Forum lavoro a Cape Town/3

Questa è la terza pagina del Forum Lavoro. Altre risorse:

1.
Archivio Forum lavoro/1 e Forum lavoro/2

2.
Letture per prepararsi al colloquio di lavoro

3.

187 Commenti

  1. Max says:

    Ciao VIV,
    volevo condividere con te e gli altri users del sito un importante goal raggiunto appena tre giorni fa……LA MIA RESIDENCY!!!
    Anche se,al momento, è temporanea,dura fino al Febbraio 2016……quasi quattro anni!
    E’ un obiettivo che non avrei mai raggiunto nè in New Zealand nè, tantomeno, in Canada…..
    Posso richiedere subito la “Permanent”( che dura tutta la vita ed è prodromica alla cittadinanza ),ma , al momento preferisco prendere fiato,mentre sono ancora in svolgimento i lavori su “Villa Licia”,per renderla migliore e più accogliente………
    Piuttosto,online, ho comprato il mio personal website: http://www.villaliciabab.com, altro piccolo,grande passo in avanti.
    Inoltre,in considerazione del fatto, che dal 5 Luglio al 10 Agosto vorrei tornare in Italia( dove manco dallo scorso Agosto…) per chi fosse interessato offro l’affitto dell’intera villa( ad un prezzo assolutamente ECCEZZZIONALE VERAMENTE…..,macchina compresa…….
    Ragazzi,per chi pensa di venire, è un’offerta da prendere al volo!!!
    Dimenticavo,…..fino ad otto posti-letto e, al momento,tre bagni(uno esterno….)
    Fatemi sapere e……all the best to everyone!!
    Max

    • Ciao Max,
      splendida notizia, congratulazioni. Sei determinato e hai un sogno che si sta realizzando!
      Ho dato un’occhiata al link, la piscina fa una voglia 🙂
      Mi crea qualche perplessità il Villa Licia “BAB”, presumo BAB stia per Bed and Breakfast? In inglese si abbrevia B&B.
      All the best anche a te!

    • Marco says:

      Complimenti vivissimi! All the best! Bellissimo realizzare un sogno…
      Io sono sposato con una donna Sudafricana dal dicembre 2009.e
      vivo a Durban stabilmente. Qualcuno mi sa dire se davvero posso, dopo 3 anni dal matrimonio,
      chiedere la “Permanent Residence”? Sono stanco di fare code infinite a “Home Affairs”
      ed ogni volta sentirmi rispondere che devo attendere 5 anni dopo il matrimonio…
      Il problema è che qui senza “ID Book” siamo uguale a ZERO!!! Ciao a tutti.
      Marco. E-mail: marco.sales chiocciola hotmail.co.za

      • Ciao Marco,
        mi spiace deluderti, ma ti confermo quello che ti dicono al Home Affairs, e cioè devono passare 5 anni dal matrimonio prima che tu possa chiedere il permesso di residenza permanente – e inoltre non puoi divorziare per due anni dopo averlo ottenuto (vedi sito del governo sudafricano).

  2. raffaella says:

    Ciao Max,
    complimenti per la tua residenza, anche se provvisoria. Ti invidio molto per quello che sei riuscito a creare. Bravo!
    Mi piacerebbe venire nella tua Villa Licia ma non credo che troverò altre 7 persone che vengano con me :-(.

    Vorrei chiedere un’informazione a te che lavori nel turismo, o a chiunque possa darmi delle indicazioni.
    C’è spazio per un sommelier (io) che potrebbe fare da guida a turisti italiani per le visite e per le degustazioni nella cantine della zona ? parlo inglese/francese e ho un diploma di operatore turistico.

    PS: me lo dici quale sarebbe il prezzo eccezzzzionale per l’affitto di Villa Licia ?
    puoi anche rispondermi alla mia mail personale: raffaella1157 chiocciola hotmail.it

    ciao e buona fortuna per tutto!
    Raffaella

    • Gloria says:

      Ciao Raffaella se cerchi compagnia per il tuo viaggio in Sud africa io posso essere una delle 7 persone!!!! Ciaooo

  3. Ciao.. puoi darmi qualche consiglio e qualche info?

    Sono
    Tecnico superiore per la comunicazione e il multimedia (Università di Palermo),
    Web designer (Scuola Radioelettra),
    Programmatore PHP esperto in CMS (ANFE PA2),
    Grafico editoriale (ANFE PA2) ,
    Operatore su personal computer, (Macom)

    Secondo te potrei ottenere visto per special skills?

    Metto qui il link a 2 dei miei siti per darti un’idea di quello che so fare http://www.marketingbyemail.it/ http://www.webindesign.it/ – sai che possibilità di lavoro ci sono nel settore web development e qual’è la retribuzione media?

    Mi pare di capire che per il visto praticamente bisogna trovare un lavoro prima di partire (correggimi se sbaglio).. sai dove posso trovare qualche offerta interessante?

    Grazie anticipatamente per una eventuale risposta 🙂 complimenti per il sito molto utile e ben indicizzato !

    • Il settore di information technology, incluso il web designing, è fra i settori in cui si trova facilmente lavoro, la retribuzione varia molto a seconda dell’esperienza che hai.

      Per quanto riguarda il visto:
      1. se riesci ad ottenere quello per special skills non hai bisogno di avere già trovato un impiego prima di partire
      2. in caso contrario dovresti in effetti prima trovare il lavoro e poi chiedere (o far chiedere al datore di lavoro) il visto, e dovrete in qualche modo dimostrare che il datore non ha trovato in Sudafrica qualcuno con le tue stesse competenze. Questo è facilmente dimostrabile mettendo un annuncio sul giornale e fornendo la prova che non si sono fatti avanti candidati con i requisiti prescritti.

      Non so dirti se ricadi negli special skills o meno, la lista degli special skills subisce modifiche annuali, per cui potrebbe essere utile chiedere a un esperto.
      Ti suggerisco, tramite il modulo su questa pagina, di scrivere un messaggio a Marita Briel, che è un’agente di immigrazione di cui ho sentito parlare molto bene da diversi italiani che si sono stabiliti qui. L’ho incontrata di recente e mi è sembrata una persona in gamba, oltre che seria e sensibile.
      Spiegale la tua situazione dandole più informazioni possibile e vedi cosa ti suggerisce.

      PS grazie per i complimenti per Vivere Cape Town, sono principiante e ho imparato tutto – per hobby – strada facendo (WordPress per costruire il sito e SEO per posizionarlo su Google), per cui provo un discreto orgoglio per com’è venuto il sito 🙂

  4. Condivido qui un’offerta di lavoro che potrebbe interessarvi.
    Parlano di “entry level salary” che vorrà dire stipendio bassino, ma da quello che leggo su internet Bloomberg è una compagnia dove si può fare carriera relativamente rapidamente.

    Ecco l’annuncio:
    Bloomberg are currently hiring for Italian speakers to join our Cape Town office.
    If you have an interest in finance and/or accountancy, and are looking for an exciting career in a multinational, leading company, then read on!
    Responsibilities:
    – Monitor earnings calendars of major listed companies
    – Sourcing Earnings Estimates data over the phone
    – Update forecast data on the Bloomberg Terminal
    If you are interested in this position, please apply directly via the website.

  5. Alessandro says:

    Salve, ho fatto giorni fa un paio di colloqui con delle agenzie di reclutamento come “italian customer service” vorrei sapere nel giro di quanto tempo secondo qualcuno che ha mai fatto colloqui su skype danno l’esito dell’intervista ( sempre se lo fanno in Italia non si usa ^ ^” ) grazie in anticipo.

  6. Vale says:

    Ciao Alessandro,
    quasi sicuramente tu hai fatto un colloquio con uno dei posti in cui attualmente lavoro. Di solito in pochi giorni ti danno una risposta. Questo giro di colloqui credo sia per l’arrivo di italiani previsto per luglio, in quanto una prima parte (pochi) sono arrivati un paio di settimane fa.
    Se vuoi maggiori info e chiarimenti sono a disposizione.

    • Miron Fabienne says:

      Buongiorno
      attualmente vivo in Italia, ma sto’ cercando il modo di tornare in Sudafrica, ho la doppia cittadinanza, parlo Francese e Italiano e purtroppo il mio Inglese non é dei migliori. Ho un diploma di Operatore Socio Sanitario e potrei lavorare in Casa di Riposo. Sono comunque disponibile a qualsiasi lavoro che mi possa dare un opportunità di vivere nelle vicinanze di CT. Come posso fare datemi un consiglio. Grazie

      • Ciao Fabienne, parli di doppia cittadinanza, presumo la tua seconda cittadinanza sia quella francese, non quella sudafricana?
        Se hai quella sudafricana ovviamente non hai problemi di visto.
        Per la ricerca del lavoro perché non provi a cercare su internet “retirement home Cape Town” o “retirement village Cape Town” e vedere se ci sono case di riposo che hanno un pubblico internazionale e per le quali quindi la tua conoscenza del francese e italiano potrebbe essere utile.

        • Miron Fabienne says:

          Ciao, no ho la cittadinanza Sudafricana, sono nata a Paarl e vissuto per poco a Tulbacq e il mio sogno é quello di ritornare a CT. Ho lavorato per anni come segretaria (15 anni) ed ora lavoro nel sociale come Operatore Socio Sanitario ….l’unico problema é la lingua che cmq penso si risolva. Sono una persona solare e con la voglia di rimettermi alla prova anche in altre situazioni lavorative, volenterosa e piena di vita. Ti ringrazio per i consigli e spero ricevere altri spunti per questo mio nuovo progetto. Grazie per questo blog……….(facebook Fabienne Francoise Maria Miron)

    • Fabiana says:

      Ciao,

      sono stata contattata da un agenzia di recruiting per il lavoro di cui parli (credo) e stavo valuando, sempre che il colloquio vada bene, di trasferirmi.
      Sapresti dirmi com’e’ l’ambiente di lavoro e se ci sono margini di trattativa per il periodo di free accomodation? (un mese mi sembra un po’ poco)

      Grazie Fabiana

      • Fabiana, il tuo commento non appare in risposta a nessuno, e non so a quale offerta tu ti riferisca.
        Ti spiace ripostarlo sotto al commento a cui ti riferisci?
        Grazie

        • Fabiana says:

          Ciao,

          mi riferivo al commento di Vale circa la posizione di customer services in italiano 😀

          Fabiana

          • Vale says:

            Ciao Fabiana,

            scusami, ma ho visto solo ora questo tuo messaggio. Non so se tu sia stata in grado di avere tutte le info che cercavi, in ogni caso l’ambiente lavorativo e’ sostanzialmente la parte negativa, nel senso che la gestione delle risorse umane e’ pressoche’ inesistente, per questa ragione il call-centre e’ in continua ricerca di italiani.

            Per l’alloggio invece puoi estendere ad un mese la permanenza, solo che i giorni eccedenti le due settimane offerte, dovrai pagarli tu.

            Se hai altre richieste, sono a disposizione, spero solo di notare subito le domande .. 😉

            a presto,
            Vale

    • Fabiana says:

      Ciao Vale,

      sarei interessata ad avere maggiori informazioni posso darti il mio riferimeto: babydamb chiocciola hotmail.com

      Aspetto tue notizie
      Grazie Fabiana

      • davide says:

        Ciao Fabiana,
        sono anche io nella tua stessa situazione; dovrei essere a Cape Town per la meta’ di Luglio.
        Chissa’ se e’ lo stesso lavoro? anche se a me parlano di 10500 netti ( pero’ senza assicurazione medica). Ti posso contattare sulla tua mail che hai postato?
        Ciao Vale, tu che sei gia’ sul posto mi potresti essere di grande aiuto, visto che ho poco tempo per decidere e organizzarmi. Vorrei parlare anche con te. E’ possibile con skype o messanger?

        Ciao a tutti e grazie per l’ aiuto.

    • Alessandro says:

      Ciao Vale vorrei chiederti altre info magari parlando in privato con calma e sempre se puoi ho visto che ti “stiamo” assalendo di domande eheh ^ ^ mia mail: alessandro-vania chiocciola hotmail.it o su skype allo stesso indirizzo saluti a tutto il forum.

    • sara says:

      Ciao Vale, sono interessata ad avere info per poter lavorare al customer services e quindi potermi trasferire in SA…. ti lascio mia email: aragam at libero.it e spero di ricevere tue notizie. Grazie Sara

  7. kamilla says:

    Ciao Vale,
    anchio ne ho fatto uno per la stessa posizione Customer Service e ho avuto esito positivo.
    Mi potresti spiegare meglio in cosa consiste il lavoro e sopratt come ti trovi a vivere a cape town?
    Mi preocupa un po il fatto dei transporti da quel che so veramente pochi..
    Grazie infinite
    kamilla

    • Vale says:

      ciao Kamilla,

      se vuoi ti spiego in privato il tutto, se mi dai il tuo ind email ti contatto io

      • Stefano says:

        Ciao Vale,
        anche io sarei molto interessato ad avere maggiori informazioni sia sul lavoro che sulla vita a Cape Town.
        Ti ringrazio anticipatamente.

        • Vale says:

          Ciao Stefano,

          posso darti tutte le info, se mi indichi il tuo contatto personale

          • Stefano says:

            Grazie Vale, sei gentilissima 🙂

            scrivimi pure all’indirizzo stefanoabeltino chiocciola gmail.com

          • Gianni says:

            Ciao Vale,

            Mi chiamo Gianni e anche a me è giunta offerta di lavoro come Italian Custome Service, in Cape Town per la fine di Luglio/ inizi di Agosto. Se sei a conoscenza di questa offerta, sono gentilmente a richiederti info in riguardo. Salutami Cape Town 🙂 e ti ringrazio fin d’adesso.

          • Luca says:

            Ciao Vale,
            domani ho un’intervista come CALL CENTRE AGENTS IN CAPE TOWN
            tu sei andata a Cape Town e come te sei trovata?
            Grazie Luca

          • Vale says:

            ciao ragazzi,

            scusate il ritardo nella risposta, allora ho avuto a che fare con una azienda di call centre a CT e in modo spassionato vi desisto dall’accettare, non e’ una questione mia personale, ma se pensate che di tutti gli italiani arrivati ad ottobre 2011 ora non ne e’ rimasto nessuno, credo sia un livello di turn over parecchio alto.

            In sostanza li’ sono disperati perche’ non riescono a trovare personale soprattutto italiano (x questa ragione sono anche i piu’ pagati gli italiani rispetto ai colleghi che seguono il mercato o tedesco o francese), pero’ nonostante la necessita’, non esiste una gestione delle risorse umane, per cui non si puo’ neanche far riferimento a quanto scritto sul contratto a volte. Loro ci hanno detto che il contratto va letto tra le righe..

            Questo e’ quanto sommariamente!

