio,
          non è un’intromissione la tua, anzi, benvenuto sul sito.
          Prova a contattare la Ophtalmological Society of South Africa, altrimenti c’è un negozio di ottica in Kloof Street che è di proprietà di un italiano e forse potrebbe forse darti qualche informazione.
          Fammi sapere cosa trovi!

          • Fabrizio says:

            WOW, velocissmo.
            Grazie e ti farò sapere…
            Buona notte…

          • Prova a vedere questo sito, è dell’associazione degli oftalmologi e sembra ci sia anche una sezione con offerte di lavoro.

          • Fabrizio says:

            Ciao e grazie anche se non sono riuscito a trovare la sezione lavoro .
            Comunque la cosa sembra essere, però un po’ più complicata del previsto. Ho contattato sia la società oftalmologica del SA (http://www.ossa.co.za) sia l’ordine dei medici (http://www.hpcsa.co.za)
            Per quanto sono iruscito a capire (sono molto lapidari nelle risposte anche se devo tempestivi), per prima cosa bisogna sostenere l’”Examination for Foreign Medical Practitioners (scritto e pratico) che credo sia l’’equivalente del nostro esame di stato, obligatorio!!!
            Successivamente, una volta passato questo test, un board specialistico interno determinerà se la specialità è valida o no anche in SA. Quest’ultimo punto, in realtà, me lo devono ancora bene confermare.
            Ora sto vedendo se c’è già qualche medico Italiano che lavora a Cape Town che mi sappia dire come meglio procedere.
            Vedremo…Ti tengo aggiornato anche perchè magari sono informazioni che possono interessare qualcun’altro.
            Intanto grazie.

            Buona giornata,

            Fabrizio

  8. Novità

    Ci sono due offerte di lavoro per italiani di cui mi è giunta voce questa settimana.

    Una dalla Dante Alighieri, che gestisce corsi e iniziative culturali per promuovere la lingua e la cultura italiana a Cape Town e cerca un segretario/a a tempo pieno.
    Attenzione: cercano qualcuno con il permesso di lavoro già in regola. Per informazioni contattare info@ladante.co.za

    L’altra è un’offerta di lavoro per agenti di call centre per le compagnie aeree, lo stipendio non è alto (8-10.000 rand, che secondo me va bene solo come opportunità per entrare nel mondo del lavoro) e non so darvi maggiori informazioni. Per informazioni contattare è cmorgan@crsolutions.co.za

  9. vincenzo says:

    CIAO A TUTTI,STO CERCANDO LAVORO,IN AFRICA,COME CHEF DI CUCINA SE QUALCUNO,SA QUALCHE RISTORANTE,O ALBERGO CHE CERCA PERSONALE DI CUCINA,HO GIA LAVORATO IN AFRICA IN COSTA DAVORIO,

  10. Novità: un’offerta di lavoro per una persona di madrelingua italiana, si tratta di un posto a tempo pieno per fare traduzioni dall’inglese all’italiano.
    Non so nulla sulla ditta che assume, sulla durata del contratto, o se siano disposti a sponsorizzare il visto o meno.
    L’agenzia che sta pubblicizzando il posto può essere contattata all’indirizzo: nelia@statusstaffing.com

  11. ciao siamo una coppia di italiani che vogliono trasferirsi, ma nn sappiamo da dove cominciare. mio marito è un informatico,io purtroppo sono solo un’impiegata , la voglia di vivere in sudafrica è tanta, ci puoi aiutare per favore con qualche informazione più dettagliata te ne saremmo veramente grati. siamo anche su FB rosella scatolini e giorgio ranaldi . grazie rossella

  12. pamela says:

    Ciao a tutti

    dopo una ricerca sulla cultura e le offerte di lavoro in Sud Africa finalmente ho trovato questo fantastico sito!
    Sono una Italian VIP account manager, attualmente lavoro per un Casinò online con sede a Londra ma sono stanca della solita solfa e del grigio perenne. Londra è una città fantastica ma per una persona che è nata e cresciuta nel sud italia non è l’ideale in termini di meteo… non so se mi spiego 🙂
    Ho degli amici che lavorano a Cape Town, colleghi che lavorano per la stessa azienda in cui lavoro io ma in quella sede non ci sono posizioni aperte.
    Sapete darmi informazioni sul mercato del gioco online a Cape Town o dove posso rivolgermi per posizioni da account manager?
    Forse la mia domanda è troppo estesa ma ringrazio anticipatamente per qualsiasi consiglio possiate darmi.

    Grazie Mille

  13. Cristiano says:

    Ciao, complimenti per l’entusiasmo con cui mandi avanti il sito!
    ti faccio una domanda anche se non è necessariamente legata a Cape Town: è possibile per un italiano trovare lavoro come gestore di guesthouse, B&B, lodges? Se non ho capito male puoi trovare lavoro dipendente solo se hai “special skills” oppure se il lavoro è legato alla lingua italiana…
    Se si, esiste qualche riferimento on line nel campo?

    thanks!!
    Cristiano

    • Quello a cui ti riferisci, Cristiano, quando parli di scarce skills, sono i criteri per ottenere il visto, non il lavoro.
      Se il proprietario della guesthouse o B&B riesce a procurarti il visto sei a posto! Le risorse online le trovi sulla pagina dei visti.

  14. massimo cagliata says:

    Ciao, sono un imprenditore italiano del settore edile di 48 anni, vorrei trasferirmi a Cape Town con mia moglie e i miei figli di 11 e 13 anni; la mia idea sarebbe quella di vivere là guardandosi intorno e andando a scuola d’inglese, di cui ho una conoscenza media, per qualche mese, e poi investire in una azienda già operante che sia alla ricerca di un socio, che ovviamente conferisca un capitale; credo che sarebbe per me molto più semplice che iniziare una attività ex-novo.
    Sai dove potrei rivolgermi?
    Grazie mille e complimenti per il sito
    Massimo

    • Ciao Massimo,
      grazie per i complimenti 🙂
      Scusa per il ritardo nella risposta, dovuto al fatto che per qualche strano motivo il tuo commento era stato bloccato.
      Un suggerimento potrebbe essere quello di guardare sul sito della Master Builders Association, clicca su Listed Members e poi seleziona una categoria di attività che ti interessa (per esempio Alterations, Additions and Renovations) e vedrai una lista di imprenditori che svolgono quell’attività.
      Alternativamente potresti provare a chiedere suggerimenti all’ICE (Istituto per il Commercio Estero): johannesburg@ice.it. Loro dovrebbero saperti dare altre risorse per la tua ricerca.

  15. Fabio says:

    Ciao, sono Fabio il ragazzo che ti ha scritto mille volte e che stava facendo un corso di inglese a CT, ebbene anch’io sono rimasto affascinato da questa città e ora che sono tornato in Italia mi balena per la mente l’idea di trasferirmi a Cape Town, io sono laureato ma in mio inglese non è dei migliori, nella classificazione internazionale è B2, sono disposto a fare lavori anche meno qualificati poi con il tempo si vedrà, quando ero a CT un gestore di un ristorante italiano mi disse che se volevo lavorare da lui non c’erano problemi, quello che mi chiedo è se mi consigli di cercare lavoro direttamente a CT o mandare C.V. dall’Italia, molte persone con cui ho parlato mi hanno detto che lavoro c’è ne a CT specialmente ora che si avvicina l’estate, io onestamente se dovessi scegliere preferirei venire a CT e trovae lavoro la con calma!
    Attendo tuoi consigli e grazie mille ancora!

    • Arianna says:

      Ciao…Anch’io sono nella stessa situazione di Fabio…sono laureata ma vorrei trasferirmi a CT…sto mandando molti CV qui dall’Italia ma ancora poche risposte…meglio cercare lavoro direttamente sul posto??? Grazie per tutti i consigli utili che ho trovato su questo sito!!!

      • Ciao Arianna, benvenuta sul sito.
        Rispondo a te e a Fabio insieme – probabilmente in effetti è più facile essere sul posto per trovare lavoro, perché potete presentarvi direttamente ai potenziali datori.
        Se però cercate dall’Italia, ricordatevi che mandare CV a casaccio non è molto produttivo.
        L’ideale è stabilire un contatto – preferibilmente telefonico ma perlomeno per email – con l’azienda o l’organizzazione PRIMA di mandare il CV, magari parlare con qualcuno dell’ufficio del personale, o con un capo ufficio. Informatevi se ci sono posti vacanti, presentatevi, e DOPO aver creato il primo contatto mandate il CV all’attenzione della persona con cui avete parlato.
        Non siate timidi e non vi preoccupate troppo del vostro inglese, qui in Sudafrica ci sono tantissimi accenti diversi, e l’accento italiano potrebbe addirittura essere un vantaggio in certi ambienti.
        Fra poco aggiungerò un nuovo annuncio che mi è arrivato di un’azienda che cerca italiani, watch this space.

        • Fabio says:

          Arrianna contattami, così discutiamo del progetto cape town, il mio indirizzo mail è: fabio.pantarei chiocciola gmail.com

        • Arianna says:

          THANKS!!! Ho visto il nuovo annuncio…grazie!! Ti tengo aggiornato!!!

  16. Mi è giunta notizia di un’offerta di lavoro per agenti di call centre, probabilmente per prenotazioni di viaggi o voli. Non ne so molto, ma l’agenzia di collocamento è la stessa che ha pubblicato un annuncio due mesi fa e presumibilmente le condizioni di lavoro saranno simili.
    Fra i requisiti chiedono un mezzo di trasporto proprio, il motivo non è chiaro se si tratta di lavoro in call centre.
    Ipotizzando che le condizioni lavorative siano le stesse di due mesi fa, lo stipendio offerto è basso (sui 10.000 rand) ma potrebbe essere interessante come opportunità per entrare nel mondo del lavoro.
    Per informazioni contattare vicki chiocciola crsolutions.co.za.


  17. Fabio says:

    Grazie mille, sei veramente un aiuto insostituibile! Per Arianna, sentiamoci ti lascio la mia mail: fabio.pantarei chiocciola gmail.com

  18. Offerte di lavoro says:

    Buongiorno, approfitto del servizio offerto da questo sito web per pubblicare un annuncio di lavoro rivolto alle persone di entrambi i sessi come prescrive la legge.
    Sto aprendo a Cape Town una società di turismo e a Windhoek (Namibia) un ufficio logistico, per gestire le prenotazioni di alcuni importanti tour operators italiani. La sede principale sarà Cape Town, Windhoek sarà la filiale in Namibia.
    Le figure che cerco sono due persone, una a CPT e una a WDH, da destinare ad Operation Manager, ossia il supervisore a tutte le prenotazioni che arriveranno dall’Italia e che verranno effettuate localmente dai Tour Consultants. Se la persona ha già lavorato nel mondo del turismo assolvendo a questo compito è già privilegiata sa di cosa sto parlando, se non ha lavorato in questo settore sono disposto anche a formarla per questo compito, insegnandogli tutti i segreti del mestiere. Il lavoro inizierà a marzo/aprile 2012.
    I compensi da concordare saranno proporzionati alla capacità della persona, non richiedo lauree, master ecc. ecc. mi serve una persona capace, dinamica, intelligente e soprattutto “onesta”. Preciso la qualità onesta in quanto lavorando da più di 15 anni in africa ho capito benissimo lo spirito di molti italiani che vengono a lavorare all’estero, per cui a scanso di equivoci preciso che in allegato al contratto di lavoro, chi accetterà l’incarico dovrà firmare un patto di non concorrenza con tanto di penale, contratto che verrà registrato sia in Italia che in Sudafrica e Namibia. Vi sembrerà strana questa precisazione, ci saranno anche soggetti onesti, ma ho visto tante e tante persone che hanno lavorato da me e da tanti altri tour operators, che prima hanno accettato l’incarico per mettere piede nel paese, in seguito hanno abbandonato il lavoro per aprire un’attività autonoma soffiando i clienti tanto sudati….
    Chiunque fosse interessato può scrivere a: wtdm_africa chiocciola tiscali.it

    • RuggTo says:

      Mi stupisco del suo messaggio perche’ non sappiamo da dove deriva questo discorso dell’onesta’.
      Mi lascia alquanto perplesso che venga su un forum a ricercare persone serie, se realmente fosse cosi’ sarebbe piu’ adatta la rubrica di un giornale o un sito specializzato in ricerca di personale che, e’ evidente, entrambi costano.
      Personalmente poteva anche interessarmi ma l’onesta’ caro signore deve anche essere offerta e qui mi pare sia solo richiesta.
      Saluti

  19. Mauro says:

    Ciao a tutti,mi chiamo Mauro.
    E’ la prima volta che scrivo su questo forum e volevo cogliere anche l ‘ occasione per farvi i complimenti!…un sito fantastico!
    ho lavorato come meccanico specializzato(perito meccanico) presso una rubinetteria in italia per 7 anni,fino al luglio scorso quando ho terminato il preavviso delle mie dimissioni.
    Quello che mi ha spinto a lasciare il mio lavoro, è stata la voglia di cambiare,voglia di vivere in un altro posto!
    CT mi ha affascinato,perchè non potrei fare a meno della natura ma mi piacerebbe vivere in una grande città!

    Vorrei sapere se ci sono offerte di lavoro nell’ ambito meccanico,mi andrebbero comunque bene mansioni in altri ambiti magari nello sport e nella mountainbike(in italia ho molto a che fare con org. e gare),ristorazione e turismo.
    se qualcuno mi aiutasse ne sarei molto grato!
    son disponibile a spostarmi il prima possibile il mio inglese è di basso livello,ho viaggiato molto e mi faccio capire.
    grazie mille Mauro

    • Ciao Mauro,
      grazie dei complimenti e benvenuto sul sito.
      In effetti Cape Town è proprio come dici tu: una città con la natura selvaggia alle porte: mare e montagna praticamente sotto casa.
      Per quanto riguarda la ricerca del lavoro rimando alle fonti e ai suggerimenti citati sulla pagina Trova Lavoro.
      In bocca al lupo per la ricerca!

  20. Luke says:

    Ciao e complimenti per il sito, davvero completo e molto utile.
    Mi hanno proposto un lavoro a Cape Town, offrono 1.100 euro più una piccola percentuale in bonus…credi siano sufficienti per vivere lì?
    (Io no 😀 )
    Ciao e grazie!

    • Beh, dipende da quanto è il bonus e se i 1.100 Euro sono lordi o meno. Se sono netti e il bonus è 300-400 Euro minimo allora non è poi così male. Cerca di negoziare anche – se possible – che ti paghino l’assicurazione medica.

  21. Max says:

    Ciao a tutti!
    oramai in pianta stabile a CT,ho iniziato proprio ieri,con un primario immigration adviser la procedura per “retired” permit.Sia ben chiaro che non sono pensionato,nè lo sarò mai,ma per stare fuori dall’Italia il più a lungo possibile passerei pure da cinese.Sono,anche se “vecchietto”(57 a Gennaio) molto fortunato e,di certo non starò con le mani in mano…….se posso dare una mano a qualcuno,molto volentieri,giacchè le informazioni VALIDE sono così rare da ottenere.Cerco anche soci,di capitale e lavoro nell’ambito del soggiorno(guest-house e BeB).Assoluta,e buona conoscenza dell’Inglese(possibilmente anche di un’altra lingua) per fare qualcosa insieme……Let me know! I am here,purchè REALMENTE intenzionati a lasciare l’Italia; scusatemi,ma gli indecisi non mi piacciono.Ciao
    Max

    • gianluca76 says:

      ciao Max! ho letto i tuoi post precedenti, sono contento che dopo nuova zelanda e canada sia Cape Town la tua meta definita!:) io sarò giu dal 2 novembre fino al 14 con un amico che ha gia un B&B vicino a Stellenbosch e un’amica che ha una pasticceria/gelateria qui in italia.
      l’idea era di creare un locale friendly tipo una pizzeriaaltaglio/piadineria/focacceria solo prodotti italiani e anche un piccolo caseificio artigianale -nella proprieta del b&b- con cui rifornire hotel ristoranti ecc. di formaggi e mozzarelle italiani fatti da italiani 😉
      per la gelateria è da verificare se scegliere stellenbosch direttamente -ci sono tanti tetteski e mangiano il gelato anche a zero gradi- oppure una via di buon passaggio a CPT centro.
      in ogni caso se hai buone idee e onesta, sarebbe bello conoscerci giu e verificare se ci sono le potenzialità per fare qualcosa di valido e importante.
      ti lascio la mia mail per il contatto: gigiyyy chiocciola libero.it
      fatti sentire presto!:)

      ps
      ne approfitto per chiedere al gestore del sito una opinione su questo progetto… e per fare i complimenti a questo MERAVIGLIOSO sito, un grazie di cuore al suo autore/autrice

      Gianluca (Verona)

      • Ciao Gianluca,

        grazie dei complimenti per il sito 🙂 E’ nato un anno fa come sfida personale – ho un lavoro impiegatizio che non è male ma alla lunga è piuttosto noioso e nel tempo libero volevo fare qualcosa di creativo. Ho voluto vedere se era possibile creare un sito da zero, imparando strada facendo e senza l’aiuto di nessuno. May, la mia vicina di casa, mi ha suggerito di scegliere un soggetto che mi fosse familiare, così da non dover fare lunghe ricerche per i contenuti, e in un baleno è nato Vivere Cape Town. I forum hanno preso vita quasi da subito, e anche se prendono tempo sono gratificanti, mi dà molta soddisfazione poter essere utile.

        La tua mi sembra una buona idea, soprattutto perché usando il B&B come base puoi evitare di dover impegnare un capitale iniziale.
        Stellenbosch non è una cittadina facilissima, è piena di localini che aprono e chiudono rapidamente, ti devi trovare una nicchia e fornire hotel e ristoranti potrebbe essere proprio l’idea giusta. Comunque informati bene prima.
        C’è una coppia di giovani veronesi che ha aperto un piccolo catering a Stellenbosch di recente, orientato più sulla panetteria/pasticceria, non li conosco di persona ma hanno un sito, perché non provi a contattarli sicuramente ti potranno dare informazioni molto preziose sul mercato locale.