            A presto,
            Vale

          • Danni says:

            Valentia,

            Sappiamo che questa lamentazione è stata pubblicata da Lei. Noi Italiani (siamo in 27!) lavoriamo è restiamo bene in CT con questa Call Centre. So benissimo che Lei è stata licenziata per un’comportamento non professionale è per dire la verità L’atmosfera nella squadra italiana è migliore da quando lei ne sei andato. Mi dispiace per i tuoi nuovi colleghi se avete ancora lo stesso atteggiamento

  8. alfredo says:

    Salve vorrei trascorrere un periodo di 15-20 giorni, durante il mese di settembre , a citta’ del capo per cercare un eventuale lavoro.Qualcuno saprebbe indicarmi un miniappartamento provvisto di piano cottura per il suddetto periodo? Grazie.

    • Ciao Alfredo,
      non saprei indicarti nulla per il momento, prova magari a vedere se trovi qualcosa a Sea Point sul sito SafariNow.

      • alfredo says:

        scusami ,sarebbe possibile sentirci in privato?avrei bisogno di qualche parere .
        La mia email e’ wavesailor chiocciola libero.it o se preferisci posso darti il mio facebook

        • Come avrai forse visto dai commenti precedenti, altre persone mi hanno chiesto occasionalmente un contatto personale, ma siccome lo scopo di VivereCapeTown è di condividere informazioni a beneficio di tutti quelli che leggono, preferisco comunicare esclusivamente attraverso il forum.

          • alfredo says:

            daccordo, capisco,in sostanza ,non avendo alcun riferimento sul luogo,per stabilire un punto di inizio avrei pensato di fissare un contatto con qualche azienda italiana che opera a Cape Town,ma data un’occhiata ai vari siti mi sono reso conto che tutte sono alla ricerca di solo personale qualificato o forse giovane da formare,il che nn e’ il mio caso in quanto 34enne,per cui sto accantonando questa idea.
            a questo punto mi chiedo che cosa si potrebbe trovare a CT in termini di lavoro piuttosto stabile , forse rappresentante per qualche ditta?
            thanks in advance !

          • Alfredo, tu chiedi la ricetta magica e purtroppo io non ce l’ho. Se non hai le idee chiare prova a cercare tra gli annunci dei siti di recruitment elencati sulla pagina lavoro e vedi se c’è qualcosa che ti ispira. E continua a tenere d’occhio questo spazio 🙂

    • Max says:

      Ciao Alfredo,
      tra dieci gg.torno in Italia( dopo oltre 1 anno di lontananza…) rientro il 27.Se vuoi far base dal mio B&B “Villa Licia” ,posso ospitarti a partire da 25 euro,con l’uso di cucina,ma senza breakfast,che viene 5 euro.Fammi sapere…………Se è la prima volta che vieni qui NON PUOI NON ORGANIZZARTI per i trasporti……o vieni a fare il turista?
      Let me know……Bye
      Max

  9. alfredo says:

    Ho dato una prima occhiata al link indicato, sembra esserci materiale interessante, anche i prezzi sono abbordabili.Grazie.

  10. Valeria says:

    Ciao, innanzitutto complimenti per il sito!
    Sono una laureanda in farmacia, ho un’esperienza all’estero (Spagna) di 6 mesi in un centro di ricerca e parlo bene inglese e spagnolo.
    Il mio sogno è lavorare nell’industria farmaceutica o nella ricerca e so già che se rimango in Italia ho il 90% delle probabilità di non riuscirci e finire a lavorare in farmacia.
    Tra l’altro, da siciliana d.o.c. quale sono, so già che la Svizzera e il Nord Europa, nonostante possano offrirmi la possibilità di realizzarmi da un punto di vista lavorativo, non mi soddisferebbero per quanto concerne il clima ( io soffro maledettamente il freddo e amo il sole e il mare!). Ecco perchè credo che il Sud Africa sarebbe il posto ideale per me. Sai se il settore dell’industria farmaceutica è sviluppato? Ci sono multinazionali che assumono?
    Grazie mille!
    Valeria

    • paola says:

      Ciao Valeria.Sono Paola,ho gia’ scritto sul sito.Mi sono trasferita da qualche mese in Sud Africa.Ti scrivo perche’ sono una collega.in Italia ho sempre fatto la farmacista.Qualche anno fa(2005)ero andata a Pretoria al Pharmacy council per avere informazioni,e allora mi avevano detto che per poter lavorare in farmacia o negli ospedali o industrie in sudafrica bisognava sostenere un esame(4 materie tipo esame di stato italiano,chimica farmac,tecnica,farmacologia ecc).Mi ero fatta prestare i libri da un collega della ex jugoslavia .Poi la vita mi era cambiata,vinta la farmacia a concorso in Italia,e avevo abbandonato il progetto.O meglio rimandato,dato che ora sto vendendo tutto in italia e ho cambiato settore.
      Tutto cio’ per dirti di verificare la tua laurea,se e’ valida o se devi sostenere gli esami.Lavoro poi lo trovi,soprattutto negli ospedali.nell’industria non so,ma mi posso informare.Comunque i farmacisti sono pochi e sempre richiesti(notizia di 15 giorni fa di un’amica sudafricana con la figlia farmacista).
      se hai bisogno scrivimi a paza64 chiocciola gmail.com. ciao e auguri per tutto.
      paola

      • michele says:

        Ciao Paola,sono Michele sono un collega che lavora a Roma anni fa ho fatto tutto il percorso per comparare la laurea italiana in quella sudafricana e ho lavorato in ospedale dopo di che decisi di tornare in italia e adesso ho voglia di ritornare ..mi sto organizzando.
        Il percorso non e’ stato semplice ma ne e’ valsa la pena in quando essere farmacista sudafricano da’ piu’ soddisfazioni.Se ne vuoi sapere di piu’ non esitare saluti dalla caldissima Roma

  11. Fabio says:

    Ciao vista la complementarietà dei nostri siti posso inserire un link nella pagina http://trentasei.weebly.com/vendere-nella-repubblica-sudafricana.html. Tu puoi inserire un link al mio sito dove vuoi.
    Fammi sapere

    • Certo Fabio, certo che puoi inserire un collegamento a VivereCapeTown sul tuo sito.
      Fammi sapere se vuoi che ti mandi un piccolo banner.
      Inserirei anch’io un link al tuo sito ma per ora non ho ancora una sezione “commerciale”. Per chi legge il forum: chi vuole vendere prodotti online per il mercato sudafricano sarà sicuramente interessato al sito di Fabio.
      Ti suggerisco comunque di metterti in contatto con l’ICE di Johannesburg che spesso riceve richieste di italiani che vogliono esportare/vendere prodotti in Sud Africa.

  12. Fabio says:

    ok manda il piccolo banner e complimenti per il sito !

  13. Fabio says:

    Ciao a tutti, è un po che non passo per il forum, ma sono stato contattato per un lavoro a Cape Town e dato che è da un po che non sono piu in south africa, voglio condividere l’offerta di lavoro, può sicuramente interessare a qualcuno, è un call center turistico, pagano 1100 euro mensili coprono viaggio in aereo e sistemazione per un mese, un corso di formazione e importante la working visa, il contratto è di 18 mesi.

    il link qua sotto:

    http://www.multilingualvacancies.com/job-details-115335.html

    Vi dico che ho mandato il cv nel pomeriggio, mi hanno richiamato dopo 2 ore.
    Ho rifiutato perchè di call center ne ho abbastanza.

    • Grazie Fabio 🙂

      • Michele says:

        Hanno chiamato anche me. Ho 30 anni, single. Niente da perdere. Considerando che i 1100 sono lordi, per voi ne vale la pena?

        • Gloria says:

          Io sarei interessata al lavoro, anche io come te non ho niente da perdere qui e sinceramente sono stanca dell’Italia… non riesco a vedere l’offerte di lavoro…

        • Sonia says:

          Ciao Michele, hai poi accettato il lavoro?Io si!

  14. Corradino says:

    PER VALENTINA
    Ciao Valentina. Dal momento che tu vivi e lavori a Città del Capo, vorrei chiederti alcune cose al riguardo. Sono già stato due volte a Città del Capo, ma volevo chiederti informazioni riguardo al lavoro che fai.
    corrado77 chiocciola live.de

    Ciao!

  15. Bruno says:

    Prima di tutto complimenti vivissimi per il tuo sito, accidenti mi hai fatto innamorare del Sud Africa! Mai avevo visto un sito cosi completo esauriente e pieno di notizie utili.
    La mia compagna ed io abbiamo deciso di emigrare in sud africa, siamo una coppia diciamo cosi” diversamente giovane” con bassottina al seguito, ma assolutamente giovane di spirito ,mentalmente e fisicamente, pronti ad intraprendere un nuovo inizio. La mia compagna parla tedesco(madrelingua) inglese e italiano, io parlo inglese francese ed italiano. Le ns. esperienze di lavoro vanno dal tecnico ( energie rinnovabili, impianti fotovoltaici) al commerciale turistico. Non vorrei dilungarmi ma abbiamo dei corposi curricula da inviare.
    Credo comunque che le qualità piu’ importanti sono morali, siamo onesti e leali , affidabili e determinati. Non abbiamo legami familiari e siamo mentalmente e praticamente liberi.
    Cosa cerchiamo? Ovviamente un lavoro stabile in sud Africa a Cap Town. Se c’è un’azienda ,un imprenditore italiani o di qualsiasi nazionalità che ha interesse alla ns. proposta, può contattarmi all’email: b.cantaf chiocciola libero.it
    Ti ringrazio per l’ospitalità, e rinnovo i miei complimenti.

    • Ciao Bruno,
      benvenuto sul sito e grazie dei complimenti 🙂
      Sembrate molto motivati e sicuramente ce la farete, ti avviso però che è improbabile che un imprenditore sudafricano consulti questo forum alla ricerca di candidati per un posto di lavoro – vi suggerisco di pubblicare il vostro cv sui siti di collocamento (per alcuni esempi vedi la pagina lavoro).

  16. simone says:

    Complimenti per il sito e per l’utilità di ciò che state facendo.
    Siamo una coppia di trentacinquenni con una bimba di 3 anni. Io sono uno chef con un ristorante di proprietà e mia moglie una psicologa. Già da un po’ di anni siamo stanchi di farci prendere in giro dal ns. paese, finchè ci siamo finalmente decisi a trasferirsi all’estero. Da tempo stiamo vagliando alcune possibili mete, tra cui appunto il Sud Africa, di cui mia moglie si è innamorata durante un viaggio turistico di qualche anno fa. Dalle sue descrizioni credo che potrebbe essere un luogo ideale anche per me e stiamo già pensando di programmare un viaggio il prima possibile. Quello che cortesemente vi chiedo è un po’ di ragguagli e info per aprire un ristorante italiano di medio/alto livello a Città del Capo.
    Grazie 1000!!!

    • Davide says:

      Ciao Simone,

      C’e’ un bellissimo ristorante – Villa, con piscina e campo da Tennis e alloggio in zona Stellenbosch. Se ti interessa fammi sapere.
      Ciao

  17. erom23 says:

    salve..è da un pò che voglio trasferirmi a cape town..però devo trovare lavoro..io ha sempre fatto il meccanico auto e moto..in più sono disposto a fare qualsiasi lavoro..se qualcuno può darmi qualche info..grazie

    • Federica says:

      Guarda su INDEED, li cercano spesso meccanici qualificati sopratutto per macchine tedesche…

  18. Lea says:

    Ciao a tutti!
    Prima di tutto mi aggiungo ai precedenti complimenti: questo sito fornisce davvero dritte preziose e informazioni utili!
    Da qualche tempo mi sta balenando l’idea di trovare un lavoro e trasferirmi a CT, città che a sentir molti sembra fantastica! Ho 25 anni e, dopo un BA in Relazioni Internazionali e Antropologia ottenuto in Inghilterra, ho trovato lavoro in una ONG (dopo una breve esperienza in un’agenzia di web marketing inglese). Da 1 anno e mezzo lavoro nell’ufficio Raccolta Fondi e mi piace moltissimo. Il mio sogno sarebbe quello di continuare a lavorare nel settore del no-profit/sociale. Qualcuno di voi conosce organizzazioni che offrono vacancy nel Fundraising o Comunicazione?
    Se questo non fosse proprio fattibile, sarei disposta a fare qualsiasi altro lavoro, purché sia relazionale e mi permetta di sopravvivere a CT. Navigando ho trovato diversi annunci per agenzia di Customer Care/Service. Sapete dirmi meglio di che si tratta? Altre opportunità di cui siete a conoscenza magari nel settore del marketing?
    Vi ringrazio di cuore per il vostro aiuto!!! Partire senza conoscere nessuno non mi spaventa. Tuttavia, se grazie a questo forum avessi qualche aggancio iniziale mi sentire un po’ più tranquilla 😉
    Lea

    • Vale says:

      Ciao Lea,

      io ho fatto una esperienza lavorativa in uno dei call-centre che cercano in modo spasmodico italiani. Se vuoi ti posso contattare in privato per spiegarti come sono, se hai intenzione di mandare un tuo CV.

      • Ciao Vale,
        se hai voglia di condividere qualche aspetto della tua esperienza nel call-centre sul forum sarebbe sicuramente di grande aiuto.

        • Vale says:

          Ciao Viv,

          scusa il ritardo nella risposta, ma sono temporaneamente in Italia, quindi piena di cose da fare e questo gran caldo non aiuta.

          Comunque l’esperienza che io ed i miei ex colleghi abbiamo avuto nel call-centre e’ stata negativa. I problemi si sono presentati da subito, in quanto il contratto non era chiaro sotto diversi aspetti.

          Non e’ il caso di entrare nei dettagli, ma consiglio a tutti coloro fossero interessati a questo tipo di offerta lavorativa, di porre molta attenzione alle condizioni che vengono proposte.

          In ogni caso io sono a disposizione per qualsiasi chiarimento ed evitare ad altre persone di avere delle brutte sorprese.

          • Gianni says:

            Ciao Vale,

            Mi chiamo Gianni e ti avevo scritto tempo fa riguardo informazioni su offerte di lavoro come italian customer service in Cape Town. Mi permetto di riscriverti in quanto mi sono arrivate altre offerte di lavoro di questo tipo e ti chiedo gentilmente se mi puoi contattare per conoscere la tua esperienza.Ti lascio il mio indirizzo e mail: gianni.aussi chiocciola hotmail.it. Ti ringrazio fin d’adesso per l’aiuto e a presto. Ciao

          • Cosimo says:

            Salve volevo maggiori informazioni al proposito del tuo commento, hanno fatto la stessa offerta di lavoro anche me per 10500 rand, ho sostenuto la prima intervista ed è andata bene domani dovrebbero offrirmi il contratto, ma sto capendo che ci siamo mezze fregature da tutte le parti, quindi prima di prendere una decisione volevo capirci qualcosa di piu.
            Lascio la mia e-mail,chiunque ne sapesse a proposito di Mindpearl Cape Town Italian Customer Service.
            artcioko chiocciola hotmail.it

    • Max says:

      Ciao Lea,
      volevo solo dirti che,come ben sa VIV,ormai è oltre un anno che mi sono stabilito a Cape Town,dove ho comprato la mia villa che sto trasformando in Bed and Breakfast “Villa Licia”……Sono fuori dal centro,e sono contento di esserlo…..Se stai pensando di venire da queste parti conta pure su di me.Intanto la mia mail è bigbear1955@libero.it e poi il sito: http://www.villaliciabab.com.In bocca al lupo!
      Ovviamente, la stessa offerta si estende a tutti gli altri users…..
      Max

    • Max says:

      Scusa la domanda……Lea..
      ma sei già stata qui? Se no…perchè non provi a passarci un periodo,non breve,?
      In tal caso,forse, ti potrei essere d’aiuto…..Let me know….and good luck!
      Max

  19. Onofrio says:

    Ciao, mi chiamo Onofrio e tra due settimane volo in Sud Africa e precisamente non nella stupenda Cape Town ma nella più commerciale Durban.Siccome entrerò con un visto turistico l’idea è quella di valutare un po’ lì la situazione e dopodichè chiedere un residenza temporanea oppure quello per ricongiungimento familiare (la mia fidanzata è di Durban appunto), ora leggendo nel forum vedevo che la normativa era pronta per essere cambiata e che non sarebbe più possibile effettuare tali pratiche in loco, dal Sud Africa però non mi è giunta nessuna conferma in tal senso quindi credo sia ancora possibile fare queste tipo di pratiche una volta lì.
    Volevo chiedere però una cosa i documenti che servono dall’Italia devono essere comunque portati all’ambasciata sudafricana a Roma per essere tradotti o comunque timbrati oppure sono pratiche che si possono svolgere tranquillamente in SA?
    Complimenti per il sito e enjoy your day!!!