        • ...dell'Amore says:

          Ciao a tutti…siamo Simone e Pamela i panettieri/pasticceri di Stellenbosch…..Pamela per l’amor di Dio non è veronese …è di Bolzano con mamma austriaca……javolllll…
          Sarà un piacere conoscerti quando ci sarà l’occasione.
          Complimenti per il sito sapessi quanto ne abbiamo cercato uno simile 2 anni fa quando stavamo organizzando il trasferimento……..
          Ciao
          Simone & Pamela

      • Max says:

        Ciao Gianluca,
        quando sei qui,anzi no,prima,fammi un fischio……che ci vediamo.
        Ti scrivo,con calma,sulla tua mail,la mia è:
        bigbear(mai stato piccolo…..) 1955(così sai pure quanti ani ho…)@libero.it
        Vi fermate solo due settimane?
        Non male l’idea della pizza a taglio e dell'”italian fast food”,per il supplying caseario la vedo dura……anyway let’s talk about it,ok?See you soon……
        Max

    • paola says:

      Ciao a Max (e a tutti gli altri).E’ la prima volta che scrivo,anche se il mio cuore e’ in Sudafrica da vent’anni..lunga storia.
      In breve,ho deciso di trasferirmi finalmente.E sono tutto meno che indecisa,anzi.
      Sono venuta a C.T. in aprile e in settembre quest’anno,ho messo in vendita il mio business qui (farmacia )e
      sto aspettando solo questa vendita per muovermi.Vorrei rilevare una guest house nel Western cape,ce n’e’ una in particolare che mi interessa,sperando che non la vendano prima,dato che oggi sono ancora bloccata qui,in questo “bel paese”che non esiste piu’..
      Ho sentito che anche tu vorresti entrare nel settore,se ti va possiamo sentirci e scambiarci opinioni,dato che tra poco saro’ giu’ anch’io–Ho 47 anni,e anch’io non penso proprio di stare con le mani in mano,anzi.
      Intanto saluto tutti quelli che scrivono sul forum,dall’Italia e dal Sudafrica,e faccio i complimenti a chi ha messo su quest’opera d’arte.

      • gianluca76 says:

        ciao Paola! e benvenuta tra coloro che ci provano e credono in una vita diversa da quella in italia. se vuoi contattami alla mia mail gigiyyy chiocciola libero.it cosi scambiamo quattro chiacchere su un futuro (prossimo) in un VERO belpaese, quello che UNA VOLTA era l’italia..
        a presto. ciao! gianluca

      • Max says:

        Ciao Paoletta,
        eccomi qui!…..Se posso darti una mano….ben volentieri.Allora…..io ho cominciato già la mia immigration procedure,ma ti assicuro che non è stato facile.Sono già in contatto con Gianluca e,credo,che quando sarà qui ci incontreremo.Andiamo per steps.First of all: come sei messa con l’Inglese? Perchè incontro ancora imbecilli italiani che,stando qui,e magari facendo business,non parlano Inglese.Unbelievable……but true!
        Secondo,per te,e per TUTTI.Ho avuto l’incredibile fortuna di conoscere in AMBASCIATA a Roma una meravigliosa signora(di cui ho finito con l’innamorarmi……purtroppo…) che,al momento,è solo un’amica.allora sappiate che,PRIMA DI VENIRE IN SA POTETE FARE TUTTO DALL’ITALIA COMPRESO CHIEDERE IL WORK PERMIT…..YOU KNOW?
        Avrete DUE vantaggi:parlerete italiano e non dovrete fare chilometriche file come qui; inoltre,sarete bianchi tra bianchi,mentre qui,al momento,si vive,talvolta una situazione di razzismo di ” ritorno”.Una volta che avrete ottenuto il “pezzo di carta” richiesto,potrete partire……Se escludete nicchie professionali particolari( io potevo ottenere il mio work permit per execptional professional skills…..) sarà molto difficle che possiate lavorare “a stipendio”.Io ,infatti,anche perchè “vecchietto”(57 anni a Gennaio,ma ancora “je do dentro…”)
        ho definitivamente accantonato l’idea……
        A disposizione tua e di chi vuole al mio indirizzo email: bigbear1955òlibero.it
        Inoltre,come accomodation per 25 euro/gg offro:
        Pick-up DA e PER L’aereoporto;
        Accomodation di BeB con me a Bloubergrant,300 mt.dall’oceano,
        Uso di cucina,
        Giardino per prendere il sole,
        Televisione,impianto stereo e 3500 pezzi musicali(vi bastano?)
        E……la mia compagnia.che NON HA PREZZO!!!
        Per tutto il resto c’è Mastercard……..ma attenti alle “sole”(io,appena arrivato,ne ho presa una…ma il noviziato lo paghiamo tutti….)
        See you soon everyone!
        Max

  22. Michele says:

    ciao a tutti,
    sono a cape town dai primi di luglio, per seguire la mia ragazza che lavora a UCT come ricercatrice.
    Ancora non ho trovato un lavoro, ma ho contattato quelli che in questo periodo stanno proponendo “italian customer service”: uno riguarda una compagnia di viaggio e l’altro una di scommesse online. Non sono interessato e trasmetto volentieri questi dettagli. Lo stipendio e’ di 10/12.000 R al mese, LORDI e lavorano 24/7 quindi a turni di 8 ore con ad un certo punto della rotazione una pausa di 3 giorni. Non bisogna telefonare attivamanete per vendere (tipo call center), ma rispondere alle telefonate dei clienti.

    • Max says:

      Ciao Michele,
      anch’io avevo dato un’occhiata,e ,per fortuna che il lavoro me lo posso scegliere…..A mio avviso,con quelle caratteristiche si va a pescare nel segmento nero della popolazione……con quello stipendio e quelli orari…..però sempre meglio avere le “antenne” fuori tutta…….Ciao!
      Io ho un po’ di libri italiani(diciamo qualche centinaia?) da vendere……possono interessare a qualcuno?
      Ciao a tutti…..

    • Luz says:

      Ciao Michele,
      anch’io sono a Cape Town per seguire la mia ragazza ricercatrice all’UCT. Noi, però, siamo arrivati da appena due giorni. Più che del lavoro al momento ci preme trovare un alloggio. Sapresti darci qualche dritta sulle zone migliori su cui puntare e sulla vita in generale in questa città per noi che seguiamo le nostre ragazze?? So che non è il forum corretto, ma siccome siamo nella stessa condizione ti scrivo. Qualora volessi rispondere alla mia domanda, oppure se volessi incontrarci per un caffè o un birra (come avviene in Italia) ti lascio qui di seguito la mia mail: luca652 chiocciola hotmail.com
      Grazie in anticipo!

      • Michele says:

        Ciao Luca,
        per l’alloggio non so molto, perchè noi viviamo da un amico che ha casa a Milnerton, ma non ci vive e quindi la “custodiamo” noi (si, estremamente fortunati). Grazie al nuovo MyCiti Bus che passa su Marine Drive, posso arrivare in centro in 20 minuti (prezzo per corsa 10R). http://www.capetown.gov.za/en/MyCiti/Pages/default.aspx
        Posso dirti che abbiamo passato un mese a Observatory e non era male, ci sono un sacco di localetti/caffeterie/ristorantini uno dietro l’altro su Lower Main Rd ed è a 10 minuti a piedi dal UCT Medical campus su Anzio Rd. Posso anche dirti che Woodstock e Salt River sono decisamente brutti (e non so se mal frequentati, ma dall’aspetto direi di si).

      • Michele says:

        Ciao Luca,
        volevo conferma della tua email: 652 chiocciola hotmail punto com oppure luca_652 chiocciola hotmail punto com?
        per quella birretta tra principi consorti

        • Luz says:

          Ciao Michele,
          la mia email per esteso luca652chiocciola hotmail punto com (senza underscore tra luca e 652, in pratica tutto unito: luca652)
          Per la birra quando vuoi! Ho anche un paio di domande sul rinnovo del visto turistico; sono andato al Department of Home Affairs e oltre al passaporto e al pagamento di R425 vogliono il mio conto corrente e una lettera in cui scrivo i miei propositi e perche’ chiedo il rinnovo. Ora, tu che hai gia’ avuto esperienza, mi basta la stampa del mio estratto conto dall’ home banking o vogliono l’originale?

  23. Rossella says:

    Buongiorno,

    ringrazio in anticipo chi vorrà darmi una mano a fare chiarezza.

    Fare un’esperienza di lavoro e di vita all’estero è sempre stato il mio sogno, ed ora ne ho la possibilità.

    Ho degli amici in Sudafrica disposti ad ospitarmi per un primo periodo, mentre faccio la mia ricerca di lavoro lì.

    Ora, mi ritrovo di fronte ad un problema:
    con quali documenti partire? Visto turistico o Work permit?

    Se ho il Visto turistico non possono farmi un contratto di lavoro (nel caso in cui lo trovi) e il work permit non me lo lasciano se non ho già un contratto!

    In consolato mi hanno consigliato di partire lo stesso, di guardare la situazione ed, eventualmente, tornare in Italia, fare i documenti e ripartire.
    Ma sembra un’impresa titanica…non c’è assolutamente modo di rimanere in S.A. e regolarizzare il tutto lì?

    Grazie, è molto importante per me!

    • Fabio says:

      Ciao Rossella, sono esattamente nella tua stessa situazione, se vuoi possiamo sentirci e scambiarci qualche opinione, se vuoi contattami, ti lascio la mail: fabio.pantarei chiocciola gmail.com
      Anch’io sono passato in consolato e le opzioni per lavorare a CPT sono ridotte, per questo credo proprio come ti è stato consigliato a te, cioè partire per 3 mesi, sono già stato a CPT e ti assicuro che ne vale la pena sbattersi per andare in quella città meravigliosa!

  24. Fabrizio says:

    Ciao Michele,
    come già scrissi in passato su questo sito mi piacerebbe lavorare a CT. Sono un medico chirurgo Italiano, specializzato in oculista e volevo sapere se era sufficiente la traduzione dei miei titoli per esercitare o se invece, come sembra, devo sostenere qualche esame particolare.
    Come gentilmente suggeritomi ho contattato l’Ophthalmological Society of South Africa che mi ha detto di scrivere al Responsabile del “Committee of Medical Training of the Health Professions Council of SA”. Così ho fatto ma ancora NON ho ricevuto risposta.
    La tua ragazza potrebbe darmi qualche dritta 8se ho capito bene lavora all’UCT, vero)?
    Grazie mille
    Fabrizio

    • Michele says:

      Ciao Fabrizio,
      la mia ragazza ha un contratto da post-doc per ricerca di un anno rinnavabile (recentemente rinnovato per il secondo anno), ma non è medico. Ha un phd post laurea in biotecnologie mediche. Non ha dovuto rifare esami, credo sia una situazione diversa dalla tua, mi dispiace non poterti aiutare.

  25. Fabrizio says:

    Grazie lo stesso. Se dovessi avere notizie a riguardo avvisano.
    Buona permanenza a CT.
    Fabrizio

  26. Simone says:

    Ciao!
    Io e mia moglie abbiamo visitato Città del Capo e il SudAfrica nel 2005. Stiamo pensando di trasferirci, con tutta la famiglia (noi e due bambine). Noi siamo infermieri di Area Critica e vorremmo continuare questo lavoro. E’ un lavoro ricercato o ci sono difficoltà nel trovare posto? Prima di trasferirsi, consigli un periodo di un anno “di prova”, magari in affitto, lasciando la situazione in Italia in sospeso…giusto per vedere come vanno le cose? oppure si va sul sicuro e ci si può trasferire senza aver provato la vita Sudafricana?
    Grazie e scusa il disturbo

    • Ciao Simone, come infermiere specializzato dovresti poter trovare lavoro abbastanza facilmente.
      Ci sono agenzie di collocamento che si specializzano in professioni mediche (v. pagina visti), alcune forniscono anche un servizio di consulenza per l’ottenimento del visto, che probabilmente ricade negli special skills – informati presso l’Ambasciata/Consolato.
      Dovrai però verificare i requisiti di iscrizione all’albo SANC, che potrebbero prevedere lo svolgimento di esami. Ti suggerisco di scrivere subito un email per informarti: registrar@ sanc.co.za.

      Quanto all’idea dell’anno di prova, Cape Town è una città fantastica ma resta il fatto che trasferirsi in un altro paese è un grosso cambiamento di vita. Se sei fortunato abbastanza da poter farlo come prova approfittane!

  27. Michele says:

    Buongiorno,
    ho appena avuto un colloquio di lavoro per italiani.Il lavoro non mi interessa quindi riporto.
    e’ per una ditta che si chiama SPEAK UP, a Greenpoint, vicino al Cape Quarter.
    Si occupano di casino online, il posto e’ per “sale”. Bisogna telefonare ai clienti gia’ registrati, che per esempio non stanno usando il loro credito e chiedergli come mai, come non mai etc etc e incentivarli a usarlo/proporgli offerte.
    L’ambiente non sembra male, superinternazionale. Sono tutti in una stanza, svedesi, olandesi, tedeschi, inglesi, italiani, portoghesi e altri.
    Stipendio: basic 8000R (lordi, medical excluded) + commissione in base a quello che riesci a piazzare ai clienti e secondo loro si arriva a 13/15 mila (e + se sei in grado di vendere).
    Si lavora a turni, 5 giorni alla settimana. Una settimana fai sempre quel turno, la successiva cambi e la terza cambi di nuovo, poi ricominci.
    L’ho trovato tramite http://www.germanplacements.co.za a cui avevo inviato il curriculum per email.

  28. Daniela says:

    Gentilissima,
    approdo su questo utilissimo sito nel tentativo di realizzare il mio sogno ed andare a vivere in Africa.
    Ho 28 anni, sposata da 2 e da 6 mesi mamma del mio piccolo Lorenzo. La sensazione di sentirsi fuori posto qui in Italia l’ho ormai da tempo, ma ultimamente sento sempre piu pressante il desiderio di cambiare ritmi, di rivedere le priorità e dar ascolto alla vocina che ogni tanto si fa sentire. Sono stata un paio di volte in Africa, solo per turismo, ma è inevitabile che si resti affascinati.
    Vorrei tanto poter vedere questo mio sogno diventare realtà, ma mi sto chiedendo quale sia la situazione chi mi si presenterebbe avendo ora un figlio cosi piccolo.
    Esiste anche a CT, e in Sudafrica in generale, la discriminazione nei confronti delle neomamme? Eventualmente risulta piuttosto facile trovare degli impieghi part-time?
    Io sono laureata in lingue straniere, ma purtroppo qui in Italia mi son dovuta adattare lavorando in ufficio con mansioni amministrative e commerciali. Mio marito lavora invece nel campo IT e ho già visto che non sarebbe difficile per lui trovare impiego.
    Ringrazio in anticipo per la tua risposta e ancora complimenti per tutte le informazioni accurate che riesci a diffondere tramite questo tuo sito! La voglia di trasferirsi si fa ancora più forte!
    A presto,
    Daniela

    • Ciao Daniela, la mia impressione è che qui in Sudafrica, non esistendo una legislazione così protettiva dei diritti dei lavoratori, le discriminazioni di cui parli sono meno frequenti. In parole povere visto che l’essere neomamma non comporta privilegi, non c’è ragione per cui sia motivo di discriminazione.
      Qui è tutto molto più basato sulla meritocrazia, ovvero conta la preparazione, l’esperienza lavorativa, e il contributo che tu puoi offrire al tuo futuro datore di lavoro.

  29. Alessandro says:

    Salve a tutti e complimenti al titolare del sito…un aiuto incredibile per chi desidera cambiare vita.
    Sono stato a cape town nel 2007 e me ne sono innamorato.Ora a 29 anni voglio trasferirmi li’.
    Volevo un consiglio per la mia situazione…a parte sperare un giorno di laurearmi,ho fatto un’esperienza annuale come agente di commercio nel settore alimentare e sono anche barman.
    C’è la possibilità di trovare un lavoro decente nel food & beverage,sia come rappresentante magari import export o barman?
    E comunque al di là del tipo di lavoro da me desiderato,per iniziare sarei disposto pure a farmi un call center e poi vedere pian piano…ma dal punto di vista tecnico cosa mi occorre?
    che tipo di visto?il general work permit nel mio caso?
    E’impossibile ottenerlo a priori già qui in italia facendo domanda all’ambasciata di roma?
    Sono costretto a partire e basta turisticamente trovare li’ l’eventuale contatto e ritornare qui in italia per ottenere il visto?

    Grazie a chi mi deluciderà al riguardo…è importante vorrei partire il piu’ presto possibile.

    • Ciao Alessandro,
      per quanto riguarda il visto se non hai competenze specifiche devi prima trovare il lavoro. Una volta trovato il lavoro puoi chiedere il visto, sulla base del fatto che il tuo datore non ha trovato persone con le tue stesse capacità o esperienza in loco. Il visto può senz’altro essere chiesto all’Ambasciata ma solo dopo che hai trovato il lavoro.

      Se invece conti di venire in Sudafrica di persona a cercare lavoro, per il momento penso che sia ancora possibile entrare con visto turistico e poi fare domanda qui. L’aiuto di agenti di immigrazione è estremamente utile!
      Fai una ricerca su Google con le seguenti parole chiave: immigration agent south africa cape town.
      Sto ancora verificando le credenziali di alcuni agenti quindi per ora non ho nessuno in particolare da raccomandare.
      (Aggiornamento – vedi pagina agenzia di immigrazione).

  30. ilaria says:

    Ciao a tutti,
    innanzitutto complimenti per il sito..è l’unico che ti da info precise su tutti i fronti.. Io sono una ragazza di 31 anni, mamma di una bimba di 3 che lavora nel settore moda e vorrei trasferirmi a Capetown con il mio compagno. Abbiamo degli amici che vivono già lì e che ci offrirebbero un lavoro come manager in un albergo ma nn riusciamo a deciderci se è il giusto passo da fare…In Italia nn siamo più soddisfatti dei rispettivi lavori e l’idea di cambiare vita e soprattutto offrire un futuro migliore a nostra figlia ci spinge a considerare fortemente l’idea di trasferirci ma ….nella nostra testa ci sono tanti ma…innanzitutto nn sappiamo se la giusta mossa da fare sia partire tutti insieme o aspettare che il mio compagno parta da solo per ambientarsi anche dal p di visto lavorativo e poi raggiungerlo.. Sento parlare spesso anche di criminalità nei vari siti internet e questo nn rappresenta un punto a favore del trasferimento..é davvero cosi pericolosa capetown?? Il costo della vità è veramente inferiore rispetto all’Italia?? Avrei una miriade di domande al riguardo e credo che il primo passo da fare sia recarmi all’ambasciata sud africana a roma anche per discutere del visto..che ne dite?? scusate se vi ho annoiato ma è una decisione molto importante da prendere e nn so cosa fare… Grazie mille ciao a tutti!!

    • Ciao Ilaria, grazie per i complimenti, sono incoraggianti 🙂
      Non posso rispondere alla domanda del trasferimento separati o insieme, quella è una cosa molto personale. A intuito direi che se non siete sicuri al 100% della mossa allora l’idea che il tuo compagno venga giù prima vi dà la possibilità di tornare indietro sui vostri passi più facilmente.
      Se invece siete pronti per fare il grande passo.. allora forse preferirete farlo tutto in una volta.
      Per la criminalità vedi la sezione sul sito sul crimine. Sinceramente dipende da che tipo di vita fai, personalmente io non ho mai avuto alcun problema e so di tanti sudafricani che vengono borseggiati per la prima volta in vita loro quando vanno in vacanza in Europa. Però è vero che il crimine c’è.
      Per il costo della vita, come scrivevo ad Alessandra qui è più basso ma hai ragione, la differenza non è enorme. La qualità di vita però è molto più elevata (per es. a parità di costi hai una casa con giardino, due auto ecc.).
      Cambiare vita non è facile Ilaria, ma se non siete soddisfatti e avete il coraggio di partire all’avventura, posso solo dirvi che ne varrà la pena!

  31. Max says:

    Ciao VIV,
    un po’ di tempo che non ci sentiamo…….Io sto andando avanti per la mia strada,e ne ho fatta già abbastanza….Ho deciso di vivere la mia vita qui!!!
    Ho comprato,già da diversi mesi l’auto(ad un prezzo che in Italia non ci prendi neppure uno scooter usato…)usata,of course,ma chi se ne…..ho aperto il mio conto in banca(not cheap,non ladri come in Italia,però…) ed ho trovato una graziosa villetta a Bloubergrant,con un giardino di 100 mq.,arredata a 300 metri dall’oceano….520 euro,compresa l’elettricità….Fortunato? Forse,sicuramente tenace….d’altronde “in nomine omen”,anche se preferisco non divulgare il mio family name…..A questo aggiungi che,da diverso tempo,frequento una gran bella nera,di 35 anni,che mi segue appena può,senza chiedermi nulla……WOW!
    Il passo successivo sarà uno deipiù importanti della mia vita:mentre procede il mio “immigration process”,sono ormai ad un passo dal formulare una formale offerta per acquistare una villa(in zona Table View) da adibire poi a BeB……sarai poi informato insieme agli amici del sito e per me sarà il mio nuovo lavoro…..Ho tantissime idee che vorrei realizzare………e poi farne patrimonio comune…..
    A questo punto,mi dirai…se va tutto ok,perchè mi scrivi?
    Per chiedere agli amici del sito un po’ di……SERIETA’…
    Nessuno obbliga alcuno a fare qualcosa,ma se,,dopo aver scambiato mails e preso accordi, CI SI RIPENSA,educazione(esiste ancora?) vorrebbe inviare un’ultima mail(bastano 30 secondi)…
    A presto VIV ed ancora grazie per quello che hai fatto e,sono certo,continuerai a fare……
    Max

    • Ciao Max,
      complimenti per aver fatto la mossa!
      Per cambiare vita e cambiare paese ci vuole coraggio e determinazione e, come dici tu, serietà, che evidentemente hai dimostrato di avere: mi pare che ti sia già organizzato molto bene con casa, macchina, ragazza… e che stai anche facendo piani solidi per il futuro.
      Grazie per aver condiviso il tuo successo, spero che possa essere di ispirazione ad altri che sognano ma sono ancora indecisi.
      (Perdonami se ho tagliato un paragrafo del tuo messaggio ma dal momento che si rivolgeva a singole persone e non conteneva informazioni utili ad altri lettori ti suggerisco di contattare queste persone in privato).

  32. Adriana says:

    Ciao Viv,

    mi è stato segnalato questo sito da un amico che vive a Cape Town e trovo il forum estremamente utile, stai facendo veramente un buon lavoro!

    Sono 9 anni che vivo a Londra, ho provato a vivere a Hong Kong nella prima metà del 2011 ma sono tornata in UK alcuni mesi fa.
    Ora sto pensando di trasferirmi a Cape Town a febbraio, sono un pò di settimane che amici e conoscenti Italiani e Sudafricani che vivono lì e in Europa non fanno altro che dirmi quando sia bella e che dovrei provare a trasferirmi.

    Ho letto le diverse sezioni in questo sito e mi pare di capire che se si decide di andare a Cape Town usando il tourist visa non si può lavorare per motivi legali. Suppongo quindi che io debba andare all’ambasciata Sudafricana a Roma (al momento sono qui) per chiedere il work visa.
    Una volta ottenuto, credi sia facile poi cercare lavoro una volta atterrata a Cape Town? Mi sembra di capire che non si viene considerati per colloqui se non si ha il work visa.

    Sto cercando di capire come posso contattare le società italiane presenti a Cape Town, potresti gentilmente aiutarmi?

    Many thanks in advance and best regards!
    Adriana

    • Fabio says:

      Adriana anticipo Viv dicendoti che io sto per partire per CPT a giorni e il work permit non lo puoi ottenere semplicemente andando in ambasciata a richiederlo ma devi dimostrare già di avere un opportunità lavorativa in loco e solo allora potrai ottenere un work permit (questa è una semplificazione perchè la procedura è molto più lunga e cavillosa) io parto con un visto per stage lavorativo e ho dovuto fare i salti mortali per trovarlo, comunque ne vale veramente la pena farsi in 4 per tentare la fortuna a Cape Town, i tuoi amici hanno ragione la città è bellissima e descriverla non rende l’idea!
      In bocca al lupo, nel caso teniamoci in contatto, io credo di partire a giorni appena il mio visto sarò pronto, questa è la mia mail: fabio.pantarei chiocciola gmail.com
      Ciao ciao!

      Ah un piccolo avviso che vale anche per VIV un amico che vive in SA da anni, mi ha avvertito che alcuni posti di lavoro chiudono un occhio sul fatto di assumerti senza work permit, nel caso fossi beccato dalle autorità, la sanzione è l’esplulsione immediata e il veto per 5 anni ad entrare nel paese!

      • Grazie Fabio per la risposta ad Adriana e la segnalazione dei datori che chiudono un occhio. Anch’io ho sentito questa cosa e l’ho già segnalata sulla pagina dedicata ai visti. So personalmente di una ragazza che lavorava in un ristorante senza visto e per gelosie tra camerieri è stata denunciata e ha dovuto partire.

        • Fabio says:

          Purtroppo quando si parte bisogna prima di tutto informarsi bene sulle leggi vigenti nel paese, sai noi italiani vediamo spesso che nel nostro paese gli stranieri entrano e ottengono diritti molto facilmente, così spesso rapportiamo questo nostro costume con l’estero, purtroppo e per fortuna non è così!

          • Adriana says:

            Grazie Viv e Fabio per avermi risposto.
            Mi chiedo però come si fa ad ottenere un work visa in loco se spesso i datori di lavoro ti chiedono se hai già il work visa?

      • Max says:

        Ciao Adriana,
        quando e se sarai a CT fatti viva……..penso di poterti dare una mano……See you soon..
        Max

        • Adriana says:

          Ciao Max,

          darmi una mano in cosa esattamente?

          • Fabio says:

            Max sono interessato anche io, a girni sarà a CPT.

            Per Adriana, l’unico consiglio che ti do e che mi è stato dato è quello di andare a CPT per 3 mesi e trovare un occupazione, una volta che il datore di lavoro ti promette di farti ottenere il work permit allora potrai uscire dal paese, tornare in Italia e avviare le pratiche per ottenere il visto, nella sezione infopratiche del forum io e 2 ragazzi spieghiamo più nel dettaglio come fare, dai un occhiata!

          • Adriana says:

            Grazie ancora Fabio, vado a leggere.

  33. Fabio says:

    Vorrei segnalare questo sito per le opportunità lavorative in Cape Town, basta mettere mi piace sulla bacheca di Facebook e giornalmente scorrono sulla propria HOME molte opportunità lavorative.

    http://www.facebook.com/#!/pages/Jobs-in-Cape-Town-South-Africa/143484379010788

  34. Max says:

    ………ad inserirti Adriana..
    Io sono stato molto fortunato ed adesso vivo qui,ma ho 57 anni e mezzi a sufficienza…..se vieni”alla cieca” potresti poi tornare sui tuoi passi e non credo lo meriti……
    In addition…………se qualcuno potesse rispondere alla domanda,paradossale,ma vera,che hai posto a Viv e Fabio,avrebbe fatto tombola…..e non solo qui…..last,but not least,quanti anni hai?
    A Roma,in ambasciata,ti posso anche lì dare una mano…..se lo vuoi,senza reconditi interessi….
    See you
    Max

    • Fabio says:

      Max sarei interessato anch’io alla proposta, ovviamente se la tua proposta è allarghabile anche al sottoscritto, si so di avere la faccia di tolla!

    • Adriana says:

      In effetti è quello che voglio evitare, di andare a Cape Town alla cieca con la sensazione di perdere tempo e pazienza.
      Dici che l’età possa influire su qualcosa?
      La mia residenza è a Londra, al momento sono temporaneamente a Roma ma purtroppo non ho con me il passaporto che ho lasciato in UK, altrimenti sarei già andata all’ambasciata …

      • Fabio says:

        Allora puoi provare a contattare i tuoi futuri datori di lavoro dall’italia, sul sito ci sono diversi link a siti dove vengono offerte posizioni, alcuni solo per italiani, credo a intuito che il tuo inglese sia di alto livello e se ci dici di cosa ti occupi nella vita magari una mano possiamo dartela.

        • Adriana says:

          Infatti parlo perfettamente inglese e spagnolo, ho lavorato in diversi settori ma la mia esperienza principale è nel high-end interior design, idealmente sarebbe fantastico lavorare negli events/PR sectors e mi chiedo come vadano in Cape Town.

          • Fabio says:

            Direi che il tuo CV è ottimo peccato che non posso inviarti messaggi privati, comunque ti dico che in South Africa vogliono italiani che portino l’italianità, frase detta tempo fa da un signore che mi sta dando una gran mano a trasferirmi, intendo consigli e dritte, tu come interior design e la conoscenza di 2 lingue straniere parti già con il piede giusto.

      • Max says:

        Adry…………
        ma chi ti ha mai detto che per andare in ambasciata ci voglia il passaporto? Bye scordarella…..

        • Adriana says:

          Per dimostrare che sono italiana quando, e se mai, avrò il work visa per il Sudafrica.

          Per viaggiare in europa uso solo la carta d’identità.

          Saluti,
          Adriana

  35. Adriana says:

    Fabio, come hai fatto a trovare quel link che hai inoltrato qui prima, quello su facebook?
    Ho già lasciato un messaggio, vediamo che succede.

    Ho trovato questo:

    https://www.facebook.com/foreign.language.placements.SA

    • Fabio says:

      Il link me lo ha passato un amica spagnola che viveva con me a CPT, comunque qua sul sito ci sono molti link dove puoi trovare offerte di lavoro.
      Se vuoi avere un’attendibile idea se sei elegibile a lavorare in SA vai su questo sito ed esegui il free assessment: http://www.imcosa.co.za/en/visa-and-immigration-services/free-assessment.html
      Non imbrogliare!:)))

      • … aggiungo che puoi visitare la pagina immigrazione, appena aggiornata dopo varie ricerche, e anche lì tramite un form puoi inviare un messaggio a un agente per avere informazioni (non si tratta di un risponditore automatico).

      • Fabio says:

        Anche questo ti può interessare riguarda i lavoratori con special skills.

        http://www.imcosa.co.za/images/stories/downloads/quota%20list%202009.pdf

        le quote sono state tolte con la legge approvata quest’anno ma la tipologia delle professioni per le quali e’ possibile impiegare stranieri resta valida.

      • Adriana says:

        Fabio,
        sto compilando il form ma non capisco a cosa possa servire … verba volant scripta manent. Mi sa che lo lascio in bianco per ora.

        • Fabio says:

          Io lo avevo compilato tempo addietro per vedere se ero eleggibile come lavoratore in SA con le mie capacità e questa è stata la triste risposta:

          Thank you very much for your enquiry.

          The prime requirement for a general work permit is a job offer from a prospective employer in South Africa. Are you currently in possession of a work offer?

          If you are currently not in possession of a work offer, you do not qualify for a general work permit. You are welcome to study any of the categories, please let us know if you feel that you qualify for a permit in any of the categories. We will be happy to advise you further regarding any questions you may have.

          With regards to seeking a job offer, I can only refer you to the normal channels of newspapers, internet and commercial employment agencies at this stage.

          We hope to hear from you soon in order to be able to advise you further. Please let us know when you have secured a work offer.

          Kind regards

          Serve per capire se appunto sei eleggibile come lavoratore, comunque ti dico che il tuo CV è valido, ti consiglio di fare comunque un salto in ambasciata per avere maggiori informazioni!

          • Adriana says:

            Grazie mille Fabio per i tuoi preziosi consigli!

          • Fabio says:

            Figurati, ci si da una mano a vicenda, in bocca al lupo per il tuo progetto, facci avere tue notizie!

  36. Max says:

    Puntini sulla I…….
    Sono e rimango una persona disponibile.Non un coglione(prego VIV non censurare….)anche se,e non solo in Italia la disponibilità,spesso viene scambiata per coglioneria…..
    La qualità umana incontrata sul sito,a parte VIV (grande!) non è stata,purtroppo, delle migliori…….Mi spiego meglio.A 57 anni,plurilaureato,professionista,benestante,ma non ricco,ricchissimo invece di esperienze,professionali e non solo,prossimo in merito a scrivere un libro,dopo tre anni fuori dall’Italia,di cui il primo in New Zealand,poi S.Domingo e Canada,attualmente,da circa sei mesi in questo meraviglioso(ed ancora in parte sconosciuto…) posto dove vorrei morire,ritengo,juris tantum,come direbbero i giuristi,di poter offrire,DEL TUTTO GRATUITAMENTE,qualche suggerimento,che nessuno,ripeto nessuno mi ha mai offerto dall’inizio della mia “second life”…..ok?
    Questa è la premessa.
    Ora,se “in the end of the day” non merito neppure un “grazie” forse è meglio tornare a fare l’italiano,ossia guardare solo ed esclusivamente i c…propri…sbaglio?
    Ciò che chiedo è solo un minimo di CORRETTEZZA E SERIETA’……la buona educazione dovrebbe essere scontata,ma non sempre lo è…….
    Per quanto riguarda Fabio ed Adriana(soprattutto quest’ultima…) che potrebbero essere miei figli,entrambi,sono a loro disposizione.Se mi facessi pagare….la parcella sarebbe salata,credetemi…..
    Un caro saluto a tutti.Ancora grazie,VIV,spero un giorno di conoscerti……Le persone come te,ogni tanto,mi ricordano che noi italiani abbiamo una marcia in più……..se solo lo sapessimo……

    • Fabio says:

      Sono completamente d’accordo con te, Max, anche se mi sembra doveroso dire che in rete ho rischiato di prendere una ,megasola per quanto riguarda un offerta lavorativa, e solo grazie ad una conoscenza nelle forze dell’ordine ho scoperto il furbetto, questo è un monito per chiunque voglia andare a Cape Town o in qualsiasi altro posto, fate attenzione a chi offre scorciatoie e mari e monti, stay tuned!

      Max appena arrivo a CPT mi faccio vivo!
      Per quanto riguarda la scrittura del libro sono interessato, adoro i racconti di vita, fammi sapere il titolo sicuramente lo acquisterò!

  37. Max says:

    Adriana,
    dimmi quando saresti disposta ad andare in ambasciata……al resto penso io…..don’t worry.Ciao!

  38. Adriana says:

    Ti ringrazio Max per offrirti ad aiutarmi ma non capisco esattamente a quale ‘resto’ tu ti riferisca.

  39. Fabio says:

    Torno a bomba per far chiarezza sulle leggi in SA per ottenere il work visa, questo è ciò che l’ambasciata mi ha detto, ovviamente un succo del discorso:

    Il visto in SA si ottiene in due modi :

    1. investendo in un’attivita’ che rientri in quelle richieste dal ministero dello sviluppo almeno 2,5 milioni di rand (ZAR). L’investimento deve essere dimostrabile e deve rimanere in SA per almeno tutto il periodo in cui sei nello status di temporary visa. Nel momento che acquisisci il permanent visa puoi ridurre l’investimento ma devi ricordarti che loro possono verificare e revocarti il visto in ogni momento.

    2. Possiedi particolari doti o sei uno specialista nel tuo mestiere e può essere utilizzato per un lavoro richiesto in SA per il quale non si trovano cittadini o permanent resident in grado di sopperire alla richiesta (non hanno bisogno ne di camerieri ne di lavapiatti).
    Questo il testo in Inglese:
    Persons with exceptional skills or qualifications can be granted an “exceptional skills work visa” purely on the grounds of those skills or qualifications and independently of a particular job offer or position to be taken. The term “exceptional” is not defined in the legislation. However, the skills need to be proven by a prescribed set of documents, which are not easily available to most applicants.

    In entrambi i casi devi possedere sufficienti risorse tali che ti permettano di vivere sul territorio sudafricano almeno per 12 mesi.

    Fondamentalmente questo è il sunto, ovviamente la possibilità di trovare in loco un lavoro è la più accreditata, anche per esperienza personale, dato che il mio visto l’ho dovuto convertire da work visa a stage visa, ma devi presentarti al datore di lavoro con un visto turistico, ottenere la documentazione necessaria,uscire successivamente dal paese tornare in Italia e fare il visto.
    Come dicevo grazie ad un contatto a Cape Town ho avuto modo di chiarire anche la posizione di queste immigration agency e questo è quello che mi è stato detto:

    Secondo la nuova legge emessa in Agosto, non ancora recepita dagli organi ufficiali, le agenzie non possono piu’ rappresentarti presso l’immigration office come si faceva prima ma possono comunque preparare tutta la documentazione che poi tu dovrai presentare per ottenere il visto.

    “Le agenzie piu’ serie parlano di tempi galattici per ottenere il visto, anche 18 mesi, dall’Italia e’ meglio, per farla breve cerchi un lavoro li, prepari tutti i documenti poi rientri in Italia, presenti tutto al consolato ed in circa 1 mese anche 2 hai il tuo visto e parti.”

    • Adriana says:

      Accidenti quanto sbattimento.

      • Fabio says:

        A onor del vero però, dico che per quanto riguarda il visto in Italia a me l’ambasciata mi ha deto che ci vogliono max 5 giorni se la documentazione è in regola, quindi adriana credo che se ti presenti in ambasciata già con le visite mediche fatte, i cedolini giudiziali, e le altre menate, il visto lo ottieni in pochi giorni!

    • Aggiornamento maggio 2012 – Buone notizie!

      1. Il Department of Home Affairs ha finalmente eliminato l’arretrato e i tempi di concessione del visto sono non sono più così lunghi.
      I ritardi erano dovuti una ristrutturazione avvenuta nel 2011.

      2. La nuova legge in base alla quale le agenzie di immigrazione non possono rappresentarti all’immigration office non è ancora passata, per il momento è ancora possibile ottenere il visto senza mettere piede al Home Affairs.
      Se e quando la legge entrerà in vigore, questa richiederà la presenza in persona all’immigration office, ma potrai comunque essere accompagnato e assistito allo sportello dal tuo agente.

  40. Adriana says:

    Ah ecco!