    • Ciao Onofrio,
      per ora la legislazione non è ancora cambiata per cui il visto si può ancora convertire in loco. Per quanto riguarda i certificati li puoi far tradurre in Sud Africa da un traduttore giurato, e non ho mai sentito di nessuno che li abbia fatti vidimare dall’Ambasciata sudafricana.

      • Onofrio says:

        Ciao Viv,

        ti ringrazio per la rapida riposta, avrei bisogno solo di una piccola informazione riguardo ai certificati di residenza e stato libero, si possono presentare quelli in autocertificazione oppure quelli dietro il pagamento di marca da bollo? In municipio mi dicevano che cambia la cosa a seconda si presenti ad un ente pubblico o un privato.

        Grazie mille in anticipo.

      • sara says:

        Ciao, cosa si intende “per ora la legislazione non è ancora cambiata”…. che entrerà in vigore il prox anno 2013 oppure è in sospeso…. io sto organizzando la mia partenza per febbraio, ho amici che possono ospitarmi. Grazie ciao, ciao
        Sara

        • E’ passato il nuovo provvedimento ma non è ancora entrato in vigore perché non sono stati emanati i regolamenti attuativi (o qualcosa di simile). Non si sa quando verranno emanati.

  20. ilaria says:

    Buongiorno,
    vorrei chiederti se hai delle info riguardo le leggi di import -export di prodotti alimentari, nella fattispecie dei salumi/formaggi dall’italia al Sud Africa, Capetown, perchè vorremmo creare una società di import export di prodotti italiani. Per prima cosa vorremmo cominciare con i nostri buonissimi prosciutti e via via incrementare i prodotti ma nn conoscendo la legislazione che regola questi prodotti nn so a chi rivolgermi e come fare.

    grazie mille dell’aiuto

    • Ciao Ilaria,
      non ho proprio idea di quale sia legislazione ma sicuramente se contatti l’ICE (Istituto per il Commercio Estero) ti sapranno dare informazioni.
      Se no prova a contattare un distributore di prodotti alimentari importati come per esempio Rialto Foods.

    • Alessio says:

      Scusate se mi intrometto…
      in Italia faccio il rappresentante, io e la mia compagna stiamo progettando di trasferirci a Cape Town per metà agosto, dove lei poi proverà a prendere il visto avendo una delle special skill.
      Ciò che riguarda sia l’import che l’export con l’Italia mi interessa molto.
      questa è la mia mail:
      acostabile chiocciola inwind.it

    • rossano says:

      ciao abito a cape town dal 1994 ,contatta mr.andrea inglese della meditalia cc lui importa pasta olio e pomodori in larghe quantità !!! lui ne Sto arrivando! meglio di tutti ciao r.

  21. Marco says:

    Ciao a tutti
    avendo ricevuto un’offerta di lavoro volevo chiedervi com’é vivere e lavorare a century city? ho visto che e’ a 10 km dal centro, volevo capire se serve avere una macchina per spostarsi.
    altra domanda volevo capire quali sono gli stipendi medi per sales/marketing/customer care
    grazie!

    • Ciao Marco,
      ovunque tu lavori, direi che a Cape Town ci vuole sicuramente la macchina.
      Se trovi casa vicino al lavoro va bene, ma Century City è una zona di uffici e negozi, una zona di recentissima costruzione che fa un effetto un po’ artificiale se devi starci tutto il tempo…
      Per gli stipendi vedrai sul forum diversi commenti di persone che condividono informazioni in proposito.

  22. Davide says:

    Ciao,

    La Puglia Cheese di Citta’ del Capo cerca un assistente Casaro, se siete interessati contattateci pure su info@pugliacheese.co.za

  23. luciano says:

    ciao a tutti

    sono laureato in infermieristica da quattro anni, e vorrei lavorare in sudafrica, qualcuno può darmi informazioni in merito?……
    grazie……

  24. Jacopo says:

    Ciao a tutti

    ho letto tutto il sito, complimenti ! molto utile e aggiornato visto che lo seguo già da un anno. Allora se non ho capito male visti per lavoro solo a chi ha già un contratto di lavoro, possiede esperienze specifiche poco reperibili o investe 250.000€ nel paese? quindi se io volessi aprire un’attività e investire ipoteticamente 100.000€ non mi rilasciano il visto? Qui in italia l’aria si fa sempre più malsana ed è già da parecchio tempo che ci stò facendo un pensierino, questo paese mi ha lasciato qualcosa in più, non parlo di mal d’africa, quello ce lo avevo già 🙂 grazie e ciao.

    • Ciao Jacopo,
      benvenuto sul sito e grazie dei complimenti.
      Hai capito bene per il visto di lavoro, nel senso che devi procurarti un contratto oppure avere esperienze/qualifiche poco reperibili. L’elenco di qualifiche poco reperibili viene regolarmente aggiornato, per sapere se potresti ricadere in una delle categorie prova a contattare Marita, l’agente di immigrazione, tramite questa pagina (scrivi in inglese).
      Il visto per affari prevede che tu abbia a disposizione 250.000 € (in Italia) ma non è necessario che tu li investa tutti.
      Se non sbaglio il tuo business plan deve prevedere un investimento, ma poi di fatto non è indispensabile portare in Sudafrica tutto il capitale.
      Se hai in mente di aprire un’attività e hai già le idee più o meno chiare anche qui ti suggerisco di contattare magari un agente di immigrazione per avere maggiori informazioni.

      • Jacopo says:

        Grazie viv
        sinceramente ho un gran bagaglio di esperienza lavorativa che qui in Italia qualcuno sa ancora apprezzare, ma non ho grandi titoli di studio che mi consentano di migrare all’estero, almeno credo, comunque come ho sempre fatto la mia voglia di rimboccarmi le maniche mi stimola a cercare di cambiar vita, ho letto anche io che basterebbe far risultare di avere il capitale, ma la cosa non mi è ben chiara, devo avere tutto il capitale in cash depositati in banca? o posso avere il capitale investito in fondi, azioni o nel mattone? non mi è ben chiaro questo punto, anche perchè ho visto che se comprassi un B&B quotato 150 mila€ o un ufficio da 50 mila€ non riuscirei mai a far quadrare l’investimento richiesto, è mia intenzione lasciare questo paese per molti motivi e di idee ne avrei molte, che poi siano valide o no questo è da valutare, tu conosci qualche agente di immigrazione da consigliarmi? Proverò anche a sentire l’ambasciate quì in italia ma avrei un’altra domanda, io non sono sposato, ma ho un figlio con la mia compagna, quindi in italia siamo una coppia di fatto, nel caso riuscissi a sviluppare il mio progetto loro hanno la possibilità di seguirmi, o meglio di ottenere un visto? so che se si è sposati lo si può ottenere ma noi come coppia di fatto quali possibilità abbiamo? grazie ancora per la tua disponibilità.

        • Jacopo, mi risulta che il capitale può essere investito in azioni o altro, ma non in beni immobili (mattone).
          Quanto alla tua domanda sull’agente di immigrazione, forse non hai ancora visto che è possibile contattare direttamente un agente tramite la form sulla pagina immigrazione. Si chiama Marita, ed è onesta e affidabile: conosco diverse persone che hanno ottenuto il visto tramite lei e ne hanno parlato molto bene.
          Per quanto riguarda il visto è possibile ottenerlo anche per le coppie di fatto – vedi più dettagli sulla pagina visti.

  25. Pierre says:

    ciao ragazzi volevo chiedere aiuto a Vale o a chiunque possa darmi una mano, ho ricevuto un’offerta di lavoro da parte della Speak up, il salario è intorno ai 12000 netti volevo chiedervi logicamente i pro e i contro e se bastano x un appartamento e vivere lì…please contattemi il prima possibile….mia mail pierosy chiocciola live.it

    • Elena says:

      Ciao Pierre,

      volevo sapere se stai ancora lavorando per Speak Up e, se si, qual’è la tua opinione del lavoro.
      Grazie
      Elena

  26. Rayden says:

    Salve, sto pensando da un pò di tempo di tornare in Sud Africa (paese in cui sono nato) e lavorare li’. Mi sembra di aver capito che posso ottenere il visto o addirittura la cittadinanza in modo non molto difficoltoso (vi ringrazio per le precedenti informazioni a riguardo, mi sono state utilissime). La mia domanda è: mi conviene andare direttamente sul posto e rimanere un mese o più e cercare occupazione lasciando curriculum presso le agenzie di lavoro oppure è la stessa cosa se mando curriculum attraverso internet? Tutti i siti che offrono impieghi in Sud Africa, hanno meno o più possibilità di garantirci un lavoro rispetto alle agenzie di collocamento dislocate sul territorio sudafricano e presso cui è possibile recarsi personalmente e lasciare i propri dati? Volevo inoltre chiedere un’altra cosa, il settore dei trasporti richiede personale in Sud Africa ed è in fermento? Io ho una laurea in Economia Marittima e dei Trasporti (stessa cosa di economia aziendale/economia e commercio ma con una specializzazione ulteriore nel settore della logistica in generale e delle procedure/tecniche/normative di trasporto merci e persone. Il settore dei trasporti lì offre possibilità oppure è un mercato del lavoro già saturo? Grazie.

    • Ciao Rayden,
      è più facile orientarsi sul posto, ma lasciare il curriculum non ti avvantaggerà molto rispetto a caricarlo online.
      Quello che ti avvantaggia se vieni sul posto è di poter incontrare la gente, che siano recruiter o ancora meglio potenziali datori di lavoro, e adattare il tuo curriculum alle varie offerte di cui vieni a conoscenza.
      Penso che la cosa migliore sia che tu identifichi delle ditte per cui potresti lavorare, per esempio nel settore dei trasporti – Cape Town è un porto, potresti cominciare da lì (vedi per esempio offerte di lavoro Maersk), e le contatti direttamente o fai una ricerca sul loro sito per vedere se hanno offerte in corso.

  27. Mauro says:

    Buonasera e complimenti sinceri per la completezza del sito. Davvero molo utile. Ti disturbo per un aiuto. vo all’estero da ormai tre anni ( soprattutto Norvrgia e Belgio ), e son sempre in cerca di nuovi stimoli. Il Sud Afric e’ per me uno stimolo enorme. Un’azenda inglese con sede a CT mi offre un lavoro e un salario di 11.000 zar gross… La mi domanda e’ … ci si vive a CT con uno stipendio cosi’ ? Grazie in anticipo e a prescindere… Mauro

    • 11000 Rand sono il minimo necessario. Se poi sono lordi… direi che non bastano.

      • Ermanno says:

        Ciao Capo del Sito su Città del Capo,

        Mi è arrivata l’offerta di lavoro per un Call Centre, cioè:
        Salary: 11,666.67 ZAR GROSS per month (€1101.81 Approx GROSS Per Month).
        10,520.00 ZAR NET per month. Overtime and Public Holiday Pay apply also.

        Sono queste cifre accettabili?

        Io sono laureato in Ingegneria, ho fatto lo IELTS (6.5 Overall Mark), pensi che possa fare qualcosa di meglio in prospettiva? Inoltre, ho constatato che senza macchina è praticamente impossibile campare a Cape Town, allora mi chiedo come fanno tutti gli europei che arrivano nei call centre, la comprano? La si fitta?

        Grazie per il sito e per l’eventuale risposta, anche in privato al mio indirizzo email.

        Cheers!

        • Ciao Ermanno,
          la domanda sul salario è già stata posta, spulcia un po’ il forum – comunque ci si può vivere ma non è molto. Se non hai offerte migliori va bene come inizio, ma una volta qui dovrai cercare qualcosa di meglio.
          Per quanto riguarda la macchina l’ideale, se intendi stare minimo qualche mese, è di comprarla di seconda mano e rivenderla poi.
          C’è qualcuno che vuole condividere la sua esperienza?

        • Vale says:

          Ciao Ermanno,

          visto che tu sei ingegnere, puoi rientrare nelle special skills, quindi puoi far richiesta di uno speciale visto che ti permette di rimanere nel paese per 3 anni e cambiare lavoro senza particolari preoccupazioni in questi tre anni. Il problema e’ che solitamente le tempistiche sono lunghe. Prova ad informarti con il consolato sudafricano di Milano se puoi iniziare questa richiesta dall’Italia.

          Nel tuo caso in particolare ti sconsiglio di iniziare nel call centre, anche perche’ se lasci il lavoro prima dei 18 mesi, devi pagare una penale e nel contratto non e’ specificato l’ammontare.

  28. Mauro says:

    Buongiorno a tutti, mi chiamo Mauro e come molti di voi ho ricevuto l’offerta di lavoro per customer service. Vorrei saperne di piu circa il lavoro e circa la vita a CT… Chi puo’ aiutarmi ? Grazie in anticipo e a prescindere. Mauro
    P.S. i miei contatti sono coolmauro74[at]gmail.com oppure skype maurobiondillo ( senza spazi ne punti e sono quello residente in Norvegia )

    • Ermanno says:

      Ciao Mauro, anche io ho ricevuto la stessa offerta.se i salari sono dell’ordine degli 11,000 ZAR come puoi leggere da qualche parte nei post deve essere dura a campare.Io presumo che tu debba essere stanco del clima della Norvegia, poiché so che in Norvegia ci sono salari altissimi.Praticamente stanno facendo questa grossa operazione di smistamento dei call Center dall’Irlanda al SudAfrica, poiché essenzialmente se vedi sui vari siti di recruitment i salari sono la metà.Sono effetti della globalizzazione che ci stanno impoverendo a noi tutti Europei, mentre invece le prendiamo per offerte di lavoro!

      • Vale says:

        Ciao Ermanno,

        devo dire che hai colto nel segno, i call-centre dell’Irlanda stano chiudendo e spostando a poco a poco a CT.