  41. Vale says:

    Ciao ragazzi,
    io vivo qui a CT da un paio di mesi, ho ottenuto il visa/work permit dall’Italia, perche’ sono riuscita a trovare lavoro mentre ero ancora in patria, cosi’ in 5 giorni avevo gia’ tutto pronto.. Viv, se ti basta un qls lavoro per ottenere il visto e poi una volta ottenuto, cercare qcs di meglio, magari posso darti un contatto.
    Io sto facendo esattamente cosi’, ora ho questo lavoro che mi consente di risiedere regolarmente in Sud Africa, pero’ mi sto contemporaneamente guardando intorno.
    Anzi, se qcn avesse degli spunti su contatti, ecc…. sono a tutt’orecchi, ho provato a mandare il CV alla UCT ed alla Dante Alighieri, ma mi sa che non e’ andata molto di successo..

    • Fabio says:

      Ottimo vale, io sarò a CPT domenica prossima, farò uno stage lavorativo, sperando di trovare lavoro, nel caso ci si può vedere cosi mi spieghi che lavoro fai e magari ci si da una mano a trovarne uno, io ho qualche contatto che cercherò di sfruttare in loco! Questa è la mia mail, scrivimi se ti va: fabio.pantarei@gmail.com

  42. Vale says:

    Ciao ragazzi,
    io volevo sentire se qualcuno di voi mi puo’ dare consiglio/suggerimento in merito alla seguente faccenda:
    io ho un contratto di lavoro con una compagnia sudafricana per tre anni, il problema e’ che c’e’ un punto del contratto che su cui io e l’azienda non siamo d’accordo (troppo lunga da spiegare qui la ragione), quindi s’e’ deciso di rivolgersi al consolato per sentire se mi potevano dare una mano o almeno dare dei riferimenti di professionisti a cui rivolgermi, ma la reazione non e’ stata amichevole, anzi.. e a questo proposito mi chiedo a che servano i consolati, se non a supportare i propri connazionali.. vabbe’…
    Cmq voi avete dei riferimenti, contatti di professionisti? ci sono dei sindacati?
    Grazie mille sin d’ora!!
    Vale

    • Ciao Vale,
      purtroppo i contratti di lavoro sono una materia che esula dalla competenza dei consolati, poi tieni conto che quello di Cape Town è un ufficio molto piccolo e non solo non hanno un ufficio commerciale o legale ma non hanno nemmeno un avvocato di fiducia designato!

      Per rispondere alla tua domanda, mi risulta che in Sud Africa i sindacati sono principalmente coinvolti nella contrattazione collettiva, e non si occupino più di tanto di contratti individuali.
      A livello di professionisti, mi è stato fatto il nome di una giovane (italo)sudafricana che ha uno studio di avvocati che si specializza nel diritto del lavoro e si chiama Justine Del Monte, prova a contattarla e senti se ti può aiutare. Tieni conto che in questo periodo dell’anno potrebbero essere chiusi.

      • Vale says:

        grazie mille per la tua risposta ed il tuo suggerimento, di certo proero’ a contattarla e cmq ti faro’ sapere.
        grazie ancora e buon anno! 😉

        • francesco says:

          Ciao Vale e Fabio, sono interessato a un lavoro in Sud Africa, sono un traduttore speicializzato dall’inglese e dal tedeco, sono praticamente bilingue per l’inglese perchè mia madre è madrelingua, ho anche esperienza nei call centre, due anni a Dublin con quattro lingue. Ho mandato qualche cv. Sarebbe intenzione recarmi in Sud Africa tra un mese mezzo o due mesi, probabilmente arriverò a Johannesburg perchè il volo di Air Iberia costa pochissimo…voi quale mi consigliate se voglio andare fino a Cape Town…non ho molto denaro a disposizione…ho sentito che chiedono la tua disponibilità a mentenerti per un anno, come funziona, i miei genitori possono garantire?
          Spero di poter conoscere qualcuno prima di arrivare…

          • Fabio says:

            Ciao Francesco, allora io ti dico quello che so con certezza, se vuoi trovare un lavoro in regola in sud africa devi arrivare nel paese già con un visto lavorativo, non puoi entrare nel paese e poi convertirlo in loco.
            All’ambasciata ti chiedono di mostrare loro tramite una copia del tuo conto corrente che hai i fondi necessari per mantenerti per il periodo previsto per il tuo soggiorno, non c’è una cifra precisa ma per un anno credo che debba essere consistente, in alternativa puoi far compilare una dichiarazione da parte dei tuoi genitori dove scriveranno che loro posseggono i fondi necessari per mantenerti un anno, ma sappi che in ambasciata probabilmente ti chiederanno di versate una cauzione di 1000 euro che ti verranno restituite quando tornerai in italia!

  43. emanuela says:

    .. quanta gente intraprendente, sono positivamente impressionata da tanta voglia di fare e di vedere.
    Percio’ colgo il momento e mi butto anch’io.

    Sono un tecnico di radiologia medica, ospedali ce ne sono anche in Sudafrica giusto?? mi piacerebbe sapere innanzitutto che sito/i devo consultare per verificare se il mio diploma italiano e’ compatibile con quello sudafricano??
    Grazie… per ora mi fermo qui…buon anno a tutti

    • Ciao Emanuela, l’albo delle professioni mediche si chiama HPCSA, hanno anche una sezione per i tecnici di radiologia.
      PS Cari lettori, non crediate che io sia omnisciente, si tratta semplicemente di usare google.
      In questo caso ho fatto una ricerca con le parole medical radiology technician co.za.

  44. Fabio says:

    Ciao e buon 2012 a tutti! innanzitutto voglio fare i complimenti al gestore di questo interessantissimo sito…

    Ho una domanda un pò delicata da fare: sono il papà di una famiglia “multietnica”..mia moglie è cittadina del madagascar e abbiamo due belle bimbe piccole. Viviamo a Milano dal 2007, città nella quale svolgo la mia professione di senior analyst in una società di consulenza e rating finanziario. E’ probabile che nella terza settimana di questo mese io scenda a Cape Town per fare un paio di job interviews per posizioni abbastanza interessanti, visto il forte incremento della domanda di servizi finanziari in Sud-Africa e nell’Africa Australe in generale.

    Mi chiedevo quanto fosse forte l’impatto con questa realtà per mia moglie (che ha già “subito” il salto dal madagascar all’Italia). Ho sentito molti pareri diversi in merito. C’è chi parla di Cape come una città assolutamente moderna e multi-etnica (a differenza ad es. di Joburg) e chi invece mi dice che ancora il razzismo è molto ben radicato, specie nei contesti medio-borghesi (ad es. mi dicono che nella zona di Sea Point, nella quale mi piacerebbe installarmi, i neri che ci sono sono soltanto guardiani/domestiche) in cui noi dovremmo andare a vivere…Chiedo scusa per le probabili generalizzazioni ma conosco poco la realtà di questo paese…Grazie in anticipo e complimenti ancora per il bellissimo sito!

    • Ciao Fabio,

      il Sudafrica si è liberato dell’apartheid meno di vent’anni fa ed è inevitabile che ancora oggi il retaggio di quell’epoca rimanga pesante, la tua preoccupazione è quindi legittima.
      Non penso che la vostra famiglia avrà problemi ad inserirsi socialmente nella comunità bianca, tuttavia manca a Cape Town una folta classe media africana. Ci sono ovviamente persone di colore istruite e che svolgono lavori qualificati, ma la maggioranza rimane ancora oggi piuttosto povera, ignorante, e anche talvolta razzista contro gli africani non del Sudafrica.
      Per cui vi sarà più difficile fare amicizie fra la popolazione nera, a meno di lavorare in ambienti particolari come per esempio l’università che sono più misti e di più ampie vedute.

      Per quanto riguarda il razzismo ritengo più probabile essere vittima di pregiudizi razziali in una città come Milano che a Cape Town. Posso dirti a titolo di esempio che una giovane sudafricana nera che ha vinto una prestigiosa borsa di studio presso un’istituzione milanese, si è vista rifiutare l’ingresso prima ancora che potesse presentarsi come studentessa: pensavano che fosse una vu cumpra in cerca di lavoro. E’ rimasta malissimo, certamente una cosa simile non le sarebbe mai capitata a Cape Town…

      • Fabio says:

        Ciao, grazie per la pronta risposta!

        il razzismo c’è un pò dappertutto..l’altro giorno al mercato un commerciante vedendo mia figlia (di un anno e mezzo) che armeggiava con un frutto sulla sua bancarella ha apostrofato mia moglie così “MA BRAVA..GLI INSEGNA A RUBARE GIA’ DA PICCOLA?”…tralascio ogni mio commento in merito. Purtroppo l’attuale crisi sta ulteriormente incattivendo l’animo di molte persone qui a Milano…Un motivo in più per pensare ad un futuro diverso per le nostre bimbe!

        Al di là del razzismo mi interessava di più il discorso legato all’integrazione di mia moglie nel contesto locale e quello che mi dici purtroppo conferma quello che già sapevo (circa la “chiusura” della società e l’ostilità della parte coloured verso i bianchi e verso gli africani di altri paesi)…

        Non mi resta che verificare di persona..cosa che farò tra un paio di settimane..Un’altra domanda: ho un colloquio già fissato il 18 Gennaio. Sapresti darmi qualche dritta per procurarmene qualche altro? Ho provato ad andare sul sito di Claire Borquin ma dicono che sono chiusi per vacanza da Natale al 16 Gennaio..

        Grazie!

        • Prova a pubblicare il tuo curriculum sul sito Pnet. Tieni conto che Natale-Capodanno qui è come Ferragosto in Italia.

        • Max says:

          ……….ciao fabio,ma sei qui?E che aspetti a farti vivo?
          Max

          • Fabio says:

            Max qualche giorno fa mi hanno fregato laptop e altre cose dalla stanza e sono un attimo incasinato, la mail la posso vedere regolarmente quindi scrivimi su questo indirizzo che ci organizziamo: fabio.pantarei chiocciola gmail.com!
            A presto!

          • Fabio pantarei, scusa se mi intrometto, solo per dire che mi dispiace per il furto e l’inconveniente. Hai raccomandazioni da fare ad altri lettori sulle precauzioni da prendere per evitare un’esperienza come la tua?

          • Fabio says:

            VIV non ho consigli particolari se non quello di mettere sotto chiave tutte le cose di valore, ma questa cosa poteva capitarmi benissimo anche in Italia!

  45. valeria says:

    Ciao,
    ti vorrei chiedere un’informazione che non riesco a trovare sul visto turistico. Come scrivi tu vale 90 giorni e può essere esteso in loco fino ad un massimo di sei mesi totali.
    Io sono stata in Sudafrica due volte (cioè due entrate), lo scorso agosto, rimanendo fino a fine ottobre (due mesi e mezzo di permanenza), per poi rientrare a inizio novembre e uscire a fine novembre (tre settimane di permanenza). A Febbraio vorrei rientrare, ma mi hanno detto, un po’ alla rinfusa, che non posso entrare per più di due volte in Sudafrica. E’ vero? E se è vero, due volte in un anno legale o solare o ogni quanto? E’ un’informazione che non riesco a trovare.

    Grazie mille e complimenti per il sito!!!

    aleria

    • Ciao Valeria,
      non ho saputo trovare risposta alla tua domanda.
      Riassumendo sei stata in Sud Africa per circa 95 giorni nel 2011, giusto?
      Proverò ad informarmi ma non ti prometto nulla. Nel frattempo prova anche tu a contattare l’Ambasciata o Consolato sudafricano e se ti rispondono tienici aggiornati. A presto.

  46. valeria says:

    Ok, intanto grazie mille per avermi risposto subito. Si sono stata per un totale di 98 giorni e non ho pensato di estendere il visto a 6 mesi perchè nessuno mai mi aveva detto che ci fosse un numero limitato di entrate ogni tot (anno solare? mah). E in effetti quando sono rientrata a Novembre, l’impiegata dell’ufficio immigrazione all’aeroporto di Joburg mi ha detto di informarmi perchè se no non sarei potuta rientrare in Sudafrica. Ho chiesto più informazioni ma non mi ha saputo dire nulla di più.
    Ora ho scritto al consolato sudafricano e all’ambasciata sudafricana in Italia, spero che qualcuno mi possa aiutare… anche perchè non mi sembra un problema da poco!! Com’è possibile che non venga specificato? Come fanno coloro che tornano periodicamente in Sudafrica senza un visto lavorativo, di studio o coniugale??

    Eppure la risposta ci dev’essere!

    Di nuovo grazie comunque, speriamo che il dilemma venga risolto!

    Valeria

  47. Gianni says:

    Ciao a tutti
    volevo chiedere se avete maggiori dettagli per quanto riguarda la possibilità di impego nell’ambito del settore dell’information technology.
    Quali sono le zone dove è più sviluppato questo settore e come è meglio organizzarsi.
    grazie in anticipo
    G

  48. Debora says:

    Ciao,
    complimenti per il sito, veramente ben fatto!
    Anch’io sto considerando l’idea di trasferirmi a Cape Town e sto dando un’occhiata alle offerte lavorative. Ho visto diversi annunci per la ricerca di personale madrelingua italiana ma la maggior parte sono low profile. Ne ho visto uno il cui stipendio è 11.000 rand più incentivi. La mia domanda è? Considerando il costo della vita, è basso o nella media? Non sono da sola ma siamo in tre.
    Ho una laurea in lingue e un’altra in antropologia (quasi) ma non ho trovato molte posizioni aperte in NGOs o nell’ambito del sociale. Se qualcuno ha letto qualcosa, sarei felice di ricevere qualche segnalazione o consiglio.
    Grazie!

  49. francesca says:

    ciao a tutti,,sono in procinto di partire per cape town e attendo in questi giorni il mio work permit,ma per averlo l’ambasciata sudafricana in italia ha chiesto al mio futuro datore di lavoro un “waiver” da richiedere al department home affairs.Qualcuno sa dirmi di cosa si tratta? E’ una procedura normale?grazie a tutti

  50. Corrado says:

    Ciao!
    Mi chiamo Corrado e, come tutte le persone che scrivono su questo bel sito, soffro di “sudafricanite” o meglio di “capetownite”. Sono già stato a Città del Capo in agosto del 2010, dopo 20 anni di sogno, dove ho lavorato con i bambini di una township. E’ la cosa più bella che abbia fatto in vita mia! Da quando sono tornato non passa giorno in cui non pensi o nomini Città del Capo. Come tutti voi, vorrei vivere e lavorare lì. Ho 34 anni e sono laureato in scienze agrarie. Dopo aver insegnato alcuni anni, attualmente lavoro in ufficio.
    Il prossimo marzo sarò di nuovo a Città del Capo (Evviva!) dove seguirò un corso di Afrikaans. Sarei felice di incontrare e scambiare idee dal vivo con chi è riuscito a stabilirsi lì, anche per poter visitare qualche bel posto, visto che sarò solo e non so come è meglio muoversi. Chiedo al moderatore della chat se la laurea in agraria è un requisito raro in sudafrica (non sono riuscito ad accedere la link indicato nel sito).
    Lascio la mia email a chiunque di voi vorrà contattarmi.
    corrado77 @live.de
    Ciao
    Corrado

  51. Max says:

    Ciao,VIV……..
    sempre complimentandoti con te ti annuncio l’inizio della mia nuova vita a Cape Town!!!!
    Solo due giorni fa ho iniziato la procedura(che tu sai essere molto lunga…) per l’acquisto di una villa in zona Flamingo Vlei,a Table View.Diventerà,in ricordo di mia madre “Villa Licia” e sarà un BaB “all’italiana”,con prezzi che andranno da un minimo di 20 euro ad un max di 40-50 p/p/n,secondo stagione, italian breakfast included.Al momento posso disporre solo di quattro camere da letto ( di cui una singola senza bagno) ma posso ancora costruire,in giardino un altro flat per altre due stanze con bagno.Ovviamente metto a disposizione,non prima del 1° Aprile (data del “possession”) la struttura per tutti gli amici,italiani e non,che si trovassero da queste parti…….Conto anche su di te…..Mi farebbe piacere invitarti all’inaugurazione,ma non so se vorrai rimanere nell’anonimato.Comunque rispetto la tua scelta.
    Inutile aggiungere che seguirà un sito web in tre lingue e che ci saranno convenzioni che permetteranno agli ospiti di organizzarsi al meglio per il loro soggiorno.Settimanalmente organizzerò,nell’apposita area il braai,la cena italiana,la cena fredda ,per la pizza…..vedremo.I consigli e le “dritte” saranno compresi nel prezzo,come il pick-up da e per l’aeroporto……Inutile dire che c’è piscina,giardino,musica diffusa esterna grazie ai miei 3500 pezzi nell’i-pod e…tanto altro…..Ho già ricevuto la prima prenotazione per le prime due settimane di Luglio,da……Montreal (conosco gente in tutto il mondo)anche se mi farebbe piacere che fosse frequentato soprattuto da GIOVANI italiani ,per i quali sto anche scrivendo un libro che
    vorrei pubblicare al mio rientro in Italia.Ancora grazie per il tuo supporto e spero di conoscerti……
    Perchè i migliori italiani sono all’Estero?Qualcuno può provare a darmi una risposta?
    Un saluto a tutti gli amici del sito ,con la speranza che diventino anche clienti.
    All the best,everyone……
    Max

    • Corrado says:

      Ciao Max.
      Io ho provato a scriverti una email, ma non viene recapitata…

    • Ciao Max,
      well done, Villa Licia sembra un progetto ottimo.
      Da quanto capisco prendi possesso il 1 aprile, tienici al corrente.

  52. Elena says:

    Ciao ragazzi.. vorrei lasciare l’Italia.
    Non ce la faccio più, Qui non riesco a trovare lavoro.
    Sono una ragazza di 25 anni e gestisco un Bed and Breakfast nelle Marche, sono iscritta all’Università, ma non credo di volerla concludere.
    Ho cercato in vari blog come trovare lavoro all’estero,
    e l’unico che mi è sembravo davvero corretto e serio, consiglia di mettersi in contatto proprio con chi è già all’estero,
    per avere uno scambio che, comunque sia, non fa mai male.
    In sostanza chiedo informazioni su questa zona e se qualcuno ha bisogno di una ragazza per un periodo, anche solo per imparare la lingua!

    • Benvenuta Elena,
      cercare lavoro all’estero è un passo piuttosto grande, che ti consiglio di fare in modo ben programmato.
      Imparare la lingua va benissimo, ma se sei motivata quello lo puoi fare in Italia con un corso, usa piuttosto la carta del Sudafrica per specializzarti in qualche settore che ti interessa!
      Voglio dire che forse prima di buttarti dovresti provare a chiarirti le idee su che tipo di carriera sogni di fare a lungo termine, e una volta che hai un progetto dovresti cominciare a fare esperienza in quel settore in modo che ti possa poi essere utile a costruirti un curriculum, mattone per mattone.