  29. stefano says:

    Ciao
    Volevo se possibile una informazione
    Sono a cape town da 15 giorni e sto facendo un corso intensivo di inglese
    Mi sto guardando attorno anche per un eventuale lavoro qui
    Come opportunità mi hanno detto che potrei insegnare italiano in una scuola qui
    Ma che serve l’abilitazione facendo l’esame Toefl
    Mi Sai per caso dire quali sono le sedi per fare questo esame a cape town?
    Visto che sono qua fino a fine agosto vorrei approfittarne
    Grazie mille ciao stefano

  30. stefano says:

    Grazie mille ciao

  31. Pierangelo says:

    Ciao volevo chiederti su uno stipendio di 13000 rand lordi, netti hai idea di quanto sono?? complimenti x il sito fantastico

    • Vai alla pagina tassazione e vedrai le aliquote dell’Agenzia delle Entrate sudafricana, la SARS.
      Se non sbaglio 13.000 Rand lordi sono R 156.000 annui per cui ti tassano 27000 Rand più il 25% di 6.000 Rand (la quota eccedente 150.000). Ti lascio fare la rimanente sottrazione e divisione per dodici 😉

  32. Alice says:

    Salve,
    volevo chiederle se un visto turistico può essere poi annullato e farlo diventare di lavoro nel caso venga assunta da una ditta del luogo?

    • Alice, per ora non è ancora entrata in vigore la nuova legge che prevede che un visto turistico non si può convertire. Siamo di fatto in una situazione di transizione e questo spiega le informazioni discordanti date dall’Home Affairs. Me lo ha confermato Marita, un agente di immigrazione.

  33. Fabrizio says:

    Ciao Alice,
    quando sono stato all’Home Affairs a Cape Town mi hanno detto di no. Ma la cosa non è chiara, se la risposta varia di giorno in giorno e dipende dall’addetto. Inoltre, l’azienda di call center in cui avevo fatto il colloquio, puir dicendomi che sarebbe stato possibile, preferiva che io tornassi in Italia a farlo, pagandomi il biglietto di ritorno, perchè diceva che facendo la richiesta a Cape Town potevano volerci dei mesi per ottenere il work permit (parole della ragazza che mi ha fatto il colloquio: “io l’ho ottenuto dopo 9 mesi”) mentre con la loro lettera al consolato di milano me lo avrebbero rilasciato in un paio di settimane.

  34. Dario says:

    Ciao a tutti,
    complimenti per il sito, una fonte enorme di preziose informazioni.
    Vi scrivo per due motivi: entro 12 mesi dovrei laurearmi qui in Italia in medicina e vorrei specializzarmi alla UCT in chirurgia generale. Ho già preso contatto con la direttrice del dipartimento di chirurgia, Mrs Kannemeyer, la quale mi ha semplicemente detto che là la specialistica non viene pagata. A tutte le altre domande che le ho posto non ha risposto. Prima domanda che mi è sorta: come si mantengono gli specializzandi là? Seconda domanda: vista l’estrema concisione della direttrice a chi posso rivolgermi? Qualche consiglio per contattare uno specializzando o un professore? Magari italiano che è ha già fatto il percorso che vorrei fare io?

    Secondo motivo. La mia ragazza verrà con me. E’ specializzata in marketing internazionale alla IULM e vorrebbe aprire una attività particolare nel settore della ristorazione. Fattibilità? Tempi e costi burocratici? Chi contattare?

    Grazie mille a chi risponderà.
    Ancora complimenti!

    • Ciao Dario,
      Grazie per i complimenti 🙂
      Per la prima domanda so che c’è un chirurgo italiano che lavora a Cape Town ed è anche professore all’università, prova a cliccare su questo elenco, c’è un numero di telefono, lo trovi anche su LinkedIn.
      Per la seconda domanda ci sono altre persone che hanno fatto domande sulla ristorazione su uno di questi forum e ho lasciato link a vari ristoranti italiani a cui chiedere consiglio, prova a vedere se li trovi.

  35. Dario says:

    Gentilissimo e velocissimo, mi hai fatto un favore enorme!

    Grazie ancora

  36. Stefano says:

    Ciao a tutti,
    prima volta che scrivo.
    Mi associo anch’io ai complimenti per il sito: veramente ben fatto e si legge con molto piacere!
    Pure io sto pensando di trasferirmi in Sud Africa per lavoro e in ottobre visiterò il paese.
    In base alle esperienze che ho letto vorrei chiedere a Drive (sul forum intorno al mese di marzo 2012) e anche a Vale qualche informazione.
    Siete rintracciabili? Grazie.

    • Vale says:

      Ciao Stefano,

      sono rintracciabile, chiedi pure, magari non rispondo immediatamente, ma di tanto in tanto faccio un salto in questo sito davvero ben fatto!

      a presto,
      Vale

      • Stefano says:

        Ciao Vale, grazie.
        Se per te non è troppo disturbo, vorrei chiederti qualche informazione lavorativa ulteriore rispetto a quelle che hai già fornito sul forum.
        E’ possibile contattarti via mail?
        Il mio indirizzo è stub1974@libero.it
        Grazie.

  37. milanoinktattoo says:

    sono un tattooartist e vorrei vivere in SA secondo voi posso vivere del mio lavoro li e quanto si guadagna + o meno grazie mosconi paolo milano ink tattoo on the road (Ancona)

    • Ciao Paolo, non ho proprio idea di quanto guadagni un tattoo artist a Cape Town. Perché non provi a cercare con google tattoo parlour cape town e contatti qualcuno del settore tramite email?

    • rossano says:

      ci sono diversi tattoo posti a città del capo con tatuatori che vengono da ogni parte d’europa ,sono sempre tutti super busy a volte ho aspettato diversi giorni per un appuntamento…..vai trank non so quanto guadagnano ma tutto sta in quello che sai fare …lavoro anche in abbondanza…ti do una risposta sicura di uno che a città del capo ci sta dal 1994!!!

  38. Davide M says:

    Ciao a tutti

    Sono laureato in medicina ed attualmente lavoro come medico di base. Sapreste dirmi se il mio lavoro ha un mercato in Sud africa.
    Ps sfortunatamente non parlo inglese, ma incredibile ma vero parlo olandese e tedesco.

    Grazie

    Ciao

    • Ciao Davide,
      L’olandese non è proprio parlato in Sud Africa (l’Afrikaans è abbastanza diverso) e il tedesco è parlato da una minoranza. Senza l’inglese non ti muovi da nessuna parte.

      Dubito fortemente che ti permettano persino di praticare come medico se non conosci l’inglese: anche nell’ipotesi remota che tu riuscissi a trovare una clientela sufficientemente folta tra i tedeschi, come fai a comunicare con altri medici per es. specialisti, laboratori di analisi ecc?

  39. Roberta says:

    Buonasera,
    sono stata in Sud Africa 2 anni fa …..20 gg bellissimi ed è stato amore.
    Sto valutando di trasferirmi a Cape Town, il settore dove ricerco possibilità è turismo B&B.
    Vorrei delle indicazioni sia per un acquisto (agenzie serie da contattare) che per inziare gestendo un’attività magari anche con un’indicazione economica di gudagno se possibile.
    Ti ringrazio
    Roberta

    • Max says:

      Ciao Roberta,
      come sa VIV e qualche user di questo fantastico sito vivo a CT dall’Aprile dello scorso e da Agosto 2011 no stop.Sei mesi ho acquistato “Villa Licia”( in memoria di mia madre) il cui sito è http://www.villaliciabab.com, oppure puoi vedere la relativa pagina su Fb.Sto cercando di lanciarla come B&B,ma ti assicuro che non è affatto facile…………….Credo comunque di poterti dare molte indicazioni utili a te,ed agli altri users…..La mia mail è bigbear1955@libero.it e,se vuoi contattarmi tramite skype sono…..mangacaramba.Ti aspetto e ti saluto,sperando di conoscerti.
      Max
      p.s..per cominciare..qui l’agente immobiliare lo paga SOLO il venditore,come sarebbe giusto anche in Italia…..e surely……I presume You speak Englsh as the Italian one……or not?

  40. ROBERTA74 says:

    Buongiorno a tutti,

    io e la mia famiglia (mio marito e mio figlio di 3 anni) siamo stati due anni fa in Sudafrica per circa 1 mese. Ci siamo innamorati della zona intorno a Stellenbosch ed è un po’ di tempo che stiamo meditando un possibile trasferimento in quella zona. Mio marito ha la passione per la cucina e devo dire che gli riesce molto bene e volevamo “sfruttare” questa cosa per inventarci qualcosa di particolare in quella zona.
    Ci stiamo pensando, oltre che per noi, anche per cercare di offrire a nostro figlio una qualità di vita migliore.
    Chiedo delle informazioni, circa l’acquisto di immobili in quella zona e quali sono i requisiti richiesti dalle Autorità Sudafricane per l’apertura di un’attività ed il rilascio del visto.
    Ringrazio anticipatamente chiunque mi possa dare informazioni in merito
    A presto

    Roberta74

  41. Gloria says:

    Ciao sono Gloria una ragazza italiana che vuole trasferirsi in Sud Africa, qui in Italia lavoro come maestra d’asilo mi piacerebbe lavorare con scuole italiane della zona ma non conosco e non so a chi rivolgermi oppure poter lavorare in Guest house offrendo un servizio di baby sitter per famiglie che vogliano ritagliarsi qualche ora di relax…..che ne dite?!?!?

    • Ciao Gloria,
      c’è soltanto una scuola di italiano a Cape Town, fanno anche corsi per bambini piccoli ma non so se cerchino personale, prova a contattarli.
      L’idea del servizio in guest house mi sembra interessante, dovresti provare a contattare qualche albergo e provare a tastare il terreno.

  42. sonia says:

    Bellissimo sito!!! Il primo di quelli che leggo che chiarisce veramente le idee!! Complimenti!
    Allora… Sono Española, vivo en Sicilia Agrigento da 12 anni, prima ho vissuto a Lampedusa per 17 anni ed a roma 3, se fate i conti vedrete che sono già vecchia, ma non tanto.
    Ho un hotel boutique ad Agrigento attualmente, che ho messo in vendita e sono a buon punto con le trattative, MI SONO ROTTA DELL EUROPA, e voglio andare oltre, parlo correttamente come madrelingua Español,Italiano e Portuguès, ed ho un discreto buon Inglese.
    E già da qualche anno che mi ronza in testa l’idea di andare a vivere in Sudafrica, e penso che una figura come la mia nel campo turistico con 30 anni di sperienza potrebbe essere utile (?)
    Mi piacerebbe sapere come è la qualità della vita, e se pensate che a la mia veneranda età (51) possa avere qualche chance in un paese come il Sudafrica, lavorativamente parlando, (non so vivere senza lavorare)

    • Ciao Sonia,
      grazie per i complimenti e benvenuta sul sito!
      Il settore turistico è sicuramente un settore vivo e attivo, e la qualità della vita a Cape Town è ottima.
      Direi che più che l’età qui conta l’esperienza lavorativa maturata e le competenze acquisite, per cui… buttati e comincia a farti un’idea del mercato contattando potenziali datori di lavoro.

  43. Roberta says:

    Buongiorno,
    ringrazio Max per il suggerimento e condivido l’idea sulla difficoltà di sponsorizzare un’attività del genere. Gestire un B&B consente di vivere come stipendio? Conoscete canali e suggerimenti per conoscere anche queste opportunità?

    Grazie.

  44. roby79 says:

    ciao a tutti, complimenti per il forum!
    io e la mia ragazza stiamo pensado seriamente di trasferirci in sud africa. chiedevo gentilmente se qualcuno mi puo aiutare. la mia ragazza è un’ istruttrice federale di ecquitazione e svolge questo lavoro in italia, io ho una società di commercio. volevo sapere se ce possibilita di lavorare nell’ambito dei cavalli se ci sono maneggi o se ci fosse la possibilità di aprire un maneggio oppure di affiancarsi a qualche società che opera già là. se qualcuno mi puo dare qualche indicazione perfavore, sto facendo fatica a trovare indicazioni su come muovermi. vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte!!!

    • Ciao Roby,
      potresti provare a contattare qualche maneggio di Cape Town, per esempio Sleepy Hollow, Cape Town Riding Centre o Green Acres. Buona ricerca!

      • roby79 says:

        grazie per la risposta, chiedevo se magari ci fosse qualche possibilità di lavoro nell’ambito dei cavalli magari nelle vicinanze di riserve sia private che pubbliche magari gestendo direttamente come una sorta di franchaising!! è un’idea bizzarra forse pero non si sa mai io ci provo lo stesso! sono sempre piu convinto di partire!!!! arrivando con visto turistico si puo cominciare a lavorare e cambiare il visto direttamente in loco? se ci fosse anche aziende agricole da prendere in gestione valutiamo anche quello, pur di raggiungere quello splendido paese chiamato sud africa! il mio unico problema riguarda ancora l’inglese ma mettendomi di buona volontà spero che riusciamo ad imprarlo abbastanza velocemente! grazie a tutti ed a presto speriamo…….

  45. sonia says:

    sono all’opera per il lavoro, spero raggiungervi per il prossimo anno, appena sistemata organizo festiciola!!

  46. rossano says:

    Salve a tutti ,sono una persona di 51 anni e dal 1996 risiedo in South Africa(Cape Town),cerco soci o persone con capitale che vogliano aprire un attività in Cape Town ,non esitate nel contattarmi per informazioni ….grazie rossano

  47. andrea says:

    salve a tutti
    e’ da qualche anno che mi frulla in testa di venire in sudafrica/namibia per viverci anche se ho il problema che mia moglie storce il naso.
    ultimamente parlando con una mia amica pensavamo di comprare una guesthouse o lodge (troppo bello al kruger park) per iniziare una attivita’
    cosa ne dici? troppo azzardato? essendo anche fotografo c’e’ possibilita’ di trovare qualche lavoro o anche come segreteria ? io lavoro su computer mi diletto nella costruzione dei siti

  48. Gianni says:

    Ciao a tutti sono Gianni da Firenze e ho 22 anni,prima di tutto volevo complimentarmi con te per il sito dal momento che questo sito per me è diventato un punto di riferimento!!Ho una voglia matta di trasferirmi a cape town,ma il + grande scoglio che in questo momento sembra impedirmi di prendere il volo è il VISTO.Mi piacerebbe sapere da te se è piu conveniente per me andare sul posto tipo un mese e fare un paio di colloqui,insomma per vedere com’è la situazione,o mandare curricula da qui.Parlo perfettamente francese,spagnolo e italiano e il mio inglese è ottimo,ho lavorato anche per tre anni,in posti diversi come cameriere in argentina,africa, e in italia.Dalla tua esperienza potresti consigliarmi quale settore è + convenevole per me,poichè ho letto dai post dei ragazzi precedenti che farti assumere come call center a 12.000 o 10.000 rand è un po rischioso,il contratto che ti offrono non è chiaro,forse lo fanno per approffittarsi non so…Quindi mi conviene trovare lavoro come cameriere magari in un ristorante anche italiano,o provare con il call center o lenguage agent?!!

  49. giuseppe says:

    ciao a tutti… sono giuseppe da roma ho 35 anni e vorrei trasferirmi insieme con la mia fidanzata a capetown per sempre. siamo 2 medici specialisti in chirurgia plastica e ricostruttiva. ci piacerebbe esercitare la nostra professione a capetown perchè amiamo il nostro lavoro a differenza dell’italia di cui ci siamo completamente disinnamorati.
    esiste la possibilità di realizzare questo sogno?
    la nostra laurea e specializzazione è riconosciuta in sudafrica?
    altrimenti cosa dovremmo fare?
    grazie e viva il sudafrica!!!

    • Max says:

      Always God bless South Africa!
      ……….allora Giuseppe,frate meo(visto che sono romano doc anch’io…),non posso che condividere,ed appoggiare la tua scelta…per diversi otivi,but:
      -Come sei messo con l’Inglese?
      -Sei già stato in ambasciata, a chiedere l’equiparazione dei vostri titoli di studio?
      -Hai fondi che ti permetterebbero,almeno in un primo momento, di vivere senza reddito?
      Detto questo il SA,come tanti altri paesi dove il “junk food” è usual è un paese di superobesi,bianchi e neri,più difficlmente coloured( e chi scrive pesa “solo” 110 kg….benportati….) dovuto senza dubbio al fatto che manca completamente un’educazione alimentare( per i bianchi) ed, of course, un reddito adeguato ( per i neri) che finiscono per fare la coda sempre al KFC,dovel’olio usato andrebbe bene anche in F1…….
      Quale la soluzione per i bianchi,ricchi,ma anche sensilbili al problema,visto che l’infarto,ma non solo, è una possibilità non remota se,a 35 anni superi i 160 kg. di peso?
      La liposuzione,ed in genere la chirurgia plastica.Le donne che si rifanno le tette,ad esempio non hanno tutti quegli scrupoli morali e sociali che ci sono in Italia……
      Insomma,qui le opportunità non mancano,oltre ad essere un posto M E R A V I GL I O S O…..parlo di Cape Town, non del Sud Africa,che non conosco affatto.
      Inoltre,credo(ma su questo VIV può esserti di aiuto più di me…) che potresti ottenere il work-visa per
      “exceptional skills”…..
      Detto questo,frate,tra un paio di giorni sono a Roma…..per due settimane and …..then….
      Let me know…..
      Max

  50. Gianni says:

    Ciao Max!!!!a belloooo fratèèèè so anch’io de Roma hahah,c’ho vissuto pe 10 anni…solo che adesso da 2 anni abito a firenze, se me potessi da qualche dritta sul post che ho mandato 2 giorni fa ti sarei veramente riconoscente,perchè vorrei sapere se conviene recarsi in loco o mandare i currula da qua,dal momento che ancora la legge non è passata magari riesco ad andare lì come turista e poi cambiare il mio visto lì stesso…. infatti,sarebbe veramente prezioso il tuo auito!!!Ciao grazie
    Gianni da Firenze

    • Max says:

      Allora,fratè……
      nun te’ crede che questo sia er Paese de’ Bengodi……Anzitutto ti consiglio di leggerti la mia intervista sul sito http://www.voglioviverecosiworld.com e credo che ti chiarirà un pò le idee….Detto questo,se hai un OTTIMO Inglese dalla tua ,sei solo all’inizio,piuttosto che niente…..meglio piuttosto.Penso saprai che per il work.visa devi trovare un employer che ti sponsorizza,ossia che nun dico te se’ sposa,ma almeno,SENZA CONOSCERTI,se fidanza co’ te…….il che,oggettivamente,non è facile…..In Canada è praticamente impossibile.Per favore,e non lo dico solo a te LASCIATE PERDE I RISTORANTI!!!!
      Soprattutto se italiani…….Anche se vi assumono in “nero”( e qui il nero,italianamente inteso….) does not exist!…..Il gioco non vale assolutamente la candela! In più, come camerieri,avrete la concorrenza dei neri( quelli con le gambe) che chiederanno il 25%,forse meno di quello che chiedete voi……
      Voi non potete neppure lontanamente immaginare come si possa vivere……da nero,magari dello Zimbwawe,qui.Un esempio? 8 euro il giorno!!!…ossia 10 ore di lavoro……Allora,che potete fare?
      Andare,Gianni in ambasciata a Roma( dove troverai una mia amica,dolcissima e squisita…) ove potrete acquisire tute le informazioni che vi necessitano………Dopodichè DOVETE PENSARE IN CHIAVE D’INVESTIMENTO…….ossia venire qui sarà sempre UN INVESTIMENTO……..ma
      Qual’è il vostro budget per rimanere qui,per un periodo NON breve?
      Cosa pensate di fare,una volta qui?
      Quali sono i vostri punti di forza? Il primo ve lo suggerisco io: la lingua!
      Ho letto tanti commenti critici sui call centers,dove io in Italia(visto che ho una figlia che ci lavora,anche se è soddisfatta del suo sfruttamento….) metterei una bomba,ma all’inizio…DEVE ANDARE TUTTO BENE…..Ragazzi ve lo dice un “vecchietto” di 57 anni,sempre “incazzoso”,ed è come termino la mia intervista……Magari avessi avuto un padre che,a calci nel sedere,mi avesse mandato a fare il lavapiatti a Londra o a New-York……ma,comunque non mi lamento……
      Chi decide di espatriare,sarà SEMPRE un ospite in casa altrui.
      Ed il SA,dove gli italiani( strano,ma vero…) sono positivamente considerati,ed ammirati( usque tandem?)
      non fa eccezione…..Intanto vengo,vedo e mi faccio un’idea…..poi wait and see……Sei mai venuto qui,Gianni?
      E,per concludere…….Roma non fu fatta in un giorno,meo frate….
      Do you know what I mean? I hope so…..
      Anyway, I am here,anche se domani,a quest’ora,starò volando verso quello che,una volta, era il “bel paese” e che,purtroppo non lo sarà MAI PIU’ e chi ci rimarrà fregato saranno proprio i ragazzi come te,Gianni.
      In bocca al lupo,filio meo…….Ad majora,semper!!

      • Gianni says:

        veramente non ci sono mai stato,ma ho vissuto in Gabon per 10 anni!!!mio padre lavora ancora lì,non è lo stesso sicuramente…guarda max io ho 5000 euro sicuri,ma non so se bastano per 6 mesi,cmq mi consigli di venire sul posto e fare un raid prelustrativo per vedere meglio com’è la situation vero,e mandare qualche cosa da qui no per iniziare,diciamo che gli mando alcuni curricula e poi vado lì,va bene no?hahahah io ce le metterei in tutte le grosse multinazionali le bombe,compresa mc donald,apparte gli scherzi,quale altra cosa potri inventarmi se sono madrelingua ITALIANO,FRANCESE E SAPAGNOLO E IL MIO INGLESE è OTTIMO!?!ahhhh scusa dimenticavo come lo leggo la tua intervista su voglioviverecosì.com?!c sono andato ma nella homepage cosa devo digitare,cmq se non c s sente buon viaggio e grazie di tutto
        sei stato d’aiuto
        ciao un abbraccio
        gianni de romaaa

        • Max says:

          Ave Gianni….filio meo!
          ………….alora,andiamo per gradi;
          Vai in ambasciata a Roma,dove ti daranno tutte le informazioni che vuoi;
          5000 euro( ossia 50.000 rand,circa) per sei mesi,ESCLUSO IL VIAGGIO,possono pure bastare,ma devi stringere la cinghia( come qui,TUTTI PIOTTARI,fanno usually….);
          Se NON mi vieni in alta stagione( Novembre-Gennaio) posso farti un prezzo “romano” SOLO PER DORMIRE: 600 euro/mese con uso di cucina, le “dritte” sono comprese nel prezzo……Last but not least…che skills hai?
          Let me know,boy…..Bye.
          p.s. sul sito prova a digitare Max Costanzi….o B&B in SA

          • gianni says:

            bellaaa Max!!!le mie capacità/abilità sono soprattuto le lingue,sono MADREINGUA FRANCESE,SPAGNOLO E ITALIANO,mentre il mio INGLESE è OTTIMO,poi apparte aver lavorato come cameriere sia all’estero -Gabon in Africa,saprai sicuramente dov’è e in argentina sempre come cameriere-che in italia dove ho lavorato,sempre come cameriere e aiuto cuoco,per un ristorante argentino,ho il brevetto di assistente bagnanti della FIN e quello di salvataggio perchè in qualche stagione ho fatto centri estivi e ho lavorato come bagnino in piscina.Ecco questo è quelo che posso vendere per farmi prendere da qualche employer!Facendo quache conto ho scoperto che se voglio almeno vivere CON L’ESSENZIALE devo assolutamente lavorare in un posto che mi dia almeno 10.000 rand al mese,che sono pochi cmq,perchè lavorando come receiptionist o nell’hospitality industry guadagni dai 3000 ai 5000 rand,che è pochissimo(so propio pazzi sti sudafricani hahaha,come fa uno a sostenersi così,manco in italia),cmq veniamo a noi,in questo sito ho letto che nei suburbs,trovi locali dai 3500 in su,poi mettici la luce,l’elettricità,l’acqua-che non è molto-ma sommano,poi aggungici la spesa altri 3000 rand,poi le uscite 1500-2000 rand,si ariva quasi a 9000 rand,a queesto punto mi chiedo,o trovo un lavoro che sia superiore a questa cifra o dovrò tagliare la spesa al supermercato.Dipende tutto dal avoro che tovo ovviamente.Poi c’è un’altra cosa,lavorare al call center mi darà eventualmente dai 10000 al mese ai 12000 che è molto meglio degli altri stipendi,il fatto è che se da una parte puo essere vantaggioso dar momento che te pagano bene,dall’altra devi lavora 14 ore DE SEGUITO,dall 8 di mattina alle 10 di sera,fino al venerdi poi la domenica e il sabato dalle 8 fino alle 7,il che mi precude a me 22 la possibilità di divertirmi e di avere il mio leisure time,per uscire con amici o ragazze!!Ho dato un’occhiata agli hostels economici o backpackers però non tutti hanno la cucina,da buon italiano e romano almeno la sera quando arrivo a casa potri farmi qualcosa da mangia di buono,ma se non si pu allora toccà mangiarsi un panino al volo,una frutta e via,come dici te bisogna stringere la cinghia ovunque hahah…dimmi che ne pensi;c teniamo in contatto questo è il mio SKYPE : ELTANOGIANNI,aggiungim e parliamo è + veloce cosi!!!ciao

  51. gianni says:

    Max come stai!!?com’ andato il viaggio?adesso stai a roma?se stai a roma te stai a gode er fascino della città eterna e so che ti è mancato per parecchio tempo,quindi divertite,se hai un po di tempo….quando puoi ecco, mi piacerebbe parlare con te su alcune questioni tipo il visto per volontari e il visto per turisti,perchè prima d andare all’ambasciata di roma voio esse sicuro!!poi se mi puoi dire se mi conviene prendere il biglietto adesso-quello di andata intendo-o fra un mese,perchè so che la high season dovrebbe cominciare tra un mese e qualcosa quindi i prezzi si alzerebbero a bestia capisci!!!fammi sapere come ti sta andando a roma,tra un po c andrò anch’io,ho una voglia matta di andarci
    belllaaa Maxseee!!ti lascio il mio skype ELTANOGIANNNI
    dajeeee aspetto una tua chiamata
    stammi beneee!

    • Max says:

      Ciao Gianni….
      il mio numero telefonico italiano e’ il 377 1705264 ….se vuoi chiamarmi….riparto mercoledi notte per CT…..bye!
      Max

  52. francesco39 says:

    Ciao, ho ricevuto un’offerta di lavoro dalla PTJ contractors….qualcuno sa che azienda è e se esiste?????

    • Ciao Francesco, benvenuto sul sito. Congratulazioni per avere un’offerta di lavoro!
      Personalmente non conosco PTJ Contractors, ma guardando su internet c’è un’impresa che si chiama PTJ plumbing, ma sembrerebbe che facciano anche altri lavori di costruzione oltre a lavori di idraulica. Il loro sito dice che la ditta è iscritta a varie associazioni di categoria, ti suggerisco di contattarne una o due per chiedere informazioni.

      • AGGIORNAMENTO IMPORTANTE
        Ho sentito di altre persone che hanno risposto a un annuncio su Kijiji di una ditta di nome PTJ Contractors, e gli è stato offerto un lavoro ma a condizione di pagare prima un mese di affitto a una ditta di locazione appartamenti… Attenzione, si tratta con ogni probabilità di una truffa. La PTJ Contractors dell’annuncio sembrerebbe una ditta fasulla, e non è la stessa di PTJ Plumbing come avevo prima ipotizzato.

  53. milanoink says:

    ciao sono paolo ho avuto un offerta di colabborazione da Veritas Tattoo & body art , a Phokeng, mi sai dire come e’ la zona

    • Ciao Paolo, Phokeng – che non avevo mai sentito nominare, perdona la mia ignoranza – è nella Northern Province, proprio un’altra regione rispetto a Cape Town. Si trova non distante da Johannesburg. No so darti nessuna informazione in proposito, mi spiace!

  54. Massimo says:

    Ciao e complimenti per il sito veramente utile e dettagliato.

    E’ da diverso tempo che penso di tornare in SA non piu da turista vorrei rompere gli indugi e buttarmi in questo progetto di vita che interessa me e la mia famiglia moglie e figlie piccole. L’idea é quella di aprire una piccola attività commerciale come una gelateria, che sicuramente avra un investimento iniziale al di sotto del limite dei 250k€ ho letto che un buon agent potrebbe farmi ottenere uno sconto sulla soglia di entata. Cosa ne pensi? Ciao e grazie

    • Ciao Massimo, benvenuto sul sito.
      Se hai intenzione di mantenere una famiglia di quattro persone con la gelateria ti suggerisco di fare tutte le ricerche necessarie prima di buttarti – io non mi intendo di piccola imprenditoria ma so che come si può far fortuna in poco tempo si può anche fare flop.
      Se invece hai buone basi imprenditoriali e magari puoi contare anche su altri redditi almeno all’inizio, allora l’attività commerciale è un modo perfetto per cominciare una nuova vita in Sud Africa.