  53. elena says:

    Si lei ha ragione,
    qui ho provato in tutti i modi a trovare un lavoro ma non ce l’ho fatta. Io gestisco un B&B nella mia zona, ma è una zona provinciale del centro Italia e purtroppo non offre nulla. Ho sempre sognato l’Africa, pur non essendoci mai stata. Ho letto di molti italiani lì che hanno aperto strutture ricettive, per questo ho deciso di scrivervi.
    Per quanto riguarda i corsi, li ho fatti ma credo che non c’è cosa migliore che essere messi in condizione reale di impararla una lingua, sono stata a Londra 2 volte e parlare è stato molto diverso e più difficile rispetto a ciò che mi avevano insegnato.

  54. Max says:

    ciao VIV,
    ormai è fatta! Proprio oggi ho versato l’acconto,ossia la caparra,di 130.000 Rand per l’acquisto di Villa Licia!!!
    La mia “second life” a Cape Town sta iniziando…..Non so se ti ho detto che sto scrivendo un libro (sono già al sesto capitolo) che vorrei pubblicare quando rientrerò in Italia su tutta l’esperienza accumulata in oltre tre anni tra New Zealand,Canada ,Dominican republic and,finally…….S O U T H A F R I C A!!!!!
    anche se sarebbe più corretto parlare di Cape Town….Vorrei,in qualche modo,dare una mano ai giovani,agli indecisi,a chi è meno fortunato di me……At the end of the day,I am here,friends!!
    Grazie ancora,VIV e see you soon…..

  55. sara says:

    CIAO! a tutti!
    Innanzitutto grazie di cuore per questo strumento Viv con il quale orienti efficacemente tutti noi.
    Vi leggo da qualche tempo e solo ora, raccolte le idee e le informazioni, mi appresto a scrivere anche io.
    Mio marito ed io – con figlia di 8 mesi al seguito -abbiamo intenzione di trasferirci possibilmente nell’arco di un anno a CT. Progetto a mio modo di pensare e credo di tutti gli amici di CT straordinario ma, anche straordinariamente impegnativo e da costruire con serietà che l’aggiunta responsabilità di una figlia fa percepire ulteriormente.
    Non abbiamo alcuna proposta di lavoro all’attivo, ma come da consigli letti, stiamo utilizzando i vari canali di ricerca di lavoro. a questo proposito vi chiedo: il settore dell’edilizia, per mio marito e l’ambito sociale, per me, sono settori ricettivi?
    la township di Philippi è realmente pericolosa?
    il Centro Scalabrini offre possibilità di lavoro o come ho letto solo di volontariato?
    le scuole di italiano accettano “facilmente” insegnanti madrelingua?
    Corrado, ho letto della tua meravigliosa esperienza in CT, con chi hai lavorato o fatto volontariato? se preferisci che ti scriva in privato dimmelo 🙂 dato che ho visto che hai lasciato la tua email..
    Max, intanto mi complimento con te per il successo della tua “impresa” e ne “approfitto” della tua gentilezza per “quasi” prenotarmi per agosto, poichè mio marito ha ferie, io dico purtroppo, solo in quel periodo, e siccome vorremmo venire a CT per “dare un’occhiata” mi piacerebbe avvalermi della tua struttura. Ovviamente ti avviserò in seguito e per tempo, ma volevo solo dirti che sono contenta di avere una base di appoggio da te.
    Un ultima curiosità, per ora, ma come si vive con una centrale nucleare a 30km? sono un pò “fifona” 🙂 e un’altra mia stranezza: quando piove ci sono tanti tanti tanti fulmini? non sono matta, ho solo visto per caso un documentario che indicava l’africa, in realtà il Congo, come posto dove cadono più fulmini in assoluto causando diverse morti.
    ma w l’ottimismo 🙂 e sognando CT e di incontrarvi tutti(!) vi ringrazio e saluto.
    sara

    • Ciao Sara,
      complimenti per il progetto, in effetti è un grande passo ed è bene darsi il tempo di preparare il più possibile. Una volta che avrete trovato un lavoro si tratterà di buttarsi!
      E’ certo che Cape Town è in espansione edilizia e che – come puoi immaginare – l’ambito sociale è critico, ma da qui a dire che è facile trovare lavoro in questi settori sinceramente non saprei, dovete tastare le acque voi contattando possibili datori di lavoro.
      Per risponderti sul Centro Scalabrini dovrei contattarli, e penso sia più facile che lo faccia tu direttamente, no? Mi pare che abbiano due o tre case di accoglienza e che ci sono due o tre giovani italiani che vi lavorano, non so se a titolo di volontari o altro, forse potresti provare a chiedere al Centro di darti il loro email e provare a sentire notizie di prima mano.
      Quanto alle ultime tue domande: sulla centrale nucleare è una questione personale. La centrale di Cape Town è stata costruita dai francesi e non ha mai dato problemi che io sappia.
      Per i fulmini, a Cape Town i temporali sono molto rari, e anzi devo confessarti che i temporali estivi italiani con lampi e tuoni mi mancano molto 🙂

      • sara says:

        Viv grazie.per la risposta e per l’incoraggiamento.
        certamente proverò di persona a contattare Scalabrini e altri posti che ho selezionato sperando di riuscire a creare un aggancio..speravo solo che qualcuno per caso avesse qualche notizia..ed hai ovviamente ragione anche sulle questioni personali, era proprio solo un pour parler..ma capisco che su questi temi ognuno sceglie per se secondo sua opinione.
        un’altra domanda l’avrei però: io ho lavorato a lungo come consulente immigrazione in Italia e molte donne per es. ucraine dopo tot anni di lavoro in Italia potevano ricevere la pensione addizionando gli anni lavorati fuori paese.
        come funziona il sistema pensionistico? a chi devo rivolgermi per info, al Ministero?
        sai per caso se si possono sommare gli anni di lavoro in Italia e eventuale sudafrica per percepire pensione?
        grazie ancora e buona giornata!..senza fulmini:)
        sara

        • Corrado says:

          Ciao Sara!
          Io ho lavorato con una associazione di volontariato sudafricana. Quando ho scelto di fare una esperienza di volontariato ho anche cercato quelle italiane, ma chiedevano così tanti soldi!!!
          Mi sono buttato un pò così all’avventura, ma poi l’esperienza vissuta è stata molto bella e l’associazione con cui o lavorato mi è sembrata molto seria. Il suo nome è TLC Outreach Projects e lavora sia con i bambini bisognosi di due township che con i senzatetto. Io sono stato lì 3 settimane, o pagato circa 600 euro ce sono serviti in gran parte a comprare il necessario per i bambini e in parte per il mio soggiorno, che è stato presso un bed e breakfast convenzionato con l’associazione. La proprietaria di questo bed and breakfast è anch’essa volontaria. Io sarei voluto rimanere lì, ma, a quanto ne so, non offrono lavori retribuiti, ma accettano solo volontari. Se vuoi sapere di più su quello che ho fatto puoi benissimo anche scrivermi alla mia email. Potrei darti anche i contatti anche con la volontaria di cui ho parlato sopra. Fra un mese io andrò a trovarli di nuovo.
          Ciao! :o)
          PS quando sono stato a Cape Town ha piovuto, ma non ci sono stati fulmini :o)))

        • Corrado says:

          Dimenticavo di darti il sito dell’associazione:
          http://www.tlcprojects.org.za/

    • Max says:

      Ciao Sara,
      solo oggi leggo delle tue intenzioni di venire a Ct per Agosto con tuo marito e soggiornare a “VillaLicia” che mi auguro, per allora, essere diventata una bella realtà…..Conta pure su di me,dall’arrivo in aereoporto,fino al reimbarco.Ti consiglio un periodo non breve(almeno tre settimane) non tanto perchè il SA è molto grande,quanto perchè,vedrai,la merce più rara da trovare sono ……le giuste informazioni per venire qui.Tutti i miei amici e conoscenti italiani saranno lieti di mettersi a vostra disposizione.Un caldo(qui siamo attorno ai 30°) abbraccio ed un caro saluto…..See you soon.
      Max

  56. sara says:

    ciao Corrado! grazie per le preziosi informazioni condivise.
    che “invidia” pensare che tra un mese sarai riproiettato in quella realtà. sono molto contenta per te.
    proverò subito a curiosare il sito della tua organizzazione. …sono diventata lo zimbello del forum con la storia dei fulmini eheh…buonanotte..serena.. 🙂

    • Ciao Sara,

      per rispondere alla tua domanda sulla pensione, se raggiungi l’età pensionabile in Sudafrica e hai già dei contributi in Italia puoi “convertire” gli anni sudafricani ai fini della pensione italiana – questo perché c’è un accordo tra i due paesi. Se non sbaglio il termine tecnico è riscatto.
      Se desideri maggiori informazioni l’ente da contattare è l’INPS.

      PS non ci crederai ma ieri mattina c’è stato uno spettacolare temporale estivo, forse capita due volte l’anno e guarda caso proprio quando se ne parla sul forum!

    • Corrado says:

      Ciao Sara!
      Io ho lavorato nella Township di Morningstar. I bambini erano adorabili e anche le altre persone del villaggio. Quelle persone non hanno nulla. Sono contenti anche se solo gli sorridi :o)

  57. alby says:

    Buonasera ai frequentatori, volevo fare i miei complimenti al realizzatore del sito. Per me che è da qualche settimana che sto cercando informazioni su Cape Town è una manna dal cielo!!
    Per ora mi informo e mi documento sulla possibilità di investire in un’attività produttiva nel ramo estetico, sicuramente a breve chiederò vostri consigli!
    Alby

    • Grazie Alby per i complimenti. Alcuni trovano Vivere Cape Town con più rapidità perché usano parole chiave che portano direttamente qui, posso chiederti com’erano mirate le tue prime ricerche? per esempio quali parole chiave hai inserito so google?

      Per investimenti puoi contattare anche l’ICE (istituto per il commercio estero) che pur essendo in via di ristrutturazione credo abbia ancora gli stessi uffici a Johannesburg, e che ti potrà dare dettagliate informazioni sul paese dal punto di vista commerciale.
      Se vuoi appoggiarti a qualcuno per il business plan (necessario per il visto) puoi chiedere informazioni ad un’agenzia tramite questa pagina, so che hanno aiutato diversi italiani a completare un business plan per avviare l’attività e ottenere il visto. O puoi anche rivolgerti a un commercialista in loco.

  58. Ale says:

    Ciao e complimenti per lo splendido sito…se ne vedono pochi così ben realizzati!

    Seguo il blog da tempo ormai perchè sto cercando la strada giusta per il trasferimento a CT.
    Dal punto di vista lavorativo per quanto riguarda me, è particolarmente difficile trovare lavoro dall’italia, mentre per le info sul visto, seguendo i vostri consigli ho inviato diverse email a Immigration For You ma senza ottenere alcun riscontro. Ho provato sia attraverso questo sito che contattandoli direttamente. Qualcun’ altro ha avuto i miei stessi problemi con le email ad Immigration for you?

    Ale

    • Vivere Cape Town says:

      Aggiornamento

      Dopo varie ricerche e feedback ho trovato un’altra agenzia che mi sento di raccomandare.
      Per maggiori informazioni vedere la pagina agenzia immigrazione.

  59. sara says:

    non faccio fatica a crederci Corrado (!) in tanti dovremmo riflettere su quei sorrisi…
    Spero di realizzare anche io questo desiderio doppio..di trasferimento e di esperienza nel sociale…teniamoci aggiornati!
    ..sono contenta di aver “provocato” un bel temporale che tanto ti mancava Viv..w i fulmini allora!:)

  60. alby says:

    Ciao, grazie per la celere risposta.
    Io ho inserito su google “Trasferirsi a Cape Town” e subito è apparso il link al tuo sito.
    Consulterò lavoro permettendo i siti indicati.
    Devo più che altro valutare come differenziare l’investimento tra
    -acquisto casa (e qui apriamo il capitolo su guest house e B&B) provengo dal settore visto che ho avviato un piccolo b&b in sardegna.
    -avvio attività imprenditoriale. Vorrei capire quali passi e norme devo rispettare per creare un laboratorio di produzione cosmetica. Qui in Italia è pressochè un delirio! Non c’è ufficio che sia competente in materia.
    So che ho davanti tanta strada, ma un passo dopo l’altro…
    Alby

    • alby says:

      Ciao,
      mi sto informando come tutti voi per cercare di trasferirmi a Cape town.
      Da una parte come detto vorrei investire in una casa da trasformare in guest house, i prezzi di proprietà nelle zone di table view sembrano abbastanza abbordabili.
      Ma cercando informazioni ho trovato che i guadagni sono minimi. Ora a me non interessa l’arricchirmi a tutti i costi, vorrei cercare di capire se avendo un capitale iniziale che consente di comprarsi una proprietà (di 5 o 6 camere) sia possibile riuscire a vivere decentemente affittando le stanze, insomma un B & b. Risolvendo così il problema dell’abitazione e del lavoro, quantomeno in un primo periodo.
      È necessario avere la cittadinanza per svolgere un’attività di questo tipo?

      Dall’altro lato mi piacerebbe creare una mia attività produttiva nel ramo estetico, ma qui penso che le cose siano un po’ più complicate. A fine febbraio farò una visita al consolato a Milano, certo che chiunque avesse informazioni al riguardo mi farebbe cosa assai gradita.

      Grazie a tutti
      Alby

      • Ciao Alby,
        non ho proprio idea di quanto sia fruttifero o meno un bed & breakfast, dovresti chiedere a qualcuno che è nel ramo.
        Ti suggerisco di cercare dei B&B gestiti da italiani, prova per esempio a contattare Luciano, il proprietario della Guest House Bella Italia, e vedi se è disposto a darti qualche dritta – il suo B&B è situato a Woodstock.
        Non è necessario essere cittadini italiani per gestire un B&B, ma devi ottenere un visto di affari (business visa) per poterti trasferire e cominciare l’attività.

        Non vedo perché le cose siano più complicate per l’attività nel ramo estetico, secondo me anche in questo caso si tratterebbe semplicemente di ottenere un business visa.
        E anche in questo caso se cerchi informazioni più specifiche dovresti cercare di identificare qualcuno che già lavora nel ramo, tramite una ricerca su internet, e provare a contattarli.

  61. Fanny says:

    Ciao a tutti!
    Intanto mi complimento con chi ha realizzato il sito. Io abito a Milano; è da tempo che medito sull’opportunità di vivere un’esperienza all’estero e ora inizio a pensarci seriamente. Ho letto praticamente tutto il blog e quello che mi è parso di percepire è che la maggior parte degli utenti che vi scrivono hanno “alle spalle” specializzazioni in studi o esperienza consolidata (magari qui in Italia, non per forza all’estero) in una determinata professione o una conoscenza davvero molto buona dell’inglese.
    Io non ho tali requisiti: conosco l’inglese discretamente e, anzi, vorrei fare un’esperienza all’estero proprio per imparare la lingua data la richiesta delle aziende qui in Italia (questo “inglese fluente” che non sanno parlare nemmeno loro…) e anche per una soddisfazione personale; non sono laureata né specializzata in una professione in particolare.
    Il Sudafrica mi affascina ma di certo è bene che io comprenda che tipo di situazione/modalità sia a me più congeniale… anche perché quasi sicuramente partirei da sola, senza alcun tipo di “conscenza” sul posto.
    Mi date qualche consiglio?! Forse dovrei iniziare con un viaggio (il visto turistico mi pare la soluzione più semplice)? Mi rivolgo soprattutto a chi vive a Cape Town o comunque ci “entra” ed “esce” assiduamente per vari motivi…

    Un grazie anticipato!

    • Corrado says:

      Ciao Fanny.
      Posso dirti subito che come turista, se vuoi restare in Sudafrica non più di 90 giorni, non devi richiedere nessun visto, perchè ti viene dato quando arrivi. So che poi lo puoi prolungare.
      Io penso che una esperienza di volontariato (io ho fatto quella) o un soggiorno studio ( a marzo mi accingo a fare quello) sono due buone occasioni per entrare in contatto con Città del Capo e guardarsi intorno. A me piace da matti. Non so se riuscirò mai a starci in pianta stabile, ma cercherò di andarci tutte le volte che potrò.
      Ciao.
      Corrado :o)

      • Fanny says:

        Ciao Corrado,
        grazie per la risposta!
        Tu mi hai anticipato in tutti i sensi. Anch’io ho lo stesso proposito: vorrei recarmi lì, almeno come prima esperienza, prendendo parte a un progetto di volontariato e, unitamente (magari prima di iniziare o parallelamente), seguire un corso di lingua sul posto.
        Il problema però che sto riscontrando nella mia ricerca è che questi tipi di soggiorni sono organizzati da enti/scuole che si fanno pagare uno sproposito. Non lo trovo giusto, specialmente per prestare servizio in un’attività di volontariato!

        Poiché hai già intrapreso l’esperienza che anche io voglio vivere e ti accingi a ritornare per seguire un corso, ti chiedo di “venirmi incontro” con qualche dritta.
        A proposito io sono di Milano, tu??
        Ti lascio il mio indirizzo e-mail: fanny_ungaro chiocchiola yahoo.it
        Questo, invece, è il mio contatto Skype: abbracciami_con_la_mente

        Ti va di lasciarmi i tuoi recapiti?!

        Spero di sentirti presto, d’altronde se con ci si aiuta noi che abbiamo un progetto in comune!

        • Fabio says:

          Ciao Fanny, anch’io sono di Milano ma ora a Cape Town per uno stage, il volontariato all’estero è un business e le agenzie ci lucrano sopra, se vuoi risparmiare vieni qua e poi trovi un associazione di volontariato direttamente in Sud Africa, le inserzioni non mancano e sarà più economico per te, io ho un amica francese che fa volontariato in una township leggermente fuori città ed ha vitto e alloggio gratuiti, quindi il mio consiglio è quello di venire qui e trovare poi la
          tua associazione! Se hai bisogno scrivimi: fabio.pantarei chiocciola gmail.com

          • Fanny says:

            Grazie Fabio… ti contatto di sicuro.
            Prendi anche tu i miei contatti… se vuoi aggiungermi su Skype che è più veloce!
            A presto

            F.

  62. sara says:

    Grazie Max dell’entusiasmo e accoglienza. ti contatterò sicuramente. (ho ricevuto tuo commento in mail, però non ti leggo qui sul forum..perchè?) e in bocca al lupo per la perfetta realizzazione del tuo progetto.
    sara

  63. Fanny says:

    Ciao a tutti,
    poiché mi pare di aver capito che per la mia situazione l’unico modo è arrivare a CT da turista, chiedo a tutti coloro che vivono già lì di darmi qualche dritta, Per esempio Max che stai mettendo in piedi il progetto di “Villa Licia”… mi piacerebbe farti qualche domanda (in privato, se possibile).

    Lascio di nuovo i miei recapiti: fanny_ungaro chiocciola yahoo.it (e-mail) oppure abbracciami_con_la_mente (contatto Skype).

    Grazie e spero di sentire presto la “voce” di chi già vive nella bellissima Cape Town….