      • Massimo says:

        Ciao grazie

        L’ idea è quella di utilizzare un fondo di ca 2,3 mio rand per aprire un attivitá commerciale Gelateria per me e potercontare magari a piu possibilita per mia moglie che è architetto. Stavo scandagliando il mercato del gelato in sud africa e ho visto che è un mercato in cui credo si possa investire con risultati contando su un prodotto almeno al pari di quello italiano. Dalla tua personale visione come vedi questo mercato da consumatore. Ciao

        • Da consumatore? Vuoi dire da quanto gelato mangio io? 😉

        • Gino says:

          Da addetto ai lavori ed esperto del settore, è un business che giudico rischioso per RSA.
          Questo non significa che non sia fattibile.
          L’investimento può essere di circa 150K€, però si devono consiederare le difficoltà nella catena logistica degli approvvigionamenti e la tipicità del business che non può essere delegato a terzi, soprattutto all’inizio.
          Ho letto di un tizio di Roma che ha aperto a Stellenbosch e propone un progetto di affiliazione per diverso zone del Western Cape.
          Magari vale la pena di contattarlo.
          Per info più approfondite puoi contattarmi per email: ginospadoni chiocciola gmail.com

  55. xander91 says:

    Salve, vi scrivo da Cape Town sono arrivato qui esattamente quasi 1 mese e mezzo fa…in questo periodo ho potuto conoscere e vedere questo splendido posto e ho deciso ora di restarci! Sono alla ricerca di un lavoro off cours for survive, e avendo esperienza in agenzia di viaggi e co ho visto che qui a Cape Town c’è la MINDPEARL, volevo qualche info da parte di un italiano che ci ha lavorato per avere dritte e consigli anche per come affrontare un colloquio di lavoro, o di qualcuno che è in trattative con l’azienda! vi lascio il mio indirizzo mail: alessandro-vania chiocciola hotmail.it

  56. Alessandro says:

    Volevo scrivere un commento per rispondere a tutti gli italiani che vorrebbero venire qui Cape Town a lavorare…credo che fare un pò di chiarezza non guasti! Sono qui nell’omonima città ormai da 1 mese e mezzo quindi ormai non mi sento più tanto un turista a Città del Capo, Ma conosco e ho visto Cape Town in tutte le sue forme per poter esprimere un opinione concreta. Cosa consiglierei a questi ragazzi/e che vogliono venire a lavorare qui?! Non è assolutamente semplice, e non è assolutamente il paese dei balocchi che qualcuno immagina…le difficoltà che si incontrano qui per un italiano e specifico per un bianco probabilmente sono maggiori rispetto a qualsiasi altro continente, si potrebbe parlare addirittura di un hapartaid al contrario qui in Sud Africa, non mi và di dilungarmi troppo Cape Town è un bellissimo posto dove difficilmente ci si annoia e non si sa che fare…ma ci sono comunque tante insidie che solo vivendo qui sono possibili da cogliere. Detto questo non voglio demoralizzare nessuno, ASSOLUTAMENTE!!! ma prima di lasciare l’Italia e correre qui nella speranza di avere un lavoro e soldi pensateci bene perchè non è semplice! Non è semplice nemmeno in Europa ma in Europa per sopravvivere puoi fare il lavapiatti, il cameriere, consegnare pizze…qui invece devi assolutamente venire con le idee chiare o devi tornartene a casa! Puoi lavorare SOLO per un call center o in ospedali (se hai una laurea e un buon inglese) o in altri settori con relativa laurea o al massimo investire… Detto questo ognuno tiri le proprie somme niente è impossibile ma nemmeno semplice, l’Italia al momento attuale è molto sofferente ma la storia ci racconta che periodi come questo gli abbiamo già vissuti tuttavia il mondo và avanti l’Italia và avanti…credo che si stia abusando troppo della parola “crisi” e spesso ci si culli anche troppo per non mettersi a cercare lavoro seriamente….prima di fare un’esperienza all’estero in generale giocatevi tutte le vostre carte “in casa” perchè sarete decisamente più forti.

    • Fabienne says:

      …sono d’accordo sul fatto di giocarsi le possibilità in casa, ma per il resto mi sembra eccessivo….il mio sogno era di trovare un lavoro anche umile ma dignitoso, ma con le tue premesse mi hai creato uno sconforto enorme. Ringrazio per le riflessioni………che per forza mi porteranno a riflettere sulle mie scelte.

  57. Max says:

    Qualcuno puo ‘spiegarmi il concetto che ” a casa si e’sicuramente piu’ forti”?…..ma a far cosa? Posso aggiungere una cosa?…..Mala tempora currunt, sed peiora parantur….tradotto in romanesco….le cose vanno male…ma er peggio ancora addavei”……aspettate,aspettate e poi vedrete…
    La differenza, e mi riferisco ai giovani alle donne ed alla gente del Sud ( i piu’ martoriati…che sempre piu’ lo saranno….) non e’tra chi vuole e chi non vuole venire via dall’ Italia, ormai destinata ad un declino SENZA FINE,ma tra chi PUO” E CHI NON PUO'”
    E, per dirla con Califano,……tutto il resto e’noia…..

    • Fabienne says:

      Ciao Max,
      come vorrei avere la tua carica, leggendo il commento di Alessandro, mi sono demoralizzata……..qui in effetti sentendo il telegiornale, mi vengono i brividi ogni giorno. A presto, e grazie di risollevarmi il morale.

  58. chiara says:

    Carissimi,
    sono in contatto per una job position a CT in un call center, si riesce a tirare avanti con lo stipendio? Quali benefit vengono offerti e sono obbligatori? Mi piacerebbe inoltre entrare in contatto con altri expat che stanno facendo quest’esperienza per confrontarci. grazie mille

  59. Pierre says:

    Ciao chiara io lavoro qui magari in quello che ti vuole assumere 🙂 la mia è pierosy chiocciola live.it contattami e dimmi di quale si tratta e chiedimi un po cosa vuoi sapere

    • Valentina says:

      Ciao a Tutti,

      per prima cosa complimenti per il sito…è davvero ben fatto ed esaustivo!!!

      Anche io sono stata contattata per una job position simile e vorrei capire a livello di stipendio cosa aspettarmi.

      Mi hanno chiesto di indicare il mio salary expectation, ma non ho idea di cosa indicare.

      Qualcuno può aiutarmi?

      Grazie 🙂

  60. Gino says:

    Buonasera
    sono un imprenditore stanco dell’Italia.
    Ho vissuto e lavorato in RSA, conosco bene il sistema paese le sue regole,leggi, abitudini,le persone, la lingua.
    Mi piacerebbe aprire una pizzeria o un piccolo ristorante, con relativo import e distribuzione di prodotti alimentari dell’eccellenza italiana.
    Ho già alcuni contatti per rilevare alcune attività.
    Per questo motivo sto cercando dei soci/partner che vogliano condividere questa impresa.
    Potete contattarmi tramite questo bellissimo sito oppure alla mia email: ginospadoni chiocciola gmail.com

    • Max says:

      Ciao Gino
      vivo qui da oltre un anno e mezzo e sto cercando di lanciare il mio Bed and Breakfast “Villa Licia”.
      Se escludi capitali, puoi contare su di me.
      Contattami, se vuoi tramite mail bigbear1955@libero.it o skype come mangacaramba
      Ciao.
      MAx
      p.s…………non ho capito se sei in Italia o GIA’ a Cape Town…..

  61. Pedro Abrunhosa says:

    Buongiorno a tutti,
    Vi propongo un’eccellente opportunita’ per chi volesse fare un investimento e stabilirsi in Sudafrica rapidamente, facendo qualcosa di stimolante in un settore in crescita nel paese.
    Cedo un’attivita’ “chiavi in mano”, si tratta di una torrefazione per caffe’ comprensiva di zona ufficio, magazzino e ovviamente tutto il necessario equipaggiamento per produrre caffe’ in vari formati.
    E’ un progetto adatto a un imprenditore che volesse portarlo avanti come azienda a conduzione familiare, con la passione per il caffe’ e prodotti/servizi affini (NB: l’attivita’ viene ceduta con l’assicurazione di un supporto operativo iniziale che si potrebbe prolungare e rinnovare in seguito alla cessione).
    L’attuale titolare e’ un consulente del settore che si occupa anche di progettare nuovi impianti per il caffe’, nonche’ tecnico di produzione.
    La cessione comprende tutti I diritti intangibili sui marchi di proprieta’ e il know how, di modo che il nuovo titolare sia indipendente dal punto di vista operativo. Si forniranno dati su fonti di approvvigionamento, formulazioni di miscele per la tostatura, confezionamento, manutenzione e tutte le operazioni relative a macchinari anche dell’utenza finale.
    E’ disponibile una presentazione multimediale e una descrizione dettagliata dell’offerta.
    Per ulteriori dettagli potete cortesemente contattarmi direttamente via e-mail, in inglese o in italiano. Ogni informazione verra’ trattata con la massima riservatezza.
    e-mail: pedro chiocciola abrunhosa.co.za.

  62. Federico says:

    Salve a tutti, il mio nome e’ federico,ho 22 anni e attualmente sto lavorando in un hotel 4 stelle ad abu dhabi UAE come chef de partie, in questo hotel ho conosciuto una coppia di ragazzi da Cape town e guardando le immagini relative la citta’, voglio che diventi la mia prossima meta di lavoro, c’e’ qualcuno che puo consigliarmi come arrivare ad ottenere un lavoro in hotel con ristorante italiano o solo un ristorante italiano…??? posso mandare anche il mio CV tramite e-mail. In questi mesi mi sto dando da fare per cercare siti internet relativi a offerte di lavoro specifici per Cape Town, ma a me piacerebbe avere un contatto diretto con una persona di cui potersi fidare, considerando che nn conosco praticamente niente riguardo la citta’, pero’ questo sito mi sta aiutando molto. grazie per l’attenzione dedicatami.

  63. MANOLO says:

    CIAO A TUTTI , SON MANOLO E MI SONO TRASFERITO DA UN MESE DA ROMA AD AMSTERDAM, CITTA’ CHE AMO E CHE ORAMAI CONOSCO DICIAMO BENE.
    DOPO UN MESE QUI, E QUALCHE COLLOQUIO DI LAVORO HO PARTECIPATO AD UN EVENTO DI RECRUITING DOVE HO CONOSCIUTO TRA LE ALTRE ANCHE LA SPEAKUP, CHE HA SEDE SIA A LONDRA SIA A CAPE TOWN. SONO MOLTO COMBATTUTO ORA, PERCHE’ L OLANDA MI PIACE MOLTO, MA PER ORA NULLA OLTRE CHE LAVORO IN UN RISTORANTE. ( HO LASCIATO LAVORO A ROMA CHE NON MI SODDISFAVA. .SAPETE TUTTI COME SIAMO MESSI DA NOI).
    INOLTRE SONO ANCHE ISTRUTTORE DI PILATES.
    SONO STATO POI CHIAMATO, COLLOQUIO E TEST PASSATI, ORA PROSSIMO COLLOQUIO DOMANI COL MANAGER.
    HO LETTO QUALCUNO HA GIA CITATO IN QUESTO SITO QUETA COMPANY MA POIO NN HA PROSEGUITO E IL COMMENTO RISALE A LUGLIO. COSI RICHIEDO A CHI DI VOI GIA VIVE LA.
    MI OFFRONO CONTRATTO PERMANENT, APPARTAMENTO PAGATO PER I PRIMI 3 MESI,HEALTH INSURANCE E VISA PAGATI DA LORO. R 13000 /MESE. DEVO KIEDERE PERO’ SE LORDE O NETTE.
    E POI, LA ZONA E’ GREEN POINT, DOVE SUPPONGO MI DIANO ANCHE L APPARTAMENTO. LEW MIE DOMANDE:
    SI VIVE CON 13000 R CIOE’ 1.300 EURO MESE LA’?
    NON AVENDO MACCHINA, GREEN POINT E’ UN BELLA ZONA?
    COM E’ LA SITUAZIONE LAVORATIVA GENERALE? C’è CRISI COM E IN EUROPA?
    STIPENDIO MEDIO? LA VITA COSTA? SENZA VVEI NE ECCESSI?
    GRAZIE A TUTTI, E RISPONDETEMI PRESTO SE POTETE! CIAO A PRESTOOOOOO

    • Gino says:

      La zona di Green Point è molto bella, sei nell’atlantic seabord una delle zone più esclusive di CT.
      Dubito però che l’appartamento sia in quella zona, Richiedi ulteriori info.
      Con 1300 euro corrispondenti a circa 13.000 ZAR vivi dignitosamente bene.

    • Max says:

      Ciao Jacopo,
      gia’ letto da tempo l’articolo…..not too bad.Volevo mettere a disposizione tua e di altri potenziali investitori immobiliari,con un minimo di 50.000 EURO un mio studio sul property management che non puo’ essere pubblicizzato per motivi squisitamente…..fiscali.
      Sono ovviamente a disposizione di chi volesse saperne di piu’,considerando che,secondo la mia modesta opinione,comprare casa a Cape Town e’ uno dei migliori investimenti che un italiano, senza grandi capitali,possa, oggigiorno,considerare.
      Mia mail e’ bigbear1955@libero.it………….ed informarsi non costa nulla.Ciao a tutti!
      Un grazie ancora a ViV ed una cortesia a tutti….quando si chiedono info e si ottengono,poi, dite almeno….grazie, senza sparire del tutto,altrimenti poi si snatura lo stesso sito.

  64. Fabrizio says:

    Buongiorno a tutti da Cape Town.
    Scrivo per due semplici motivi.Sono a Cape Town ormai da 6 mesi e, neanche io come Alessandro mi sento un turista ormai, anzi, a furia di girare in cerca di un lavoro (anche fuori città) per agenzie di reclutamento, ditte e studi di ingegneria (laureato in ingegneria Civile), conosco il posto anche meglio di molte persone che ci abitano e ci lavorano (detto da loro).
    Sono pienamente d’accordo con Alessandro, ciò che dice e verissimo, e sul fatto che si è più forti in Italia per quanto riguarda la possibilità di ottenere un lavoro capisco benissimo quello che vuole dire. Che poi il lavoro non ci sia è un altro paio di maniche.Ma effettivamente per uno che non ha almeno 250000 euro da investire in un propria attività e che non abbia già un visto lavorativo è molto difficile se non improbabile poter avviare una propria attività o essere assunto.Si, c’è a volte l’opportunità call center, è vero, ma è vivamente sconsigliata a chi va via dall’Italia per cercare un lavoro gratificante. Alcuni miei amici hanno anche avuto problemi e diverbi con queste ditte e penso di aver letto qualcosa di simile anche su questo forum qualche tempo fa.
    Detto questo, e detto che ho giá interpellato i vari consolati, camera di commercio italo-sudafricana, visitato siti,link e quant’ altro chiedevo qualche informazione o consiglio per trovare lavoro prima che mi scada anche questo visto.
    Inoltre, essendo molto motivato a trovare lavoro qui, chiedevo se qualcuno fosse interessato ad avviare una collaborazione, preferibilmente nel campo edile/ingegneristico, ma sono aperto anche ad altre proposte.
    Potete scrivermi all’indirizzo zizziu11@gmail.com

    Grazie mille ed in bocca al lupo a tutti quanti!

    • Stefano says:

      Ciao Fabrizio,
      sono Stefano e ti scrivo dall’Italia. Ho letto il tuo commento e quello di Alessandro e vorrei chiederti quali sono stati i problemi che hai avuto, sopratutto perché Tu stesso affermi che il lavoro c’è (o almeno io ho capito così) ed inoltre scorrendo i vari siti di recruitment vedo che le opportunità nel settore costruzioni non mancano. Forse, oltre ad un work visa ti hanno richiesto anche esperienze specifiche nel settore?
      Potresti essere più chiaro?

      • Fabrizio says:

        Ciao Stefano, ti rispondo volentieri, scusa ma sono sempre un po’ di fretta. Vorrei essere il più chiaro possibile quindi magari tornerò a scrivere e s hai altre domande falle pure.
        Dunque, premesso che ogni singola persona vive e vede le cose a proprio modo, cerco di elencarti ciò che ho notato io.
        Si, il lavoro sembra non mancare, anche se molti studi che ho contattato dicono che è un periodo dove non c’è molto lavoro (una delle mie prime impressioni, anche osservando i cartelli da cantiere presenti in città ed in periferia, è che lavorano sempre e solo le stesse compagnie).Ci sono diversi annunci nelle agenzie di reclutamento, ma diciamo che preferiscono gente del posto. Per vari motivi. In primis motivi dettati da scelte politiche. Ho capito che per legge (non so se scritta o meno, ma è una cosa che mi hanno detto in tanti) loro sono obbligati ad assumere in base alla classe sociale ed al colore della pelle. Prima vengono le donne e poi gli uomini, e rispettivamente secondo questa classificazione:
        -neri
        -coloured
        -bianchi
        C’è un ragionamento dietro tutto ciò. Il governo cerca di ridurre la disparità che esiste tra queste classi sociali favorendo i più deboli. Sembra un principio sano, e potrei essere d’accordo, ma in questo caso gli stranieri naturalmente vengono per ultimi. E di questi che viene da altri paesi dell’africa ha la precedenza.
        Spesso è richiesta oltre alla conoscienza dell’inglese anche quella dell’afrikaans, e in alcuni campi Zulu o Xhosa (le lingue ufficiali in Sudafrica dovrebbero essere 11). Naturalmente l’inglese è la lingua più parlata negli ambienti di lavoro. Ma a volte non basta, soprattutto se hai a che fare con manodopera di colore (uno dei motivi per cui non trovo lavoro come tecnico nei cantieri). Ah, tutto ciò che scrivo me lo sono sentito dire nei vari colloqui con gli studi o le agenzie.
        Altro problema, per lavorare vogliono il visto lavorativo, ma per ottenere il visto lavorativo in ambasciata in Italia serve la lettera di impiego della compagnia. E’ un cane che si morde la coda. Nessuno ti conosce e quindi nessuno ti assume ad occhi chiusi. Anche se hai referenze, che sono la prima cosa che ti chiedono. Proprio questa settimana una agenzia a scritto ai miei ex datori di lavoro in Italia per chiedere se era vero che avevo lavorato per loro e se tutto quello che avevo scritto nel CV e nella lettera di referenza era vero. Questo è la prima volta che mi capita…spero voglia dire che sono veramente interessati!!speriamo bene:)
        Io sto cercando lavoro da un po’, ma il mio scopo principale sarebbe anche solo quello di farmi conoscere prima di essere assunto e pagato, ma sembra impossibile. Non ne vogliono sapere.
        Scusa se scrivo un po’ cose che sembrano prese quà e là ma è un pò tardi e mi vengono in mente a singhiozzo. Cerco però di scrivere tutto quello che può esserti utile.
        Altra cosa, le assunzioni, soprattutto per quanto riguarda le grosse aziende, vengono fatte tramite agenzie di recrutamento appunto. Questo è un altro aspetto che non ti permette di farti conoscere dal datore di lavoro, perchè anche se magari avresti le capacità essendo che non hai “le carte in regola” (ossia il visto), loro non prendono nemmeno in considerazione la tua candidatura e di conseguenza la tua proposta non arriva nemmeno al datore di lavoro. Questo è il motivo per cui preferisco andare di persona negli studi o nelle ditte.
        Un’altra cosa che mi sento dire spesso è che il lavoro è a Johannesburg, li ci sono molte più possibilità. Ma chi non pensa solo ai soldi, parlo dei sudafricani, non vuole nemmeno sentirne parlare di Joburg (come la chiamano loro), per via che c’è molta criminalità.

        Confido di poter essere più chiaro nei prossimi post.

        Spero che per il momento questo possa averti chiarito meglio c’ho che volevo dire e di esserti stato d’aiuto.

        Buonanotte,
        Fabrizio

        • Stefano says:

          Buongiorno Fabrizio,
          continuiamo a discorrere sul forum, così che anche altri possono leggere.
          Leggendo il tuo post a me vengono i brividi. Dico questo perchè sto pianificando un viaggio in SA alla ricerca di un lavoro proprio nel settore delle costruzioni e di una opportunità di vita diversa dalla fogna a cielo aperto che è diventata l’Italia negli ultimi anni.
          Ho 25 anni di esperienza nel settore degli elettrodotti aerei, in cavo e elettrificazione ferroviaria, e parlo inglese abbastanza bene. Se tuttavia è richiesto addirittura lo Zulu o lo Xhosa viene voglia di stare a casa e non spendere neanche i soldi dell’aereo. Continua comunque a scrivere delle tue esperienze laggiù, forse troviamo uno spunto di riflessione comune…

          • Alessio says:

            Salve a tutti,
            Scusate se intervengo, ma a settembre io e la mia compagna abbiamo lsciato i nostri lavori e la nostra casa a Roma per trasferirci in SA. Sicuramente il fatto di avere già dei parenti a Cape Town ci sta facilitando l’inserimento anche perchè non abbiamo grossi costi da affrontare, il posto merita di essere vissuto, ma è anche vero che non è facile trovare il lavoro per tutti i motivi da voi elencati, io posso solo consigliare per chi abbia la voglia di venire a stare a Cape Town, di visitarla in primis, ma è una cosa abbastanza scontata, e di fare di tutto per ottenere uno special skill visa perche è l’unico modo per partire “alla pari”. Dico cio’ perchè a sentire voi avete quasi tutti delle ottimecredenziali.
            Buona giornata e rimango con un occhio sul forum,
            Alessio

  65. Stefano says:

    Ciao Alessio,
    innanzitutto grazie del tuo intervento, penso che scrivere direttamente qui sul forum aiuta un pò tutti.
    Io personalmente penso di essere in possesso delle special skills di cui si parla, e credo anche Fabrizio le abbia. Uso il condizionale perchè la famosa lista delle special skills non sono riuscito a trovarla, o meglio seguendo i link di Vivere Cape Town ho trovato quella per i lavori in miniera e nulla altro. E per le miniere credo proprio valga il discorso fatto d Fabrizio, oltre all’inglese serve una lingua locale extra e penso non sono lingue semplici da imparare. Ci vuole tempo, molti mesi, e quindi dei soldi per mantenersi.
    Detto questo, a parte il discorso visita più o meno turistica e più o meno lunga (un mese o più), una persona che abbia una determinata specializzazione cosa altro potrebbe fare in un paese straniero?
    Se vuoi lavorare come cameriere non ti assumono e sei in concorrenza con i locali per 4 soldi (6000 Rand/mese? Forse meno…), call center alla mia “verde” età di 47 anni la vedo dura (non perchè non io non voglia, ma perchè…. semplicemente non mi prendono 😉 ). Io personalmente farei di tutto, anche il cameriere, lavapiatti, qualsiasi cosa. Non i sono mai fermato davanti a nulla, e non ho la pretesa di “entrare” subito con un buon lavoro, ma da quanto leggo sembra proprio che ci voglia un capitale in mano per entrare ed io queste grandi somme da investire purtroppo non le ho.
    Detto questo vado comunque avanti, non mi arrendo certo, ma con il cuore un pò più pesante di prima.
    Aspetto commenti, qualsiasi commento…. mi farebbe piacere sentire in particolare la “voce” del WM, che è giù in SA da molto tempo.

  66. Alessio says:

    Se stai, come credo, già a Cape Town, perche non provi ad informarti presso un avvocato o presso l’ambasciata Italiana sulla possibilità di ottenere il visto solo per le tue capacità e non abinato ad un lavoro che cercherai in un secondo momento.
    Mi spiego meglio, vedi se c’e’ la possibilità si avere riconosciute le proprie capacità e di ottenere così il permanent visa di 3 anni, ed una volta ottenuto cercare il lavoro, altrimenti se il tuo visto venisse “abbinato” al lavoro, una volta scaduto il contratto dovresti per forza di cose tornare in Italia.
    Naturalmente “Viv” ne potrebbe sapere qualcosa di più.

    • Stefano says:

      Ciao Alessio e Fabrizio,
      io sono ancora in Italia, sto pianificando un viaggio in SA per l’inizio del nuovo anno, attualmente sto rinnovando passaporto, faccio la patente internazionale, e sistemo molte altre cose prima di partire.
      Al momento sono ancora una volta senza occupazione, dopo l’ennesimo contratto a termine di 4 mesi (in due anni ho avuto 4 contratti con 4 diversi lavori) sono di nuovo a casa, motivazione “mancanza di lavoro” ma credo che stavolta ci sia anche la volontà di evitare contratti più lunghi per non incorrere nelle maglie della recente legge Fornero.
      Quindi non ho alcun problema a fermarmi un mese o più per guardarmi attorno. Colgo l’occasione per suggerire a Fabrizio di pensare bene alla realtà che troverà al ritorno qui in Italia. Stasera al TG1 davano la notizia che l’anno prossimo il tasso (uficiale 😉 ) di disoccupazione salirà all’11% forse conviene uscire per esempio in Madagascar, rientrare dopo 1 settimana e continuare a cercare laggiù. Magari a Gennaio possiamo conoscerci davanti ad una birra oppure ad un caffè se qualche Italiano di buon cuore ci ospita 😉
      Il tuo suggerimento sul visto in ambasciata è davvero da prendere in considerazione. Grazie 🙂
      Ho già trovato l’ufficio consolare di rappresentanza non lontano dal luogo dove vivo e domattina vado a vedere.
      Un saluto a tutti e mi raccomando continuiamo a confrontarci. Vi aggiorno sul consolato appena ho notizie, ma comunque passo di qui ogni giorno.

  67. Fabrizio says:

    Eccoci di nuovo…

    Dunque, ho provato tutte le strade, credetemi….la mia determinazione è forte, molto, per diversi motivi personali. Il visto per le Exceptional Skills non posso richiederlo perchè, pur avendo tutte le carte in regola dal punto di vista dell’istruzione ed avendo già lavorato per una grossa compagnia in Italia non ho i 5 anni di esperienza che sono richiesti da questo tipo di visto e se non sbaglio anche dal Quota Work Visa. Quindi per me niente, ma per Stefano credo non ci siano problemi da questo punto di vista.
    Come ho detto a Stefano, le lingue in più oltre all’inglese sono richieste solo in alcuni campi e per alcune figure. E’ chiaro che se tu rivesti il ruolo di imprenditore assumerai qualcuno che sappia queste lingue per te, ma se vuoi fare il capo cantiere o altra figura simile sarebbe meglio saperle ed in alcuni casi sono proprio richieste.
    Sia ben chiaro ragazzi, io non voglio smontare nessuno, anche perchè provare è assolutamente un qualcosa che dà speranza e molto molto di più sotto altri aspetti di carattere più umano e personale.
    L’unica cosa è che…una delle tante cose che questa esperienza mi sta insegnando è che non bisognerebbe mai sputare nel piatto in cui uno mangia.
    L’Italia non sarà di certo il paese migliore del mondo, ma in ogni luogo in cui vai ci sono difficoltà e realtà con cui scontrarsi, e non sempre il gioco vale la candela.
    Io vivendo quest’anno fuori dal mio Paese ho imparato ad amarlo di più, a vedere cose che prima non vedevo, e ad odiare di più le persone che cercano di rovinarlo.
    Quello che consiglio io, come Alessio, è di fare prima un “giro” non di breve durata quì. Se è possibile senza lasciare il lavoro se uno ce l’ha, chiedendo magari un periodo di aspettativa o facendo in qualsiasi altro modo. Ma vendere e lasciare tutto così mi sembra una pessima idea.
    Continuerò a seguire il Forum, e a sperare che anche da questo lato possa arrivare un opportunità.
    Ah, oggi sono stato presso un associazione italiana quì al Capo. Devo dire che la signora con cui ho parlato è stata molto gentile e mi ha dato altri contatti. Provate a cercare Comites su internet o la scuola di lingua italiana Dante Alighieri. Io sto cercando contatti in tutti i modi ed anche fuori dal mio campo. Non vi prometto nulla ma provare non costa niente.

    Per Alessio…..si credo tu sia molto fortunato ad avere un appoggio quì, partire senza avere una base d’appoggio è molto…..come dire….duro. Sia dal punto di vista economico che sociale.
    Se ti va e se hai tempo magari ci si potrebbe incontrare anche solo per scambiare due chiacchiere o bere un caffè, con le rispettive compagne se preferisci.

    Un saluto e a presto,
    Fabrizio

  68. Biagio says:

    Ciao a tutti,
    oramai sono 5 mesi che vivo qui a Cape Town, vorrei dare un consiglio a chiunque decida di trasferirsi qui di valutare davvero bene la cosa, lasciare qualcosa di certo in Italia o ovunque si trova per venire qua secondo me è davvero follia.
    L’Europa sta almeno 20 anni avanti, qui ti offrono bellissimi paesaggi, natura incotaminata ma le infrastrutture non esistono, non esiste una rete di trasporti, non esiste internet ad alta velocità, i prezzi al centro o comunque nelle zone degli uffici non è che siano del tutto convenienti, il clima non è quello italiano assoluttamente. Trovare sul posto lavoro è una missione quasi impossibile, se entri qui, entri in un call center e questa vita farai, puoi cambiare qualcosina all’interno dell’azienda ma al max sempre lì rimarrai perchè altri lavori non ce ne sono per non sudafricani.
    Inoltre anche questo lavoro nel call center non è sicuro come sembra, per loro siamo semplicemente numeri che devono portare risultati e al primo sbaglio VIA, io non sono stato licenziato e non parlo perchè ho il dente avvelenato ma è una realtà che mi è sotto gli occhi ed ogni giorno vedo ragazzi fatti prima venire qui con mille promesse e poi che gli chiudiano la porta in faccia dopo che han fatto sacrifici per venire qui, comprare un auto e organizzarsi.
    Il consiglio che dò è di venire se si vuole fare un’esperienza lavorativa diversa ma senza grandi aspettative per il futuro, con il cambio attuale venire qui in Africa per uno stipendio che è circa 900euro per i call center non vale la pena, devi cmq avere una casa che costa, una macchina per muoverti, quindi alla fine quel che si guadagna lo si spende tutto e si deve tirare la cinghia per conservare qualcosa per tornare a casa quando arrivano le ferie.
    La vita è dura ovunque e dipende sicuramente da cosa ognuno di noi si lascia alle spalle, magari chi scappa da qualcosa, chi non ce la fa più, chi vuole scoprire nuovi luoghi, chi è stanco di dove sta e delle solite facce, venite qui e fatevi questa stupenda esperienza ma prendentela come una parentesi della vostra vita perchè almeno x quanto mi riguarda sarà così, spero di arrivare ad un anno di permanenza almeno per fare curriculum ma poi tornerò a casa o comunque nella cara vecchia Europa.