    • Max says:

      I’m coming darling……when you want…my email address is:
      bigbear1955 chiocciola libero.it
      …..mentre sto già lavorando alla creazione del website relativo a “Villa Licia”…..I hope see you as soon as possible……bye or ciao,se preferisci…..

      • Fanny says:

        Max, hai un contatto Skype (per comunicare più velocemente) ?
        Comunque ho preso la tua e-mail. Thanks!

        Fanny

      • alby says:

        Ciao Max, complimenti per la realizzazione del tuo progetto che ricalca molto il mio…
        Vorrei se possibile chiederti qualche informazione pratica tramite il tuo indirizzo mail.

        Alby

        • Max says:

          Ciao Alby,
          nessun problema,sul sito o sulla mia mail,che ripeto per tutti:
          bigbear1955 chiocciola libero.it.A disposizione per chiunque.
          Ciao a tutti,
          Max

  64. tbird1 says:

    Ciao a tutti!
    Ho un colloquio in Skype con la Barretts recruitment per un posto di Customer Service Host in una international company in online gambling, penso sia un call center 24/7.
    Avete qualche esperienza con queste societá? É un posto di lavoro che puó permettermi di vivere a Cape Town o no?
    Ringrazio in anticipo tutti per i vostri commenti e risposte.

    P.s. Ottimo sito con molte informazioni!

    • Ciao tbird,
      non ho esperienza con i call centre, l’unica cosa che ti posso dire è che – anche leggendo altri commenti di lettori su questo forum – in genere la paga è piuttosto bassa. Direi che se sei alle prime armi, e se il datore è disposto a farsi carico del visto di lavoro, allora un posto presso un call centre, anche se lo stipendio è basso, può essere un modo di venire a Cape Town per guardarti intorno e cercare qualcosa di meglio.
      Per quanto riguarda la paga eviterei stipendi al di sotto di 12.000 Rand netti (anche se di fatto si può vivere con meno).

  65. Fabio says:

    Salve,
    ho appena letti commenti riguardanti una società che opera nel settore gambling. Dovrei arrivare a Cape Town il 1° marzo per iniziare questa avventura. La paga è più o meno quella su scritta; guadagnerei intorno ai 13.000 rands al mese con un incentivo ogni tre mesi senza raggiungimento di obiettivi di 5.000 rands perchè straniero. Mi stanno pagando loro il work permit e mi ospitano per 3 mesi a loro spese in una abitazione vicino la sede di lavoro (per intenderci siamo dalle parti di Sea Point)…l’orario di lavoro è ottimo si lavoro 5 giorni consecutivi e i successivi 3 sono completamente free…l’orario è di 8 ore al gg con 30 min di pausa pranzo e altri 30 min di break…quindi in pratica 7 ore effettive di lavoro…si tratta di rispondere a chiamate,mail e chat di clienti italiani. Obiettivamente credo che la paga calcolando che i costi sono abbastanza inferiore all’Italia sia ottima…insomma credo che con 1.300 euro al mese più anche il suddetto bonus (che potrebbe la cifra se splamata nei mesi a circa 1.450 euro) si faccia una vita discreta in Sud Africa o no ???! Attendo risposte !!!

    • tbird1 says:

      Ciao Fabio,
      volevo parlare con te perché mi trovo nella tua stessa situazione.
      Ti lascio la mia mail: tbird1 chiocciola tiscali.it

      Aspetto tue notizie

      Luca

      • Alessio says:

        Salve a tutti,
        oltre a fare i complimenti per il sito, volevo chiedervi alcuni consigli,avendo già visto Cape Town da turista ho avuto modo di innamorarmi della città e dei suoi dintorni, per questo mi piacerebbe trasferirmi lì ma non avendo una laurea non so come muovermi, in Italia faccio il rappresentante nel settore alimentare.
        Ho letto che si puo’ trovare qualcosa nel customer service, avete consigli in proposito?

        Grazie ancora,
        Alessio

    • Michele says:

      Ciao Fabio,
      normalmente il salario che ti propongono i call center è lordo e assicurazione medica esclusa.
      Sono 13mila netti nel tuo caso?

      • Fabio says:

        Ciao,
        allora sono 12.000 netti al mese più un bonus di 5.000rands ogni tre mesi fisso. Assicurazione sul lavoro e anche life discovery inclusa…in pià anche allowance di 350 rands al mese per cellulare…e 3 mesi pagati di affitto in un appartamento dell’azienda che dovrà condividere con un’altra persona ma avrò camera e bagno personale, cucina condivisa oltre alla piscina (questo fa molto American lo ammetto). Il discorso è che il visto me lo pagano loro ma la procedura richiede comunque una spesa per visite mediche, invio pacchi tramite corriere in Ambasciata e,inoltre, cosa più importante il volo per il SA me lo devo pagare io. Obiettivamente la situazione attuale in Italia fa si che questa possa essere presa come un’opportunità di cambiare vita visto che comunque il contratto e il visto sono per 5 anni con possibilità di rinnovo. Ora come ora trovare un lavoro simile in Italia sarebbe impossibile specialmente per la paga dato che i costi sono molto ma molto aumentati negli ultimi tempi e gli stipendi abbassati (per quelli che hanno ancora il lavoro perchè moltissimi lo stanno perdendo) !!!

  66. Marco says:

    Salve, a tutti volevo sapere se ci sono ragazzi gay già stabiliti a cape town o che partiranno a breve…giusto per amicizia io sono di padova a cape town a breve per favore niente commenti omofobi grazie!

    • Fabio says:

      Ciao Marco,
      il SudAfrica è stato tra i primi stati al mondo ad adottare politiche gay friendly. Detto questo immagino che se non trovi italiani troverai sudafricani, gay intendo. Vai per lavoro in SudAfrica ???! Io dovrei partire a giorni. Ti lascio la mia mail: fabius87ba chiocciola yahoo.it. Un saluto !

    • Ciao Marco, come già saprai c’è una folta comunità gay a Cape Town. A marzo ci sono due appuntamenti da non perdere: domenica 3 marzo la marcia del Gay Pride, e a fine mese un mini Film Festival.

  67. marco says:

    mia mail get-back2007 chiocciola hotmail.it

  68. Max says:

    Ciao VIV,
    allora,tra un paio di giorni pago il balance due per Villa Licia e ne divento formalmente il proprietario…..
    Sto già lavorando al sito,bilingue,e proprio per questo ti chiedo se hai qualche suggerimento da darmi.Ovviamente non articolato come il tuo,ma per uno,diciamo standard,quanto posso spendere?
    Vorrei aggiungere,a beneficio degli users,che italiani su piazza da più tempo di me hanno già provato a fregarmi,senza riuscirci…..Fate attenzione! Molto più probabile che cerchi di fregarvi un vostro connazionale che non un sudafricano.Soprattutto per i più giovani( e qui lo sono tutti più di me,purtroppo…) aldilà di tante chiacchere, per venire qui,come in tutto il resto del mondo,ci vogliono i soldi,non tanti,ma ci vogliono,ok?
    Non venite qui ipotizzando se,e poi se e poi se……fatevi una bell’esame di coscienza e poi,quando vi sentite pronti…..GO! Rimango a disposizione di chi vuole.
    P.s. Soltanto il viaggio aereo a.r. ha un range dai 500 ai 1200 euro….you know what I mean?

    • Ciao Max,
      non ho idea di quanto si spende per un sito, perché per VivereCapeTown non mi ha aiutato nessuno, è interamente farina del mio sacco.
      Prima non sapevo nulla di web designing, sono completamente autodidatta: ho cominciando scegliendo un service provider e acquistando il dominio online, poi ci ho installato WordPress, ho scelto il tema Suffusion, e cominciando da zero ho imparato strada facendo.
      Quello che ti posso dire è che, a parte il design del sito, è molto importante, soprattutto nel tuo caso dove hai un prodotto da vendere, costruire le tue pagine intorno a parole chiave che ti mettano in vista nei risultati Google – si parla di tecniche SEO (Search Engine Optimisation).
      E un altro consiglio: se ti fai fare il sito da qualcuno assicurati di poterci poi mettere le mani anche tu, se no ogni volta che lo devi aggiornare ti tocca di nuovo pagare.

      Max ti vorrei chiedere una cosa: se vuoi mettere in guardia i lettori contro “fregature” ti prego di essere più preciso, le informazioni che fornisci sono estremamente vaghe e quindi poco utili. Grazie.

  69. ciro says:

    ho visto che ci sono cuochi in cerca di lavoro. possono provare qui: Temenos Events –
    è un centro benessere, conferenze, meditazioni a 200 km da CT.
    Il ristorante si chiama Tebaldi.
    Indirizzo email: temenosevents chiocchiola lando.co.za

  70. Corrado says:

    Ciao.
    Qualcuno di voi è interessato al mondo dell’agricoltura biologica? Facendo delle ricerche mi sono informato sulla permacultura, che un tipo di agricoltura biologica ecosostenibile. Ci sono corsi in tutto il mondo e, che bello, anche in Sudafrica. Io per l’anno prossimo sarei disposto a fare uno di questi corsi, che rilascia un attestato valido in tutto il mondo, e mi farebbe piacere andarci non da solo.
    Se qualcuno interessato all’idea può contattarmi via email: corrado77 chiocciola live.de
    oppure via Skipe: nartjie77
    Ciao!

  71. MARCO says:

    Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo su questo bellissimo sito complimenti al giovane e intrapendente Viv che lo ha creato, lo segue da quando lo ha aperto anzi da quando scriveva su un forum;bravo complimenti è molto utile, detto questo l’idea sarebbe quella di trasferirsi con mia moglie e le nostre gemelle di 6 anni a CT ed avviare un’attivita’ o prenderne una gia’ avviata, tipo ristorante,B&B o simili abbiamo gia’ visionato qualcosa di piu’ o meno interessante, leggendo qua e la nel forum ho visto che in molti vogliono spostarsi dall’italia, giustamente vivere e lavorare qui è ormai impossibile,e cercano partner o soci, anche noi siamo interessati in questo senso, lascio il mio indirizzo e-mail nel caso qualcuno fosse interessato marco-bellotto chiocciola libero.it ,come dice Max ,noi siamo gente seria con mezzi economici e 44 primavere di cui 24 da imprenditore non facili da raggirare. Ciao a tutti

  72. Giovanni says:

    ciao
    mi chiamo Giovanni, ho vissuto 5 anni a roma dove mi sono diplomato in Design del gioello, interni e oggetti di arredo. Mi occupo anche di moda, sia come disegnatore che come organizzatore di sfilate, costumista per spettacoli teatrali,organizzo anche party privati,feste a tema per i localie e catering. Oltre al degner di interni mi presto a fare l’art buyer,e mi piace tanto.Trovo cape town molto innovativa sia nel design sia per quanto riguarda le tematiche sociali,direi ammirevoli. Per questi motivi mi piacerebbe molto viveri li, ovviamente non nego di essere anche attratto dal clima,dal mare e dal sole, al solo pensiero mi sento di buon umore.Credete che con i miei requisiti possa avere qualche possibilità lavorativa? sapete dove posso rivolgermi, aziende o uffici? Non mi pesa nessun tipo di lavoro, poi troverò pian piano la mia strada. Grazie in anticipo..

  73. Max says:

    Salve a tutti(once more time…)
    nel leggere le ultime due degli “evangelisti” -Giovanni e Marco- mi permetto di dare qualche suggerimento a loro,ed indirettamente a tutti gli users del sito.Premetto che,ormai da diversi mesi,sto scrivendo un libro che,aldilà di intenti lucrativi,permetta al maggior numero di persone di SCAPPARE da quello che una volta era il belpaese ed oggi…..lasciamo stare ciò che è diventato per le persone “comuni”,ma RAZIONALMENTE.
    Ho ricevuto centinaia di mails da italiani,soprattutto giovani letteralmente DISPERATI riguardo il loro futuro,ed in tali circostanze si rischia di cadere dalla padella nella brace.
    Non sono assolutamente un conoscitore,come VIV di CT,ma,dopo un girovagare per il mondo di oltre tre anni posso assicurarvi che è un posto delizioso dove vivere……a patto che:
    -Si accetti la realtà sudafricana che contempla almeno tre mondi: il bianco( numericamente minoritario che detenie e deterrà il potere economico); il nero( assolutamente prepoderante,ma povero, ignorante,disorganizzato e,dopo la morte di Mandela destinato a lotte,anche violente soprattutto tra zulu e xchosa,che potrebbero portare alla creazione di un altro stato al Nord) ed il colorato,che stanno in mezzo,sono i “furbi” del SA e cercano di sfruttare gli spazi che,saltuariamente,loro si aprono.;
    -Si conosca,bene, l’Inglese, anche se i sudafricani non sono come i kiwi,che lo impongono come prerequisito legale per stare lì(è una fantastica fonte di guadagno per loro…) non si può stare in paese,vivendoci,conoscendo solo l’inglese scolastico,ossia lo zero assoluto che viene ANCORA insegnato in italia.Rimane questo il primo elemento.Intanto cominciate a venire,studiando Inglese,senza accordarvi con le scuole locali,che speculando sul rand,vogliono essere pagate solo in dollari od in euro.Prenderete due piccioni con una fava.Almeno due mesi,se volete cominciare a capire qualcosa.Io ci sto da circa un anno(a fine Aprile) ed appena adesso comincio a sapermi muovere……col navigatore virtuale,e non solo…..
    LAST BUT NOT LEAST…….i soldi.
    E qui si apre una parentesi grossa quanto una casa…..Non esiste una cifra ideale per tutti,ovvio,però rovescerei il detto “time is money” in “money is time”,ossia avere denaro in più vi permetterà di prendervi più tempo per poter decidere,e quindi decidere per il meglio,per voi,e magari,per la vostra famiglia,che non dimenticatelo mai,è il vincolo maggiore,ok?
    Non fatemi ricordare che,duirng “my first life” sono stato,anche trainer in time management……però un consiglio,conclusivo,voglio darvelo: cercate di avere SEMPRE il tempo AMICO,mai contro…..e vivrete meglio,credetemi sulla parola.Sempre a disposizione.
    Ciao a tutti,
    Max

  74. Corrado says:

    Si, Max, anche dalla tua esperienza si capisce che gli unici che possono avere la possibilità di cambiare la loro situazione, passare due mesi per familiarizzare con la lingua e guardarsi intorno all’estero siano coloro che hanno soldi, purtroppo (oltre alle capacità dovute).
    :o(

  75. valentina argirò says:

    ciao a tutti sono Valentina, sono stata a Cape Town per più di un mese e ora vorrei tornare a novembre per stare un po di più. Ho studiato arte e mi piacerebbe trovare un lavoro come guida turistica per gli italiani, sapete darmi qualche consiglio?

    • Ciao Valentina,
      da quello che so per fare la guida turistica in Sudafrica bisogna passare un esame di Stato, e le agenzie che organizzano viaggi assumono soltanto persone che abbiano un visto che permetta di lavorare. Al massimo potresti fare la “tour leader”, ovvero accompagnare gruppi di italiani affiancata da una guida locale.
      Detto questo ci possono essere eccezioni, prova a contattare qualche operatore turistico italiano, come per esempio Simone di La Mia Africa che organizza safari in tutta l’Africa Meridionale.

    • Michele says:

      Ciao Valentina,
      integro quello che dice viv con qualche dettaglio.
      Per fare la guida turistica devi seguire un iter piuttosto complesso, che prevede:
      1) Seguire un corso per diventare guida della provincia Western Cape, presso scuole riconosciute (per esempio Livingstone Accademy: http://livingstonetourismacademy.co.za/).
      Il corso costa R 5600 (circa 550 euro), prevede due settimane di lezione tra classe e tour intorno a Cape Town. Dopodichè si può ottenere la qualifica, previo il superamento di due esami. Il superamento del primo esame, che si può provare un mese dopo la fine delle lezioni, ti permette di Guidare nella zona di Cape Town e dintorni. Il superamento del secondo esame, che si può tentare da due mesi dopo la fine delle lezioni, ti permette di Guidare fino a Port Elizabeth a Est e Namaqualand a Nord (in pratica si possono portare i turisti fino ai confini del Western Cape).
      2) Per poter esercitare la professione hai bisogno di registrarti come guida presso l’ente preposto. Ora a parte ovviamente superare almeno il primo esame, devi anche essere in possesso di un permesso di lavoro, e non uno qualunque, ma uno che indichi nel contratto che lavori nel settore turistico.
      3) La legge dice che in Sudafrica non esiste la possibilità di fare il Freelance per uno straniero, nel senso che per avere il visto di lavoro devi avere un contratto full-time con una ditta sudafricana, non basta un part-time. Di fatto però una volta ottenuto il visto di lavoro con contratto full-time nel settore turistico, si può aggirare la questione e fare il freelance. Esempio: riesci ad avere un contratto full-time con “Hylton Ross”, puoi fare qualche guida e quindi essere pagato da “African Eagle” se “Hylton Ross” in caso di verifica dice che ti ha autorizzato a lavorare per “African Eagle”.
      (Hylton Ross e African Eagle sono le + grosse tour companies, se vuoi darci un’occhiata).
      4) Per essere Guida Turistica autorizzata per tutto il Sudafrica, sono altri esami ancora. Sappi solo che già per superare la seconda parte dell’esame da guida per il Western Cape, devi avere una ottima conoscenza della regione – cosa impossibile senza averla mai visitata.

      Riassumendo, devi trovare qualche ditta nel settore turistico, che ti assuma, per poter fare la Guida.

  76. Max says:

    Corrado,
    preferiresti che illudessi qualcuno?
    I paesi che,con pochi soldi,possono offrire(?) qualcosa non sono da questa parte del mondo,ma in Centro-America( di lingua Spagnola,non Inglese) come Santo Domingo(da dove sono scappato…),in Sud America( e ce ne sono tanti dal Messico in giu…) e nell’ Estremo Oriente, Filippine,Cambogia,Laos,Thailandia etc.
    Chiaro che,ci sono però altri tipi di problemi…..E’ sempre tutto relativo.Ciao

    • Corrado says:

      No, Max,
      non sarebbe giusto illudere nessuno. La mia non era una critica alle tue considerazioni, ma solo una constatazione :o)
      Io parto domenica per Città del Capo, vorrei conoscere qualcuno che è riuscito a stabilirsi lì per parlare un pò.
      Ciao!

  77. MARCO says:

    Ciao Max, trovo giusto quello che dici, senza soldi non si va da nessuna parte,e anche con quelli non è facile, io ho avuto esperienze in africa mia madre ci è nata i miei nonni ci hanno vissuto 30 anni ,sono stato in Rep.Dem.del Congo, Zimbabwe, Namibia, e Mozambico dove mia sorella e mio cognato hanno vissuto 15 anni ai tempi dell’arenamo, ho amici in Zimbabwe e Namibia in Congo ho avuto una societa’ di trasporti fino al 2003 e nonostante la mia esperienza e le conoscenze dirette trovo difficolta’ a trovare la soluzione giusta, con l’inglese me la cavo ma trovo sempre delle difficolta’ e come dici tu se non sei sul posto e non hai il tempo per fare le cose giuste fai dei casini piu’ grossi magari di quelli che ti vuoi lasciare alle spalle (per casini intendo il vivere qui in Italia).Non è per demoralizzare nessuno ma un minimo di capitale anche se si cerca un lavoro da pseudodipendente ci vuole.E il tempo per capire come gira è essenziale io personalmente è 2 anni circa che cerco di chiudere il cerchio trovo il lavoro ma non la scuola x le bimbe trovo la casa ma è lontano dal lavoro non è facile ma non bisogna disperarsi ……test and test again….. come dice il moderatore….. P.S.se ha qualcuno interessa ho un’offerta per aprire gelaterie o distribuzione di gelato in franchising abbastanza interessanti capitale minimo, è un italiano che sta a C.T. e a messo su un bel giro, è serio, ma non garantisco. Ciao

    • Marco1 says:

      Ciao Marco, mi potresti inviare al mio indirizzo mpgg72 chiocciola gmail.com il contatto mail dell’italiano serio dei gelati?
      Grazie 1000
      Marco

    • Giovanni says:

      Io ed un mio amico saremmo interessati a questo tipo di proposta, se è possibiloe inviaci il contatto del tale, così possiamo scambiarci informazioni a riguardo. grazie in anticipo…juan.picas chiocciola hotmail.it

    • BARBARA says:

      Ciamo Marco,e’ possibile avere il contatto dell’italiano per il progetto sulle gelaterie? grazie.
      baxli@libero.it

  78. Daniele says:

    Ciao a tutti,

    mi chiamo Daniele, innanzitutto è propio belle vedere come in questo forum ci sia un serio aiuto tra tutti (o almeno speriamo lo sia) e scambio di info.
    Ho 28 anni laureato in Marketing e Comunicazione e sono bilingue inglese, ho vissuto per un po’ a Londra ma poi sono rientrato a Milano ma è arrivato il momento di rimettersi in marcia.
    Volevo sapere se sapete di qualche ditta o ente che cerca persone bilingue o semplicemnete per l’italiano o l’inglese.
    Grazie and you’ll have a nice day.

    Daniele

    • Ciao Daniele,
      non so personalmente di alcuna ditta, ma sulla pagina del lavoro ci sono i link ad agenzie che cercano personale bilingue, o fai una ricerca con parole chiave Italian Jobs Cape Town e ti salteranno fuori tutte le offerte del momento.

  79. Rossella says:

    Ciao! complimenti per il sito, mi ha dato un sacco di spunti!

    Io e il mio ragazzo vogliamo trasferirci a Cape Town verso Agosto. Io sono laureata in lingue ( inglese e spagnolo) e lui è perito agrario. volevamo sapere se ci sono dei siti di aziende che si dedicano all’accoglienza turistica e per l’agricoltura dove poter cercare un aggancio.

    Grazie!!
    Rossella

  80. Drive says:

    Salve a tutti,

    Vivo a Cape Town da 15 anni, mio padre e’ “scappato” nel 97 e io e i miei fratelli siamo cresciuti nella realta’ Sudafricana (scuola, universita’….etc) che, non serve dirlo, ci ha cambiato la vita.

    Ho sentito di questa “Bibbia” come qualcuno l’ha definita da amici e parenti in Italia a Luglio dell’ anno scorso

    Abbiamo trasmesso il mal d’ Africa a quasi tutti e cio’ gli ha spinti ad informarsi e a trovare il tuo fantastico sito. Specialmente vista la situazione in Italia negli ultimi tempi.

    Anche se sono l’ultimo arrivato qui, sono traduttore giurato e quasi avvocato; le informazioni che ho trovato qui sono succinte ed esaurienti, davvero un bel lavoro.!!

    Mi permetto, basandomi sulla mia esperienza professionale, di suggerire Isenberg & Associates per qualsiasi aspetto della pratica d’ immigrazione. La maggiorparte dei miei clienti ed io stesso ho avuto molte esperienze negative con varie “agencies” , mentre con loro vale davvero il detto : “Do it once , do it right.”

    Ancora complimenti, e’ bello vedere che piu’ e piu’ Italiani stanno considerando un futuro in questo fantastico paese.

    Posso solo dirvi che le soddisfazioni a cui magari non siete piu’ abituati in madrepatria, valgono la pena di “scappare.”

    Un saluto, e non esitate a contattarmi per qualsiasi informazione.

    • tbird1 says:

      Ciao Drive,

      mi piacerebbe molto poter parlare con te e approfondire alcuni aspetti della tua esperienza in Sud Africa.
      Ti lascio la mia email: tbird1 chiocciola tiscali.it

      Grazie

      Luca

    • Fanny says:

      Ciao Drive, mi farebbe piacere fare una chiacchierata con te in privato.
      Ti lascio il mio indirizzo e-mail se ti va di contattarmi: fanny_ungaro chiocciola yahoo.it

      Grazie
      Fanny

  81. Vale says:

    Ciao Drive,
    mi fa piacere sentire la positivita’ con cui parli del sud africa.. io da un po’ di mesi sono a CT e un po’ mi sto disilludendo. Per arrivare qui ho accettato un lavoro da call centre con l’intento che poi sarebbe stato piu’ facile poter cambiare una volta arrivata in loco, ma a dir la verita’ non e’ poi cosi’ facile.
    Sono laureata in lingue e lett straniere, ho fatto un master in knowledge management ed e-learning, ho esperienza di lavoro soprattutto nel commerciale estero, ma non rientro nelle special skills, quindi trovare un lavoro che mi permetta di migliorare la situazione attuale e’ abbastanza complicato, nonostante abbia spulciato i siti delle maggiori agenzie di lavoro.
    Magari io sono abituata alla ricerca di lavoro in Italia e qui forse e’ diverso, quindi se hai qualche suggerimento, sono ben accetti e credo saranno pure apprezzati dagli altri visitatori del forum.
    Grazie,
    Vale

    • Ciao Vale, forse ti interessa sapere – se non l’hai già visto – che Amazon.com cerca persone di madrelingua italiana, devi caricare il tuo curriculum e poi loro ti contattano. Non ho idea di quanto sia lo stipendio, potrebbe essere basso ma mi sembra il tipo di compagnia dove se ti distingui puoi fare carriera rapidamente.

    • tbird1 says:

      Ciao Vale,
      mi piacerebbe poter parlare con te e capire gli aspetti negativi (anche quelli positivi) della tua esperienza in Sud Africa.
      Anche io sto seguendo il tuo stesso percorso, cioé call center con l´idea di poter poi cercare qualcosa di meglio in loco una volta ambientato a Cape Town.
      Ti lascio la mia email: tbird1 chiocciola tiscali.it

      Grazie

      Luca

      • debora says:

        Ciao Vale,
        anche a me interesserebbe sapere gli aspetti negativi che stai incontrando. Anch’io sono laureata in lingue e mi sembra di capire che sia un percorso comune quello di mandare il cv per posizioni di call center per poi cercare qualcosa di meglio in loco.
        Volevo sapere se le difficoltà sono legate al visto, ai requisti richiesti, a un’offerta poco varia…
        Grazie mille!
        Deb

        • Vale says:

          Ciao Deb,

          scusa se ti rispondo solo ora, ma faccio un salto di tanto in tanto da qs parti.

          Il problema se decidi di arrivare qui accettando un lavoro da call centre, e’ che poi fai fatica a trovare un’alternativa, che non sia un altro call centre. Innannzitutto il limite principale e’ il visto, perche’ quando un datore di lavoro decide di sponsorizzati, tu hai un corporate visa, che decade quando decidi di lascire il lavoro. A questo punto devi trovare qualcun altro che si impegni a richiederlo per te.. detto fatto, solo i call centre, che hanno particolare necessita’ di italiani offrono tale opportunita’.

          Inoltre la mia esperienza non e’ delle migliori, in qauntoci siamo dovuti rivolgere alle vie legali per poter avere un supporto.. ma non mi voglio dilungare.

          Se sei in trattativa con un call centre, se vuoi posso darti maggiori info in privato.

  82. Aggiungo un link a un’offerta di lavoro che potrebbe essere interessante, soprattutto perché il datore di lavoro sponsorizza il visto, il posto è pubblicizzato molto genericamente come “customer service host” (servizio clienti).
    La scadenza per inviare il CV è il 31 marzo 2012.

    • Fanny says:

      Ciao a tutti!
      Qualcuno qui sul forum ha per caso avuto contatti con le aziende delle due inserzioni pubblicate da Viv?? Se sì mi fate sapere che impressione avete avuto… Per esempio, Vale ho letto che hai mandato la tua candidatura… com’è andata??

      Buona giornata
      Fanny

      • Vale says:

        Ciao Fanny,

        sono stata contattata solo da uno dei due e richiede lavoro a shift 24/7.. per quanto male vada, almeno ora lavoro di giorno e dal lunedi’ al venerdi’, quindi ho lasciato perdere io.

        Dall’altro non ho avuto contatti..

  83. Vale says:

    Grazie Viv per le info, ho gia’ mandato i CV ai link cui tu mi suggerivi e vediamo.. 😉

    • debora says:

      Io ho provato a mandare il cv 2 volte ma ritorna indietro. Qualcuno ha avuto successo?

      • Fanny says:

        Ciao,
        io l’ho inviato 5 minuti fa e per ora non è tornato indietro…. vedremo…

  84. Drive says:

    Ciao Vale,

    Scusa il ritardo, avevo del lavoro arretrato e mi trovo a risponderti solo adesso.

    Mi spiace di sentire che stai trovando difficolta’ capisco che deve essere molto frustrante.
    Come ho detto a Luca, la mia e’ stata un’esperienza molto diversa essendomi trasferito molto giovane e con tutta la famiglia.
    Da quanto tempo sei a CT? Ho visto molta gente arrendersi e tornare in Italia; ma ti posso dire per esperienza ch ricominciare una nuova vita vuol dire fare tutto da capo e avere fede! Da quello che leggo ti stai dando da fare e questo non puo’ essere che positivo.
    Personalmente l’idea dei call centre e’ la piu comoda e logica visto i vantaggi che ti porta per iniziare e riuscire ad andare avanti in paese nuovo; un paese , ci tengo a dirlo, in cui piu’ e piu’ gente cerca di trasferirsi, cercando lavoro. Anche se non e’ il massimo come carriera, come starting point e’ meglio di niente

    Se magari mi dai un idea di cosa cerchi e della tua esperienza, saro’ felice di aiutarti come posso.

    Includo un link che potrebbe interessare :http://www.arbeiteninkapstadt.com/index.php?option=com_jobboard&view=list&layout=table&catid=1&search=italian&keysrch=&locsrch=&daterange=0&Itemid=50&lang=en

    Saluti.

    • Vale says:

      Ciao Drive,

      sei davvero gentile a mettermi il link.. ma sai che quel posto e’ proprio dove lavoro io, perche’ gli italiani se ne stanno scappando (nel vero senso della parola, senza dire niente alla compagnia, da un giorno all’altro).

      Sono d’accordo che iniziare con il call centre e’ un punto di partenza, anche piuttosto che migliorare la mia posizione lavorativa rispetto all’Italia, l’ho peggiorata di gran lunga. In Italia ho lavorato sempre nel commerciale estero ed in parte minore commerciale Italia, quindi ho una buona conoscenza della gestione di agenti, distributori e distribuzione del prodotto. Nonche’ ho anche una buona esperienza nel campo pubblicitario.

      Qui cercato anche di vedere se la scuola italiana offriva opportunita’ di insegnamento, ma se non hai il visto, niente. Inoltre ho mandato il mio CV alla UCT e alla Western Cape University come lettrice di italiano o tedesco, ma anche da questa parte niente…

      La speranza e’ l’ultima a morire, ma ora qualche dubbio mi viene.. 😉

  85. Nicola says:

    Ciao sono un ragazzo di 19 anni e a settembre voglio iscrivermi alla facoltà di fisioterapia.
    Anche se sono “giovane” sono stanco dell’ Italia, tanto da sentirmi soffocato al pensiero di trascorrere qui tutta la mia vita. Mi attrae molto l’ idea di trasferirmi a CT, dopo la laurea, perché il Sud Africa, da come ho capito, è un paese che si sta evolvendo molto rapidamente, inoltre ha un clima a dir poco perfetto alle mie caratteristiche.
    Dopo questa premessa volevo chiederti se un fisioterapista può facilmente trovare lavoro, e in genere quanto viene pagato; poi volevo un chiarimento riguardo il fenomeno della criminalità, poichè l’ idea di tornare a casa ( una volta che mi sarò trasferito a CT) con il panico di poterla trovare svaligiata, o peggio ancora, di trovare dei ladri che mi aspettano nella mia casa, mi fa pensare e non poco.
    Complimenti per il sito, davvero esaustivo.

  86. MARCO says:

    Ciao Drive spero di arrivare presto a CT, ho letto che ti sei trasferito da giovane e siccome ho 2 bimbe di 6 anni volevo delle informazioni che solo uno che si è trasferito da giovane puo sapere. Mi puoi contattare alla mia mail te ne sarei grato. grazie Marco
    marco-bellotto@libero.it

  87. Angela says:

    Ciao a tutti!
    Ho da poco scoperto questo blog e volevo fare i miei complimenti a Viv per il fantastico lavoro, le informazioni riportate sono davvero molto utili! Mi sono imbattuta in questo spazio perché avrei la possibilità di trasferirmi a Cape Town per un periodo da definire, si tratta di un’opportunità lavorativa nel settore IT. L’azienda mi farebbe da sponsor e sbrigherebbe tutte le pratiche burocratiche che un eventuale trasferimento comporterebbe. La questione è che non sono del tutto convinta, pur avendo vissuto circa 7 anni all’estero (ho 31 anni, sono rientrata a Milano 2 anni fa dove lavoro con un contratto a progetto che scade a giugno), non avevo mai preso in considerazione il Sud Africa come meta. Vorrei quindi chiedere quali sono secondo voi i pro e i contro nell’affrontare un’esperienza di questo tipo…
    Spero che possiate aiutarmi a schiarirmi le idee!
    Un saluto,
    Angela

  88. Marco says:

    Finalmente a cape town prima impressione: bellissimaaaa sono senza parole!!! Ho gia’ lasciato il mio contatto su in un post se c’e qualcuno come me a cape town ora: get-back2007 chiocciola hotmail.it

    • Max says:

      Ciao Marco and ……welcome to Cape Town!!! The so called “Mother City”…..
      Io entrerò a”Villa Licia” solo Domenica prossima ed, almeno per i primi 15 gg.non sarò in grado di ospitare,però,se nel frattempo vuoi farti un giro visivo su Fb,puoi andare su “VILLA LICIA BeB” e darmi le tue impressioni…..poi magari mi vieni a trovare e ci prendiamo un caffè(italiano,of course…) insieme….Ora dove sei,e come ti muovi? Fammi sapere.La mia mail è sempre bigbear1955@libero.it see you soon……….bye
      Max

  89. claudia says:

    ciao a tutti un saluto speciale a vivere cape town, per la spettacolarità del sito, a Drive perchè è molto informato da vicino e a Vale perchè non si perde d’animo ma lotta. Ho 25 anni e sono mamma da poco più di 2 mesi e moglie. Abbiamo sempre pensato con mio marito che il nostro futuro non sarebbe stato in Italia ma ora con la nascita di Carlo, bhe le cose si sono fatte decisamente più concrete. Non penso che qua possa dare a mio figlio il futuro e le prospettive di vita che merita non ho intenzione di saltare con il resto degli indecisi a darci un taglio, io voglio tagliare ora!Non so quale posto sarà meglio, ma mio marito è innamorato dell’africa e poi ha ragione è un paese in pieno sviluppo economico, culturale, sociale e una miniera in continua espansione, ed è questo che più mi attrae, l’idea di crescere di poter avere qualcosa di meglio uno stimolo in più a vivere la giornata.
    Ora io non posso partire allo sbaraglio e come va va, ho una responsabilità in più che è un neonato, ma voglio crearmi amicizie, contatti per poter avere un “appoggio” un sostegno quando mi troverò la e non saprò bene come funziona; ma una volta partiti non si torna più in italia… si parte per sempre e definitivamente senza ripensamenti!!!!
    io sono diplomata in perito agraio ma mio marito non ha un titolo di studio, fin’ora commerciamo tappeti persiani e biancheria per la casa, ma il mercato è fermo e il costo è alto decisamente alto non riesco a starci dietro e non riusciamo a mettere via neanche un euro!!!
    cosa mi consigliate????vorrei che foste sinceri voglio sentirmi dire le cose dalla A alla Z come amici anche se non mi conoscete.
    grazie mille x il tempo
    kiss
    claudia

    • Vale says:

      Ciao Claudia,
      complimento per lo spirito con cui affronti la cosa, con un neonato.. sinceramente io non so se vorrei far crescere una creatura qui, e’ il mio punto di vista sai, quindi prendilo come un mio pensiero personale. Insomma in Europa siamo abituati ad avere piu’ sicurezza ed assistenza, qui no.. io non vorrei che un bimbo crescesse in un posto dove deve guardarsi alle spalle, perche’ non sai chi puo’ esserci dietro e cosa puo’ farti.
      Per il lavoro, invece, qui ci sono buone opportunita’ se hai intenzione di aprire una propria attivita’ imprenditoriale, magari valutando quali sono i settori che sono ancora da sviluppare qui, quindi importando la conoscenza europea e cercare di trapiantala.