    • Max says:

      Ciao a tutti,
      l’intervento di Biagio,oltre al debito di riconoscenza che ho da molti mesi[ ormai e’ oltre un anno e mezzo che vivo qui….thanks God…} nei confronti di VIV, la panza e l’eta'[ ahime’..a Gennaio saranno 58,ma sempre incazzoso…sempre anche se ,qui un po’ meno..] mi inducono ad intervenire con lo spirito del “pater familias”……me lo permettete visto che credo di essere il piu’ vecchio? Grazie.
      Io entro subito duro…..Biagio,sai dirmi qual’e’ l’alternativa per un giovane under 30 oggigiorno in Italia?
      Chi scrive e’ convinto che le cose vanno male……ma non potranno che peggiorare…..inutile farsi illusioni,ragazzi!
      Prima ne prendete attto e meglio sara’…..NON FATEVI ILLUSIONI! NON CONTATE SU NESSUNO,SOLO SU DI VOI E SULLA VOSTRA FAMIGLIA.
      Da 40 anni a questa parte non bisogna essere sociologi per vedere che le cose sono COSTANTEMENTE MA GRADUALMENTE peggiorate.
      Chi usciva dalla guerra, come mio padre,portando a casa la pelle aeva poche,ma FONDAMENTALI certezze…..Lo studio,o l/apprendistato e poi il lavoro,la casa, la famiglia, la pensione e poi un minimo di welfare…….Cosa rimane oggi di tutto questo? Non fatemi essere volgare!!
      E peggio sara’……soprattutto i giovani,le donne, la gente del Sud ne pagheranno i costi maggiori.Anche con la vita……mai stati tanti suicidi per mancanza di……PROSPETTIVE!
      Cosa ci si puo’ aspettare da una classe politica[ chiamarla dirigente mi disgusta profondamente….] come quella Italiana? Sia chiaro NON SALVO NESSUNO! E se qualcuno mi chiama qualunquista,ne reclamo orgogliosamente l’origine!
      Ed ora entriamo nel merito, ma prima una noticina di carattere meteorologico……Il clima?E’ semplicemente fantastico!!!
      Certo , se non amate il vento,CT non fa per voi……ma qui potete scordarvi umido e sudore.E’ molto meglio di quello italiano…….in my opinion.
      Non e’ certo il paese di Bengodi,assolutamente, ma……..andiamo per gradi.
      Condivido larga parte di quello che ha scritto Biagio, soprattutto a proposito di un lavoro DIPENDENTE.Allora, la sigla BEE vuol dire che quel posto DEVE ESSERE dato ad un nero o….niente.La sigla EE, , che sta per Employment Equity vuol dire “only SA citizen” [ ragazzi questo e’ un paese serio…….magari lo facessero in Italia….], prima le donne[ ed io condivido…]
      poi gli africani, poi…….tutti gli altri,tra cui gli italiani,of course.Call centre? Si,penso di si,…..and in meanwhile? Acquisire la padronanza dell’Inglese[ se venite qui solo con lo scolastico italiano risparmiatevi il viaggio….}, GUADAGNARE e fare esperienza ….Vi pare poco?
      Per poi? Tornare in Italia?????!!!! Ma allora tanto varrebbe suicidarsi subito…..
      Dopo un’esperienza di sei mesi a S.Domingo ho capito che i “latinos” non facevano per me, e quindi?Vi assicuro per esperienza diretta[New Zealand e Canada] ed indiretta [Australia] ed USA] che entrare nei “fab four” come li ho soprannominati e’ MOOOOOOLTO piu’ diffcile rispetto al Sud Africa e poi, anche solo in EU,dove potete lavorare SENZA CHIEDERE ALCUN PERMESSO, ci sono paesi come Malta,Cipro,Gibilterra che offrono buone opportunita’,senza dire di U.K.od Irlanda….
      Infine,per chi ha financial skills[ come le mie…} paradisi fiscali come l’isola di Man,le isole del Canale,Guerney,le Cayman Islands,che pagano,just in case, molto bene grazie alla loro condizione.
      Infine,ma qui entra di nuovo il fattore climatico i paesi ISLAMICI E RICCHI,tipo Oman,Dubai,Abu Dhabi,Qatar,Kuwait etc.,ma alcune volte e’ richiesta la conoscenza dell’arabo……
      Avrete visto che , per miei pregiudizi, ho escluso paesi come la Cina,l/India.e quelli “esotici” tipo Thailandia,ma per qualcuno potrebbero andar bene….infine Singapore.Don’t forgetit!
      Un’ultima domanda a Biagio…….ma tu credi che TUTTI i giovani in Italia oggi guadagnino piu’ di 900 euro?
      Anyway,my dear fellows Im remaining here to give you,just in case any suggestions,not only about SA life,but….yours! For free,of course!!
      See you everybody,
      Max
      p.s…….VIV che fine hai fatto? E’ un po’ che non ti leggo.Un caro saluto.

      • Stefano says:

        Ciao a tutti.
        Max ho sempre letto con interesse i tuoi interventi su questi forum. Ti sono abbastanza vicino…per età anagrafica 😉 sono solo 11 anni di differenza (cosa vuoi che sia 🙂 🙂 ).
        Stavolta però debbo confessarti che non capisco cosa vuoi dire in relazione al lavoro, ma prima vorrei fare una piccola divagazione per Biagio, e gli altri che hanno un lavoro laggiù.
        Intanto vorrei rimarcare che in questa parte del forum si discute di lavoro, tutto il resto dovrebbe essere relativo, ovvero il clima oppure i posti o quant’altro. A qualcuno può piacere il SA, qualcuno si adatta e qualcuno semplicemente non ce la fa. E’ normale, umano.
        Tanto per dire, io sono originario di Napoli e quando sento i miei (ex) concittadini dire che a loro manca Napoli non so se ridere o piangere, oltre alle indubbie bellezze artistiche ed al calore umano, forse manca loro anche la microcriminalità, il traffico pazzesco, la spazzatura etc etc. A me non mancano certo, ma io mi adatto dopo 25 anni di cantieri il mio spirito di adattamento è forte, anche se da 2 anni sono quasi fermo, e se dovessi tornare in una città del Sud Italia perchè la vita mi porta lì, lo farei. Ma da qui a dire che mi manca…. Non so se sono stato chiaro. Certo nn mi aspetto il SA come il paradiso, ma questo punto di vista lascerei perdere, che ognuno si faccia il proprio giudizio in merito. Io ovviamente non i esprimo finchè non provo sulla mia pelle.
        Vorrei anche parlare un attimo dei 900€ e critica perchè arriva giusto a fine mese e forse dimentica o non conosce la realtà italiana adesso. Con il tasso di disoccupazione > 11% (scrivo così perchè non ricordo il decimale, mi sembra 11.4%) nel 2013, ed il tasso che cito è quello previsto ufficiale non REALE ;), il PIL anch’esso previsto in calo (fonte ISTAT) cosa vi aspettate al vostro rientro in Italia? Siccome siete laureati ed avete fatto 1 anno all’estero pensate di avere il tappeto rosso in Italia? MMMMhhhh penso che le favole siano finite, ragazzi sveglia!!!! Se avete conquistato 1 posto di lavoro laggiù, tenetevelo stretto!!!! Non fate la caxxata di rientrare in Italia. Pensate che in Italia non si venga licenziati se fate errori? Solo se avete un posto di lavoro fisso è difficile che vi mandino a casa, non impossibile, adesso le aziende fanno e possono fare quello che vogliono. E poi: CHI ENTRA CON IL POSTO FISSO IN ITALIA ADESSO? Il 2% degli assunti? Il 3%? Questo è almeno il mio pensiero.
        Concludo scusandomi con tutti per la lunghezza del post e chiedo a Max, ritornando all’argomento lavoro dipendente, per quanto riguarda chi il lavoro in SA deve ancora trovarlo (e quindi IO), per favore mi chiarisci il Tuo pensiero?

        • Max says:

          Certo Stefano,
          con piacere…………Allora qui in SA e’ molto,ma molto difficile trovare un lavoro da DIPENDENTE,ok, per i motivi che ho cercato di spiegare…..
          Rimane la nicchia del gaming on line e/o dei call center dove pero’, da quando hanno scoperto il SA abbondano gli italiani con conseguente riduzione di salario.Vogliamo parlare di exceptional skills?Ok.
          Chi ti scrive ne aveva da vendere…….ma,anche una volta ottenuto il work visa per questi motivi,a me….ma chi zzz mi assumeva?
          Allora,cosa sto cercando di fare? Ho comprato una bella villa con quello che a Roma non ci compri una monocamera[ il miglior investimento per un italiano,soprattuto con l’euro forte…oggi] e sto cercando[senza avere un businees-permit ] di lanciarla come bed and breakfast.
          Vedi il sito http://www.villaliciabab.com.Fino ad ora sono PROFONDAMENTE INSODDISFATTO e sono state solo spese, mi do un time-limit[ penso Fine febbraio] dopodiche’ se le cose non vanno come devono andare……GO!
          Mi affitto la baracca, e qui non siamo in Italia,la proprieta’ privata e’ SACRA e vado……altrove…..tranne che in Italia,dove,lasciandola, dissi al mio avvocato che,rimanendo avrei rischiato un giorno la galera ed un altro l’infarto……
          Penso di essermi spiegato e, comunque……..assssposizione
          Ciao

          • Stefano says:

            Perfetto!! Credo di avere capito tutto quel che c’era da capire 🙁

  69. Fabrizio says:

    Buonasera a tutti….
    Siccome qualcuno ha tirato fuori dei numeri, vorrei riportare alcuni dati relativi all’ultimo censimento avvenuto quì in Sudafrica lo scorso anno (dati presi dal quotidiano sudafricano Cape Times del 31/10/2012) e che a mio avviso possono c’entrare direttamente o indirettamente con il lavoro ed essere di aiuto a chi magari lo sta cercando, anche solo per farsi un’idea su tanti aspetti correlati alla possibilità d’impiego e di crescita del paese.

    % POPOLAZIONE
    79,2 Black African
    8,9 Coloured
    8,9 White
    2,5 Indian
    0,5 Others

    di questi:

    il 46% di chi ha una casa ha l’acqua corrente
    il 60% delle case ha il wc collegato alla rete fognaria mentre il 5% non ha proprio il wc
    l’ 85% ha l’elettricità

    9 su 10 hanno il cellulare
    il 75% la TV
    il 68% la radio
    il 68% il frigo
    il 21% il Computer
    il 35% accesso a internet di cui la metà attraverso il cellulare.

    Le donne guadagnano circa la metà degli uomini e sono più della metà della popolazione.

    Stipendi annuali medi:
    Black african R 60 613
    Coloured R 112 172
    Indian/Asian R 251 541
    White R 365 134

    Il tasso di disoccupazione è del 30%.

    Diffusione delle lingue in ordine decrescente (dalla più diffusa alla meno diffusa):
    Zulu
    Xhosa
    Afrikaans
    English

    Età media della popolazione: 25 anni.
    Un bambino ogni 5 ha perso almeno uno dei due genitori.

    Spero questi dati siano utili a chiarire le vostre idee.
    Buonanotte a tutti.

    • Max says:

      Un mio GRANDE insegnante di Statistica, il compianto Prof.De Castro, che come tutti i grandi e’ morto ormai da diversi anni,diceva che esistono tre modi di mentire>
      -La menzogna;
      -La falsa testimonnianza e……
      – La statistica.Della serie………..i numeri vanno prima analizzati e poi soprattutto INTERPRETATI.
      Allora, mentre non metto in dubbio che tali dati siano stati ripresi dalla stampa[autorevole?] di qui, mi sia consentito dire, onorevoli colleghi, che NON ESISTE PAESE AL MONDO che abbia un’eta’ MEDIA di 25 anni!!! Mentre il fatto che il 20% dei bambini[ mi si puo’ spiegare chi e’, STATISTICAMENTE, un bambino?] abbia perso ALMENO uno dei due genitori, non vuol dire NULLA…..se non viene analizzato e motivato ossia se non ci si dice why? Una noticina di colore……per una popolazione “quantitative oriented” aver bisogno della calcolatrice per fare un’addizione che[VIVA L’ITALIA!!!] sarebbe capace un bimbo della terza elementare……altro che “break even analisys”……..E per finire……Se a Berlusconi viene chiesto di dire tutta la verita’,soltanto la verita’,nient’altro che la verita’…..cosa si ottiene da “iddu”?
      TRE DIVERSE VERSIONI……Buona notte e……buona fortuna,my dear fellows!

  70. Fabrizio says:

    Per rispondere a Max, anche io ritengo la statistica una cosa con poco senso, per me 99% bene e 1% male non significa che va tutto bene, ma che può andare anche male.
    Però le notizie che ho preso non erano pura e semplice statistica, venivano da un censimento e molte altre percentuali le ho tralasciate, come quelle sull’istruzione.
    Detto questo specifico che per bambini si intendeva ragazzi sotto i 18 anni, e che va da se che se i genitori, uno o due muoiono (causa principale AIDS), ci sono più giovani che anziani (come puoi notare benissimo se giri per la città o altrove. Quindi non so se l età media sia veramente di 25 anni, ma questa è anche la risposta che ho avuto da una ragazza che abita qua e a cui avevo fatto questa domanda durante una conversazione.

    Per concludere, è vero che i giornali dicono un po’ quello che vogliono e che gli viene detto di dire (anche se non so che interesse avrebbero a dare valori falsi su questi argomenti….però caro Max è così anche nel resto del mondo e soprattutto in Italia. Io, fino a quando sono stato lì, di gente che cerca nei cassonetti o che muore di fame per strada o che rinuncia anche solo ad andare a mangiare fuori più volte durante la settimana non ne ho vista. Ho visto tanta gente che si lamenta e basta, di quella ne ho vista e sentita una quantitá spropositata. La crisi c’è, indubbiamente, ma per me l’hanno gonfiata esageratamente.

    Con questo chiudo sull’argomento numeri e continuerò a postare le mie esperienze, sperando di potervi dire a breve non di avere ottenuto lavoro, ma di aver avuto almeno la possibilità provarci.

    Buona serata,
    Fabrizio

  71. Un’altra pagina del Forum piena di commenti interessanti!
    Per non appesantire la chiudo qui e passiamo al Forum/4.
    Chi vuole essere tenuto aggiornato sui nuovi commenti in arrivo dovrà iscriversi nuovamente qui.

    Ringrazio tutti per la partecipazione, specialmente chi – come Max e anche tanti altri di voi – tornano a dare il loro contributo anche una volta trasferiti a Cape Town, condividendo la loro esperienza.
    Mi fa piacere che ci sia lo spazio per varie prospettive e punti di vista sul Sud Africa, chi la vede più rosea chi meno, chi idealizza e chi invece è decisamente disincantato.

    In alcuni casi penso dipenda dalla situazione personale (se uno ha trovato un lavoro soddisfacente oppure no), ma è certo che vivere a Cape Town ha i suoi pro e contro.
    Ed è importante che chi visita il forum perché considera il trasferimento non si faccia false illusioni e si prepari bene prima di fare il grande passo.

    Concludo con un incoraggiamento a tutti quelli che, pur tenendo i piedi ben saldi in terra, pur facendo piccoli passi alla volta, sono intenti a realizzare i propri sogni.

    Viv