      Per quanto riguarda il lavoro da dipendente d’altro canto e’ parecchio dura e posso darti la mia testimonianza diretta, in quanto la sto vivendo in prima persona. E come esperienza in prima persona, non so quanto affidabili siano le compagnia sudafricane che assumono stranieri, in quanto io mi sono pure dovuta rivolgere ad assistenza legale, in quanto i termini del contratto, non sono corretti, ecc….
      Io sono partita con un’idea del Paese, ma ora ne ho un’altra…

      Se vuoi altre info, sono qui..
      ciao
      vale

  90. alessandro says:

    ciao, mi piacerebbe trasferirmi a CT inizialmente da solo per assicurarmi una solida posizione di lavoro e poi farmi raggiungere da mia moglie e dai miei 4 figli, ho esperienza nel settore dei trasporti,e mi piacerebbe trovare un lavoro nello stesso settore,mi sai segnalare qualche azienda da contattare?se fossero aziende italiane sarebbe ancora meglio.
    grazie e complimenti per il sito e il modo in cui lo gestisci.ale

  91. Max says:

    Ciao VIV,
    distrutto dal trasloco(ancora in essere…..) ma profondamente soddisfatto e conscio che un sogno sta diventando realtà,volevo semplicemente dirti: Grazie.
    Grazie a quelli come te,che in Italia ormai sono rarissimi a trovarsi,ancora si può sperare……perchè,sì,un’altra vita è possibile……purtroppo non più in Italia,ma, almeno qui.
    Grazie a chi,senza alcun recondito interesse,cerca di dare una mano a chi ha capito (e sono tanti,purtroppo) che, in Italia non c’è più alcuna speranza( quando ci sarà non so dire….) soprattutto per la gente comune,i giovani,le donne,i meno fortunati di me,di te,che viviamo qui,in un posto fantastico come questo……
    Grazie ai MIGLIORI italiani che ho incontrato,purtroppo solo all’Estero,che non cercano,sempre e comunque, di fregare il prossimo,ma, possibilmente, di aiutarlo per offrigli un’opportunità concreta di inserimento,o, semplicemente, per dare delle INFORMAZIONI CORRETTE ED UTILI (quanto costa il know-how…..).Senza cinema,senza teatro,spesso senza giornali (anche se mi sto abituando ai loro,così diversi da quelli italiani,sempre pieni SOLO di brutte notizie) sto vivendo finalmente in maniera SERENA……seguendo le mie principali passioni: la lettura e la musica.Mi sono addirittura comprato la batteria!
    Una preghiera: continua a fare questo tuo splendido lavoro(perchè sicuramente lo è diventato…) e, se puoi, miglioralo! Io,come sempre,se vuoi, se posso,sono pronto “nel mio piccolo” a darti una mano………….
    Insomma,sono qui!
    A presto VIV,ti farò sapere come “Villa Licia” BeB procede( se vuoi guarda la sua page su Facebook)
    Roma non fu fatta in un giorno.All the best,my dear fellow!
    Max

    Max

    • Ciao Max,
      grazie dell’aggiornamento.
      Ammiro molto chi ha un sogno, un progetto, e mi rendo conto che a volte serve solo un piccolo incoraggiamento per dare il coraggio di buttarsi, di provare, di uscire dalla paralisi. E’ quello che cerco di offrire con questo sito.
      E tanto di cappello a quelli che, come te, si buttano. Ci vuole coraggio, costanza e determinazione.
      Buon lavoro con Villa Licia 🙂

    • Rossella says:

      Ciao Max!
      ho visto che hai aperto un B&B a Cape town! complimenti!
      vado al sodo in maniera molto spudorata: io e il mio ragazzo ad agosto vorremmo trasferirci a CT. Stamo tastando ogni terreno per quanto riguarda il lavoro e quindi ti chiedo una cosa; possiamo inviarti i nostri curriculum??
      Grazie

      Rossella

  92. alessandro says:

    ragazzi ma è vero che cape town è così pericolosa?ho letto qua e la per informarmi,e pare che ci siano omicidi tutti i giorni,che non si possa camminare per strada senza avere paura di essere aggrediti,io ho 4 figli,sarà il caso di portarli in un posto del genere?ovviamente se le cose stannodavvero così.

  93. Valentina R. says:

    Ciao tutti, complimenti per il sito pieno di info utili.
    Sono una vacanziera abitudinaria del Sud Africa, dove sono stata gia’ tre volte , tra cui due a Citta’ del Capo. Ho visitato molti paesi nel mondo, e molte citta’, ho vissuto un anno in Australia, ma il mio cuore l’ho lasciato a Cape Town, in sole due vacanze :).
    Bene , ora mi trovo in Italia con un buon lavoro, devo dire, ma non sono portata per la vita sedentaria e soprattutto in Italia, per quello che il paese adesso non riesce ad offrire.

    Lavoro da tre anni nel settore alberghiero, mi occupo di marketing turistico, e diciamo tutto cio’ che a che vedere con il commerciale.
    Sto provando a inviare moltissimi curriculum ad Hotel nel Western Cape in generale, sempre con la speranza di ricevere una risposta.
    Ho pensato di partire ad ottobre e provare ad arrivare in loco, cercando poi un lavoro a tappeto. Questo metodo e’ quello che ho usato a Sydney, ma mi rendo conto che tutto era piu’ facile in quanto un visto ce l’avevo gia’ per la durata di un anno.
    Qua arriverei con un visto turistico che e’ l’unico da quello che ho capito che e’ possibile avere. Poi proverei a fare domande agli hotel , con curriculum in mano. (vecchio metodo) 🙂
    Qualsiasi lavoro nel settore turistico andrebbe benissimo.

    Diversamente, se qualcuno conoscesse un elenco delle aziende italiane che hanno sede in Sud Africa, anche se so che forse bisognerebbe spostarsi a Jo’burg.
    Non so sinceramente da che parte iniziare, so che vorrei provare nella terra arcobaleno, anche se dai post che leggo capisco che non e’ cosi’ semplice, anzi.
    Se potete essermi d’aiuto.
    Grazie mille in anticipo un abbraccio a tutti
    Vale

  94. Valentina R. says:

    Ero interessata anche a capire come fare ad inviare un curriculum ad un call center.
    Proverei anche quella iniziando da li.

    Grazie in anticipo
    Ciao a tutti
    Vale

  95. Alex says:

    Ciao a tutti, approfitto di questo sito utilissimo oltre che abbastanza seguito per cercare compagni di viaggio per una vacanza-lavoro a cape town per luglio!!! Per chi fosse realmente motivato può contattarmi per mail: Alessandro-vania chiocciola hotmail.it

  96. Davide says:

    Salve a tutti, Vi chiedo un grosso favore se potete…io e la mia fidanzata ad agosto vorremmo trasferirci a cape town. Per l’alloggio dovremmo essere posto ma non sappiamo dove cercare lavoro, anche camerieri o qualunque tipo di lavoro, se possibile in comunità italiane.
    Ci sapreste aiutare? magari qualche indirizzo o sito qualunque cosa vi prego perchè siamo disperati qui in Italia!
    Grazie a tutti in ogni caso

  97. Davide says:

    nel caso lascio anche la mia mail: davidenne chiocciola libero.it

  98. Drive says:

    Salve a tutti! Purtroppo ( o per fortuna) sono sempre piu’ preso dal lavoro e gli studi, e non ho molto tempo per controllare spesso il forum.

    Vale (la prima) mi spiace sentirti cosi’ giu’ e che la tua situazione sembri non migliorare; non posso che augurati che tu trovi una soluzione soddisfacente il prima possibile. Devo pero’ dirti ( e anche ad Alessandro mi pare?) che essere cresciuto qua a Cape Town e’ stata un’esperienza fantastica per me e i miei fratelli. Non m’azzardero’ a dire che non c’e’ posto migliore per rispetto verso tutti i lettori.

    Essere esposto a cosi’ tante culture, natura e diversita’ sono, a mio parere tra le cose’ piu’ importanti per un infanzia o per gli anni formativi di chiunque. La criminalita’ non e’ peggio delle varie zone “malfamate” che sono in Italia, in Europa e nel mondo. Certo ,devo ripeterlo, non siamo in Italia, o in Europa. Siamo al punto piu’ a sud del continente Africano. Le cose non sono ne’ saranno mai come in Europa.(ma non credo questo sia un male ).

  99. Alex says:

    Drive@ guarda negli ultimi anni ho avuto modo di scontrarmi con realtà diverse da quella italiana o in generale a quella europea…e hai perfettamente ragione in ciò che dici noi italiani ospitiamo pure tanti stranieri ma cerchiamo sempre di sottometterli e non siamo così aperti come “crediamo” se poi ci riduciamo a questo…ma il frega frega regna anche fra italiani non credere oggi giorno si lavora solo in nero qui per 20€ per un cameriere che lavora 12-14 al gg e dico cameriere in un ristorante pensa tu…La criminalità?! Guarda ogni giorno al tg delle 13,00 c’è solo cronaca nera, se ne sentono di tutti i colori per cui come italiano mi sento poco sicuro anche qui!!! Il marcio poi penso ci sia un po’ ovunque…ma qui ora come ora vedo solo quello!

  100. paola says:

    ciao a tutti.abito(ho comprato una casetta )nel western cape da gennaio.Ho gia’ il permesso temporaneo(4 anni),e aspetto il permanent.Per ora non sto lavorando,ma come si dice sto tastando il terreno,per farmi venire qualche idea.ll problema e’ che sono da sola,e ho un po’ paura di buttarmi in un’attivita’,anche se le idee sono tante,dala palestra(che qui non c’e’),al ristorante italiano(sono una buona ottima cuoca),ad un corso di cucina italiana..per fortuna in questo paese le possibilita’ ci sono ancora,e’ veramente tutto piu’ semplice,dal contatto umano alla burocrazia.Se qualcuno sul vostro bel sito,leggendo il mio messaggio,ha qualche idea,ha voglia di fare due parole,ha bisogno di consigli per trasferirsi o semplicemente,,e’ l’altra meta’ della mela e cerca un socio,mi puo’ contattare al mio indirizzo paza64@gmail.com.
    ciao e auguri a tutti quelli che come me lottano per qualcosa in cui credono veramente!

  101. gianni says:

    Salve,molto interessante il commento di paola, dove spiega come determinate attività non siano ancora diffuse, come ad esempio la palestra.Quali sono le attività ancora poco diffuse(o per nulla presenti) sulle quali si potrebbe investire a cape town e dintorni?Il governo concede finanziamenti agli stranieri(assieme al visto) se si presenta un progetto serio?Quali sono le cittadine migliori in cui risiedere(sicurezza,lavoro,attività,servizi) negli immediati dintorni di capetown( entro i 40-50 minuti dalla city)?Sarebbe bella una sezione sulle cittadine nei dintorni, con relativi pro e contro(ad esempio ho letto qualcosa di positivo su paarl) …..grazie e complimenti per il sito

  102. Alessio says:

    Salve a tutti,
    mi è capitata la possibilità di avere un colloquio via skype per un lavoro come customer service,
    volevo sapere se qualcuno di voi aveva già avuto la possibilità di tenere un colloquio con un’agenzia simile, che livello di inglese è richiesto, da che base di stipendio si puo’ vivere “normalmente” secondo voi?
    Grazie a tutti.
    per chi volesse contattarmi in privato questa è la mia mail:

    acostabile@inwind.it

  103. francesca says:

    Ciao,
    grazie per questo forum e per il sito…è veramente interessantissimo e pieno di ottimi consigli.
    Vengo al punto: ho 32 anni, lavoro in una finanziaria, prestiti personali etc.; ho già avuto esperienze di lavoro nel turismo, Messico per lo più, ma adesso sono in Italia da circa 10 anni. Vorrei trasferirmi ad Hout Bay o Cape Town…ma non parlo benissimo l’inglese, anche se sarei disponibilissima a fare la cameriera o a fare la lavapiatti, no problem. Ho visto che hai dato alcuni nomi di ristoranti, sentirò sicuramente anche loro…ma secondo te, c’è qualche possibilità di lavorare nel settore “banca”?
    grazie mille davvero per l’aiuto..
    grazie grazie!!!

  104. rosellina says:

    salve scusate ,se vi disturbo ma ho bisogno del vostro aiuto voglio trasferire il mio cantiere nautico a,CAPE gradivo sapere a quale autorità competente devo rivolgermi . Vi ringrazio e cordialmente saluto ROSELLINA

  105. caterina says:

    ciao, sono nuova del forum..vorrei anch’io trasferirmi come tutti voi con mio figlio il mio compagno e mia madre.vorrei informazioni su attività dove poter investire,poi trovarmi una casa e mandare a quel paese questo nostro paese e tutte le cose che ci opprimono…stress stress stress problemi e nient’altro…ho visto che il cambio è favorevole e quindi se sapete di qualche attività in vendita sarei interessata ….trovato qualcosa di consistente vendo tutto e me ne vado da qui!

  106. Vera says:

    Cara Valentina,

    Brava, devi dire solo la verità, ma davvero dovresti provare la amazon, che e molto più decente della ditta dove lavoriamo noi. Ci lavora mia amica che ha passato anche lei un hanno dove lavoriamo noi. Adesso dice che gli altri si lamentano sempre e non capiscono la meraviglia di loro situazione perché non hanno avuto del peggio come io, te, lei ed altri, che hanno lavorato in condizioni di questo datore di lavoro. Ma vedrai che in realtà non e così male, un call center in Sud Africa e diverso dall altro, perché dipende da come gestito. Il pesce puzza dalla testa 😀

    Vera.

    • Fanny says:

      Scusate potreste contattarmi in privato… vorrei capirne di più su questi call center (anche perché ho risposto a un annuncio tramite azienda di reclutamento che cerca personale per due compagnie… vorrei evitare di incappare in qualche situazione “strana”).

      Vi chiedo di farmi sapere in merito. La mia e-mail è: fanny_ungaro chiocciola yahoo.it

      Grazie…

      • Alessio says:

        Ciao a tutti,
        Magari chi sa qualcosa di più su questi call centre potrebbe postare per tutti le proprie esperienze….
        Grazie

      • Ciao Fanny,
        mi auguro che ti risponda qualcuno dei lettori che ha esperienza di call centre.
        Se invece vuoi fare una domanda a me, dovresti usare il forum in modo che le domande e risposte possano essere condivise da tutti.

  107. Tonio says:

    buona sera a tutti! cercando info sull’omonima città sono finito in questo sito,(ben fatto fra l’altro! 😉 mi chiamo Antonio ho quasi 25 anni e sono di Milano sono un pò stanco della vita qui in Italia non solo per come ha già detto qualcun’altro per la crisi e per il lavoro che non c’è soliti i problemi insomma! vorrei andare a Cape Town anche per vivere in un posto in cui ci siano leggi a favore degli omosessuali…ho letto qualche commento sù in merito ma ci tenevo a sapere di più… sono stato in spagna per 3 anni vorrei sapere da perfetto ignorante se sono friendly gli africani o è tutta pubblicità per occidentalizzarsi inoltre per un infermiere c’è possibilità di trovare lavoro in SA? se c’è qualcuno che può rispondere gentilmente alle mie domande questo è il mio indirizzo: antonio_luisi87 chiocciola yahoo.it grazie a tutto lo staff del sito.

    • Ciao Antonio,
      benvenuto sul sito.
      1. sono friendly gli africani? in genere Cape Town viene vissuta dai nuovi arrivati come molto accogliente e friendly, ma ovviamente non è tutto rose e fiori, ci sono tensioni sociali come d’altronde dappertutto. La vita gay è attiva, la comunità omosessuale è numerosa e ben integrata nella società bianca (ma non in quella africana).
      2. per un infermiere è possibile trovare lavoro? non saprei darti una risposta precisa ma penso che le professioni mediche siano abbastanza ricercate, vai sulla pagina trova lavoro e vedrai che c’è un’agenzia di collocamento dedicata proprio a quelle.

  108. Fabio says:

    Io ci lavoro per un call center a Cape Town, sono ormai piu’ di due mesi che sono qui. E’ completamente diverso dai call center italiani (ci ho lavorato una volta per poche settimane). L’ambiente e’ internazionale (almeno nel mio). Si ha la possibilita’ di conoscere gente, gente che normalmente ha diverse esperienze di viaggio nel mondo come me. La paga,dove sono io, e’ tra le mie migliori se non la migliori di tutti i call center di CT. 12.000 lordi che netti diventato 10.500 rand ma ci sono diversi allowance oltre a ferie pagate e public holiday pagate il doppio. Mediamente si arriva facilmente a prendere intorno ai 11.000/11.500 netti che sono una cifra molto buona paragonata al costo della vita che e’ inferiore all”Italia anche se trovo che alcune cose costino uguale se non di piu’ ma nel compenso fare la spesa costa di meno che in Italia, il mercato delle auto usate e’ abbastanza caro. Gli affitti sono piu’ bassi rispetto all’Italia con quello che si puo’ arrivare a pagare a Milano in centro qui puoi affittare un castello o quasi ahahahah…il clima e’ spettacolare…io sono di Bari e sono cosa significa avere tanto sole ma non ho mai trovato una citta’ piu’ soleggiata di Cape Town con temperature mai troppo calde e mai troppo fredde perche’ condizionate dal vento. ancora oggi ero in giro con shorts,maglietta a maniche corte e flip flop. e per essere in autunno di pioggia se ne e; vista ma molto molto di meno rispetto all’autunno italiano. se servono altre info scrivete…saluti dal Sud Africa !!!

  109. I commenti su questa pagina sono chiusi, il forum prosegue a pagina 3.

  110. Aggiornamento:
    a seguito delle vostre varie vostre richieste su un’agenzia di immigrazione da raccomandare, ho chiesto in giro quali fossero le esperienze degli italiani arrivati di recente che si sono rivolti ad agenti.
    La maggior parte degli agenti sembrano onesti e competenti, anche se le tariffe possono variare parecchio e vale la pena fare qualche paragone.
    Ho provato a contattare le agenzie che mi sono state raccomandate, e quella che sceglierei io se dovessi farne uso è quella di Marita Briel. Vedere pagina agenzie immigrazione Sudafrica per maggiori informazioni.

    • Max says:

      Concordo in pieno VIV con te!
      E’ quella di cui mi sto servendo anch’io per la mia immigration procedure…..Sono sempre a disposizione..E non costa neppure troppo…..Max

      • Michele says:

        Incontrato ieri Gerrit di immigration4u, preventivo in linea con Sami e Maddies Immigration
        circa 10,000.00 Rand per seguire le pratiche del working permit

        Avendo ricevuto pessimi feedback su Sami, nonostante abbiamo l’ufficio dentro all’home affairs (tipo che si perdono le pratiche o cmq non le seguono bene) e non avendo alcun feedback su Maddies (anche se sembrano competenti), optero’ per immigration4u

        feedback sul forum quando avro’ novita’ rilevanti

        Aggiornamento visto turistico: non basta uscire e rientrare (es: w-end fuori e rientro) se questi paesi sono confinanti (Namibia, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Lesotho e Swaziland). Per avere lo stamp per altri 3 mesi, bisogna andare un paese oltre (da angola, zambia, tanzania, in su). Applicare per rinnovo del visto turistico senza uscire, si puo’…ma nel mio caso lo aspetto dal 25 agosto ed e’ ancora “pending” (inefficienza dell’home affairs)

        ciao
        M

        • Max says:

          Scusa Michele,
          perchè non provi ad esprimerti in un Italiano corretto?Quello che scrivi potrebbe interessare,oltre me(che comunque non ho capito niente…) anche gli altri users……
          Non volermene,Max
          p.s. qui nessuno va di fretta e non ci sono i limiti imposti come per gli sms,quindi……………….evviva la meravigliosa lingua italiana!

          • Michele says:

            pensa che stavo pensando la stessa coi dei tuoi messaggi!!! 🙂 ci esprimiamo diversamente
            il mio messaggio fa seguito ad altri miei post su questo stesso forum e quindi davo per scontato che chi li ha letti abbia capito, my bet
            cosa di preciso non e’ chiaro? saro’ ben lieto di esprimere meglio il punto